OPPO Reno 6 Pro, la recensione di uno smartphone Android di qualità che sa di già visto

La recensione di OPPO Reno 6 Pro, ultimo nato in casa OPPO che ha più di qualche somiglianza con il precedente OPPO Find X3 Neo.

RECENSIONE di Fabio Palmisano   —   17/10/2021
4

Chiunque si interessi anche solo marginalmente al mondo degli smartphone Android è oramai abituato alla tendenza di molti produttori cinesi a inondare letteralmente il mercato di modelli che spesso differiscono poco l'uno dall'altro. In questa recensione di OPPO Reno 6 Pro parliamo però di un caso che porta davvero al limite questa situazione, dato che si tratta di un dispositivo che si fa molta fatica a distinguere da quell'OPPO Find X3 Neo che avevamo avuto modo di valutare positivamente proprio su queste pagine.

OPPO Reno 6 Pro è il nuovo smartphone del produttore cinese
OPPO Reno 6 Pro è il nuovo smartphone del produttore cinese

Se è vero che a pensare male molto spesso si azzecca, si tratterebbe di una vera e propria "furbata" da parte di OPPO, che andrebbe a posizionare a un prezzo di listino non irrisorio di 799,99 Euro un terminale sostanzialmente identico a quello uscito sei mesi fa e che nel frattempo si può trovare serenamente a 250 Euro in meno nei vari store online. C'è da dire che fino al 20 Ottobre OPPO Reno 6 Pro gode di una promozione particolarmente vantaggiosa che consente di portarsi a casa in omaggio assieme al telefono anche un paio di OPPO Enco X, un OPPO Band Style e una cover in silicone, oltre a 3 mesi di garanzia extra per eventuali danni causati allo schermo.

Mettendo un attimo da parte tali considerazioni, comunque, andiamo a scoprire quali sono le caratteristiche di un dispositivo che preso per quello che è, si dimostra un affidabilissimo smartphone Android di fascia medio/alta con diversi assi nella manica.

Caratteristiche hardware

OPPO Reno 6 Pro e la sua confezione
OPPO Reno 6 Pro e la sua confezione

Il cuore pulsante di OPPO Reno 6 Pro è un fiammante processore Qualcomm Snapdragon 870, che altro non è che la versione con overclock del modello 865. Parliamo di un SoC da 3,2 GHz con processo produttivo a 7 nanometri, che si affianca a una GPU Adreno 650, 12 GB di RAM, 256 GB di spazio di archiviazione e un modem X55 5G. È evidente come ci troviamo di fronte a una scheda tecnica che ha poco da invidiare ai top di gamma fatti e finiti, completa anche sotto il profilo della connettività grazie al supporto alle reti 5G, il Wi-Fi 6, il Bluetooth 5.2 e il chip NFC per i pagamenti. Tra le poche cose che mancano a OPPO Reno 6 Pro, segnaliamo l'assenza del jack audio da 3,5 mm, una rinuncia oramai assecondata da quasi tutti gli smartphone cinesi e della quale sinceramente non ci sentiamo di piangere la scomparsa.

Scheda tecnica OPPO Reno 6 Pro

OPPO Reno6 Pro 5G, Qualcomm 870, Display 6.55'' FHD+ AMOLED 90Hz, Quad Camera 50+16+13+2MP, RAM 12GB Espandib. + ROM 256GB, 4500mAh, Dual Sim, con cavo dati Tipo-C [Versione Italiana], Lunar Grey
Offerta Amazon
Offerta Amazon
OPPO Reno6 Pro 5G, Qualcomm 870, Display 6.55'' FHD+ AMOLED 90Hz, Quad Camera 50+16+13+2MP, RAM 12GB Espandib. + ROM 25...

€ 799,99

Vedi
Offerta

  • Dimensioni: 160,8 x 72,5 x 7,99 mm
  • Peso: 188 grammi
  • Display: OLED da 6,55" 2400x1080 con refresh rate a 90Hz
  • Soc: Qualcomm Snapdragon 870
  • RAM: 12GB RAM LPDDR4x
  • Fotocamere:
    Principale 50MP Sony IMX766, f/1,8, 1/1,56", OIS+EIS
    Grandangolare 6MP, f/2,2, EIS
    Tele 13MP, f/2,4 zoom ottico 5x
    Macro 2MP, f/2,4
  • Fotocamera frontale:32MP, f/2,4
  • Connettività Wi-Fi: WiFi 6 802.11ax
  • Bluetooth: 5.2
  • Sensori: Sensore geomagnetico, Sensore di prossimità, Sensore ottico, Accelerometro, Sensore di gravità, Giroscopio, Pedometro, Sensore di temperatura del colore
  • Colori: Lunar Grey | Arctic Blue
  • Batteria:4500mAh
  • Memoria e prezzo:
    12 GB RAM + 256 GB | 799,99€

