Puyo Puyo Champions, la recensione 0

Puyo Puyo Champions riporta in scena gli agguerriti duelli puzzle tipici della serie. Ecco la nostra recensione della versione per Nintendo Switch.

RECENSIONE di Davide Spotti —   20/05/2019

Puyo Puyo vanta ormai una certa tradizione e anche qualche riuscito esperimento compiuto nel recente passato. Agli albori dell'attuale generazione la serie di SEGA si è unita all'iconico Tetris per dare vita a un connubio particolarmente divertente e riuscito, poi approdato anche in occidente non più tardi di un paio d'anni fa. In terra giapponese è stato persino proposto Puyo Puyo Chronicle, che su Nintendo 3DS dava modo di accedere anche a una modalità RPG con tanto di battaglie a base di puzzle e sistema di livellamento del personaggio. Puyo Puyo Champions, al contrario, si mantiene strettamente fedele alla tradizione riproponendo agli appassionati del genere un approccio molto arcade e diretto, basato sulla competizione con agguerriti avversari gestiti dalla CPU o altri giocatori reali, sia in locale che in multiplayer online. Disponibile su PC, PlayStation 4, Switch e Xbox One, il gioco include due titoli in un solo pacchetto, permettendo di optare a piacimento sia per Puyo Puyo 2 che per Puyo Puyo Fever. Continuate a leggere la nostra recensione per saperne di più.

Occhio svelto e approccio strategico

A prima vista Puyo Puyo Champions sembrerebbe condividere molte analogie con Tetris, ma sono sufficienti un paio di partite per rendersi conto che l'approccio è abbastanza diverso. Anche in questo caso ci troviamo dinanzi a una moltitudine di piccoli blocchi che scendono verticalmente dall'alto verso il basso, ed è necessario disporli con un criterio ben preciso per associarli e migliorare il proprio punteggio. Solitamente le sfere compaiono in gruppi di due, talvolta con colori differenti, e possono essere ruotate a piacimento per creare diverse combinazioni. Non serve una composizione specifica, poiché è sufficiente associare quattro unità dello stesso colore per vederle scomparire dalla schermata e ottenere in cambio un bonus. In questo caso, tuttavia, non bisogna limitarsi a giocare tenendo conto di variabili come la velocità progressiva dei blocchi o il miglioramento di un punteggio per scalare una leaderboard, ma viceversa si deve fronteggiare lo scontro diretto con uno o più avversari che cercheranno di fare tutto il possibile per metterci i bastoni tra le ruote e rendere sempre più ardua la sopravvivenza nel match. Tutto infatti si basa sulla concatenazione di combinazioni formate da quattro blocchi; eseguire un punto alla volta tenendo pulita l'area di gioco non è la tattica migliore: andando avanti si renderà infatti necessario cercare di preparare il terreno al fine di concatenare combo composte da almeno tre o quattro combinazioni alla volta. Più alto sarà questo valore e tanto maggiore si rivelerà la quantità di spazzatura fatta pervenire nella schermata dell'avversario, sotto forma di sfere grigie non associabili a nessun altro pezzo, che vengono sistematicamente calate dall'alto rendendo più complesso concatenare gli altri blocchi in maniera coerente. Per eliminarli si deve avere l'accortezza di portare a segno varie combinazioni efficaci in adiacenza, ma qualora l'avversario riesca a concatenare due o tre serie ben assestate diventerà praticamente impossibile riuscire a resistere all'onda d'urto.

Insomma, per avere successo con Puyo Puyo Champions bisognerà non tanto limitarsi a mantenere pulita la propria griglia, ma predisporre i pezzi in modo strategico, rischiando qualcosa in vista di un maggiore ritorno nelle fasi più avanzate del match. Essendo assente un tutorial questo approccio va assimilato con l'esperienza. Sulle prime i giocatori neofiti della serie potrebbero dunque sentirsi un po' spiazzati, anche perché l'IA nemica non ci andrà affatto giù morbido. L'insorgere della frustrazione è dietro l'angolo, ma con un pizzico di pazienza si può apprendere dai propri stessi errori e arrivare a padroneggiare le situazioni con un po' più di lungimiranza. In entrambi i titoli disponibili è possibile propendere per la Solo Mode, che propone due varianti: la modalità Battle, in cui bisogna vedersela con uno o più avversari per volta, oppure l'Endurance, che prevede di fronteggiare un nemico per volta senza soluzione di continuità, a condizione di continuare a vincere. Mentre Puyo Puyo 2 offre un approccio standard e più lineare, in Puyo Puyo Fever un ulteriore variabile da considerare è l'opportunità di innescare la cosiddetta modalità Fever, che in buona sostanza permette di ricevere dei bonus di punteggio per un periodo di tempo limitato, consentendo di concatenare un gran numero di blocchi a discapito dell'avversario. Il meglio di Puyo Puyo Champions emerge però accedendo alle partite multiplayer, fruibili sia in locale che online. Nel primo caso è consentito disputare gli incontri su una sola console dividendo i joy-con, oppure collegarne fino a quattro in modalità wireless. In alternativa c'è appunto la sezione online, alla quale però è possibile accedere solo se si dispone di un abbonamento al servizio Nintendo Switch Online. Una delle caratteristiche interessanti di questa sezione riguarda la possibilità di osservare gli altri giocatori all'opera attraverso i Replay, che permettono quindi di acquisire familiarità con le tecniche più avanzate applicate dagli avversari più esperti.

Versione testata
Nintendo Switch
Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store, Nintendo eShop
Prezzo
9,99 €
Multiplayer.it

7.5

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Puyo Puyo Champions è un'ottima proposta per tutti gli amanti dei rompicapo basati sulla competizione, per giunta a un prezzo particolarmente abbordabile. Ciò nondimeno si sente la mancanza di qualche modalità in grado di sostenere il gioco un po' più a lungo per quanto riguarda l'approccio single-player. Il titolo acquisisce senza dubbio una marcia in più grazie alla fruizione su Nintendo Switch, specialmente se si ha modo di vivere l'esperienza alla stregua di un party game da condividere con gli amici, anche in mobilità. Se siete alla ricerca di un gameplay molto schietto ma stimolante da padroneggiare, avrete sicuramente pane per i vostri denti.

PRO

  • Due giochi in un solo pacchetto
  • Particolarmente adatto a Nintendo Switch
  • Richiede un approccio strategico

CONTRO

  • Manca un tutorial per i neofiti
  • Poche modalità disponibili