Design

La cover posteriore di OPPO Reno 6 Pro con effetto ruvido
La cover posteriore di OPPO Reno 6 Pro con effetto ruvido

Gli smartphone di provenienza cinese tradizionalmente non brillano per l'originalità del design, ma OPPO Reno 6 Pro riesce ad andare addirittura oltre, rivelandosi sostanzialmente indistinguibile dal "gemello" OPPO Find X3 Neo, a partire da dimensioni e peso pressoché identici e pari a 160,8 x 72,5 x 7,99 mm per 188 grammi. Per quanto non sia propriamente compatto, il dispositivo risulta maneggevole e gradevole al tatto, grazie anche alla particolare finitura del vetro della cover posteriore che gli dona un aspetto quasi ruvido, dotato peraltro di un eccellente trattamento oleofobico che non trattiene le impronte. Niente che non si sia già visto in casa OPPO, compresa la particolarità della scocca cangiante che cambia leggermente colore a seconda della direzione della luce, un aspetto questo però più evidente nella colorazione Arctic Blue rispetto alla Lunar Grey che abbiamo ricevuto per la recensione.

Ciò detto, non si può dire che OPPO Reno 6 Pro non sia uno smartphone gradevole, perfettamente assemblato e realizzato con materiali di qualità. Il display è protetto da Corning Gorilla Glass 5 curvo ai lati, la cornice è in alluminio e presenta sul lato destro il tasto per l'accensione e su quello sinistro i controlli per il volume, mentre la parte superiore ospita la capsula auricolare e quella inferiore un secondo microfono, l'altoparlante, la porta USB-C e il carrellino che contiene un massimo di due nanoSIM ma nessuna microSD, essendo la memoria interna non espandibile.

Il punch hole della fotocamera anteriore trova spazio nell'angolo in alto a sinistra dello schermo, mentre il sensore per le impronte digitali è posizionato nella parte inferiore. Anche stavolta, però, OPPO si prende una bacchettata sulle mani per la mancanza della certificazione IP68 contro acqua e polvere, presentando solo una banale resistenza agli schizzi: una lacuna difficile da digerire per un dispositivo venduto a questo prezzo.

Display

Lo schermo di OPPO Reno 6 Pro è un AMOLED di ottima qualità
Lo schermo di OPPO Reno 6 Pro è un AMOLED di ottima qualità

Il display di OPPO Reno 6 Pro è un AMOLED da 6,55 pollici di diagonale, rapporto d'aspetto 20:9 e risoluzione Full HD+ 1080 x 2400. Si tratta di un ottimo pannello che restituisce immagini brillanti e neri profondi, con i bordi curvi che aumentano la sensazione di ampiezza. Molto buona anche la luminosità (1100 nit il valore di picco dichiarato) che lo rende leggibile praticamente in ogni condizione, mentre risultano funzionali i due sensori sul retro dello smartphone che aiutano lo schermo ad adattarsi alla luminosità e al colore ambientale.

Il refresh rate massimo supportato è di 90 Hz, un'impostazione che aumenta la fluidità andando un po' a erodere la durata della batteria (è disponibile tuttavia un'opzione per bloccarlo a 60 Hz) con il touch sampling che invece arriva a 180 Hz: valori buoni ma ormai superati da più di qualche recente competitor e che per questo motivo non costituiscono un particolare valore aggiunto. Presente anche la funzionalità Always on, personalizzabile sotto diversi aspetti e con qualche gustosa chicca come quella che consente di trasformare le foto di persone in silhouette.

Fotocamere

L'applicazione fotografica di OPPO Reno 6 Pro
L'applicazione fotografica di OPPO Reno 6 Pro

L'estrema somiglianza tra OPPO Reno 6 Pro e OPPO Find X3 Neo continua anche quando si vanno a raffrontare le specifiche delle fotocamere, scoprendo che di fatto sono identiche o quasi. Il sensore principale è infatti lo stesso Sony IMX766 da 50 MP del precedente modello, al quale si affianca una lente grandangolare da 16 MP, una tele 2x da 13 MP e una macro da 2 MP. Stesso setup, stesso giudizio: OPPO Reno 6 Pro consente di eseguire ottime foto in qualunque condizione di luce, grazie a una corretta allocazione di HDR e intelligenza artificiale e a una modalità notturna davvero performante.

L'applicazione fotografica di OPPO è semplice e completa, rapida nello scatto e precisa nella messa a fuoco. Se si esclude un'esecuzione dell'effetto bokeh non sempre impeccabile, fotocamera principale e grandangolare non prestano il fianco a nessuna criticità particolare, mentre la parte di pubblico più esigente potrebbe trovare qualcosa da ridire sullo zoom non straordinario della tele e sulla risoluzione troppo bassa della macro: si tratta tuttavia di due aspetti tutto sommato secondari e che non investono il normale utilizzo quotidiano della fotocamera. Molto buona anche la resa del sensore frontale da 32 MP, completo di tutti i filtri indispensabili per i selfie da social e di una modalità ritratto dalla discreta efficacia.

Uno scatto con la lente principale in modalità 50 MP di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la lente principale in modalità 50 MP di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la grandangolare di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la grandangolare di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la modalità ritratto di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la modalità ritratto di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la macro di OPPO Reno 6 Pro
Uno scatto con la macro di OPPO Reno 6 Pro

Video

Un dettaglio del modulo fotocamere posteriore di OPPO Reno 6 Pro
Un dettaglio del modulo fotocamere posteriore di OPPO Reno 6 Pro

La registrazione di video con OPPO Reno 6 Pro raggiunge i valori massimi di 4K a 60 FPS utilizzando la principale e 4K a 30 FPS con la grandangolare, entrambi risultati raggiungibili sacrificando però la portata della stabilizzazione elettronica, che invece aumenta abbassando la risoluzione alla soglia del Full HD. Si tratta comunque di performance più che apprezzabili e che si accompagnano ad alcune feature studiate per rendere le proprie riprese più divertenti: è il caso della doppia ripresa, della registrazione al buio o di una particolare modalità bokeh con effetto flare; aggiunte simpatiche e gradevoli ma che difficilmente cambieranno la vita di chi ama realizzare video con il proprio smartphone. La modalità dedicata alle riprese è comunque semplice e completa al tempo stesso, in grado di soddisfare le esigenze più diverse. Da segnalare infine agli aspiranti creator che la fotocamera anteriore arriva al massimo a 30 FPS.

Batteria

Oppo Reno 6 Pro ha una buona autonomia e una ricarica molto rapida
Oppo Reno 6 Pro ha una buona autonomia e una ricarica molto rapida

La capienza totale della batteria di OPPO Reno 6 Pro è di 4500 mAh, un valore che si unisce al solito, eccellente lavoro di ottimizzazione del produttore cinese per consentire una solida autonomia: si arriva a fine giornata anche con uno sfruttamento intenso del dispositivo, con una media di 5 ore di display attivo e un uso continuativo di 16 ore. Interessante poi il fatto che la batteria sia composta da due moduli da 2250 mAh ciascuno, un aspetto che agisce in comunione con l'alimentatore rapido da 65W incluso nella confezione per garantire ricariche particolarmente rapide: la tecnologia Supervooc 2.0 consente infatti di portare il telefono da 0 al 100% in circa quaranta minuti, un valore eccellente anche se non il migliore in assoluto nel panorama degli smartphone Android più recenti. Assente ingiustificata invece la ricarica wireless: a certi prezzi se averla non è un obbligo morale, poco ci manca.

Prestazioni

Oppo Reno 6 Pro
Oppo Reno 6 Pro

Quando sotto il cofano c'è un SoC Qualcomm le prestazioni sono garantite e OPPO Reno 6 Pro non fa eccezione con il suo Snapdragon 870: i benchmark che abbiamo eseguito mettono infatti in luce punteggi molto vicini a quelli di modelli che montano processori più pregiati, come ad esempio OnePlus 9 Pro con il suo Snapdragon 888: merito anche di un processo di ottimizzazione delle risorse che da sempre è uno dei punti distintivi dell'azienda rispetto ai competitor. Da segnalare in questo caso il grande lavoro del sistema di raffreddamento del dispositivo, capace di tenere le temperature sotto controllo nelle situazioni di maggiore stress.

Esperienza d’uso

Oppo Reno 6 Pro è sottile, leggero e dotato di buona ergonomia
Oppo Reno 6 Pro è sottile, leggero e dotato di buona ergonomia

OPPO Reno 6 Pro non è certamente uno smartphone perfetto, ma in termini strettamente di esperienza d'uso si tratta di un modello che teme davvero pochi rivali nella sua stessa fascia in ambito Android. Anzitutto, il dispositivo si smarca dai "padelloni" che troppo spesso affollando il mercato, dimostrando un'ottima ergonomia e un peso sufficientemente ridotto da consentire di usarlo comodamente anche con una mano o infilarlo nella tasca dei jeans. I due sistemi biometrici di sblocco (riconoscimento facciale e sensore di impronte digitali) si rivelano poi entrambi rapidi ed efficaci, e nel nostro test non hanno dato mai segnali di incertezza.

Il proverbiale valore aggiunto è però rappresentato dall'interfaccia utente ColorOS, arrivata alla versione 11.3: si tratta sicuramente di una delle migliori interpretazioni di Android 11 in circolazione e che conferma su OPPO Reno 6 Pro tutte le sue qualità. Semplice e completa al tempo stesso, la UI della compagnia cinese primeggia sul fronte della personalizzazione, consentendo di mettere mano praticamente a ogni elemento estetico, arrivando persino a toccare la forma e l'animazione del sensore di impronte o il colore e il tipo di illuminazione dei bordi del telefono. Apprezzabili anche le applicazioni proprietarie di OPPO tra le quali spicca Relax, utile per staccare un po' dallo smartphone con l'ausilio di una buona varietà di suoni e immagini rilassanti.

Streaming video

Il display di Oppo Reno 6 Pro se la cava alla grande con film e serie tv
Il display di Oppo Reno 6 Pro se la cava alla grande con film e serie tv

OPPO Reno 6 Pro può essere un partner estremamente affidabile anche per godersi contenuti video in streaming tramite piattaforme quali Netflix, Prime Video o Disney+. Le dimensioni generose del display, i suoi bordi curvi, il rapporto 20:9 e il supporto al formato HDR10+ sono tutti elementi che concorrono per offrire un'esperienza visiva di tutto rispetto. Non guasta poi il fatto che il dispositivo sia leggero e comodo da tenere in mano quanto basta per garantire un discreto comfort anche per sessioni piuttosto prolungate. L'impianto audio è buono, con l'altoparlante principale che sviluppa un suono pulito e viene coadiuvato dalla capsula auricolare (in maniera forse un po' leggera ma comunque apprezzabile) per ottenere un valido effetto stereo, con la ciliegina sulla torta della compatibilità con lo standard Dolby Atmos.

Videogiochi

Call of Duty Mobile in azione su Oppo Reno 6 Pro
Call of Duty Mobile in azione su Oppo Reno 6 Pro

Anche quando utilizzato come dispositivo da gaming, OPPO Reno 6 Pro consente di togliersi qualche bella soddisfazione. Lo Snapdragon 870 e la GPU Adreno 650 sviluppano abbastanza cavalli nel motore per far viaggiare lisci come l'olio e con il massimo dei dettagli titoli pesanti quali Call of Duty Mobile, PUBG, Genshin Impact o Asphalt 9. La buona ergonomia e il validissimo impianto audiovisivo di cui abbiamo già parlato nei precedenti paragrafi svolgono un ruolo importante anche in questo caso, ma OPPO Reno 6 Pro ha qualche altra carta da giocarsi. Da segnalare anzitutto la presenza della modalità dedicata Games che consente di raccogliere tutti i titoli, massimizzare le prestazioni e gestire tutta una varietà di parametri legati alle notifiche e non solo. L'efficace sistema di raffreddamento a camera di vapore evita poi che il telefono si surriscaldi troppo durante le sessioni di gioco, e un motore per le vibrazioni da top di gamma garantisce un convincente feedback aptico.

Commento

Prezzo 799,99 €

Multiplayer.it

7.7

Preso singolarmente, OPPO Reno 6 Pro è certamente un validissimo smartphone Android: esteticamente gradevole, ben assemblato e ottimizzato, con una scheda tecnica di livello e fotocamere buone per tutte le occasioni, ha tanti pregi e pochi e tutto sommato trascurabili difetti. Il problema è il suo posizionamento sul mercato, al di là di un prezzo di listino troppo elevato che è quasi una caratteristica del brand: OPPO Reno 6 Pro è infatti un gemello praticamente indistinguibile di OPPO Find X3 Neo, uscito nei primi mesi dell'anno e ora disponibile a uno street price decisamente inferiore rispetto a questo modello. Difficile, alla luce di questo aspetto così lampante, consigliare spassionatamente l'acquisto di OPPO Reno 6 Pro in assenza di promozioni particolarmente vantaggiose.

PRO

  • Design, materiali e assemblaggio di qualità
  • ColorOS e ottimizzazione al top
  • Fotocamere e autonomia di buon livello
CONTRO
  • Prezzo troppo elevato
  • Manca certificazione IP e ricarica wireless
  • Praticamente identico a OPPO Find X3 Neo