Santorini: Pocket Game, la recensione

La splendida isola greca di Santorini fa da sfondo a una simulazione casual in cui dovremo improvvisarci imprenditori: la recensione di Santorini: Pocket Game

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   14/05/2021
1

Il turismo virtuale ha sempre avuto un certo seguito in ambito videoludico, anche se spesso in maniera indiretta. Nella recensione di Santorini: Pocket Game parliamo invece di una produzione pensata proprio a questo scopo: un casual game simulativo in cui, sullo sfondo della splendida isola greca, avremo il compito di gestire strutture turistiche e puntare al successo.

Il gradevolissimo stile grafico low poly del nuovo titolo sviluppato da Nanoo Company, il team autore di Merge Dungeon, ci accoglie piacevolmente nel gioco mentre una chitarra suona in sottofondo e ci vengono illustrate le semplici meccaniche gestionali in stile Farmville che regolano l'esperienza. Pronti a partire?

Gameplay

Santorini: Pocket Game, le tradizionali monete da raccogliere.
Santorini: Pocket Game, le tradizionali monete da raccogliere.

C'è senza dubbio una componente puramente visiva in Santorini: Pocket Game, quella che ci spinge ad ammirare gli scorci dell'isola, i luoghi che abbiamo sbloccato fino a quel momento e naturalmente le nostre creazioni a schiera: assembramenti fatti di hotel, strutture ricettive, bar, ristoranti e quant'altro. Combinazioni che possono riscuotere più o meno successo a seconda di come vengono costruite o di quanto vengono potenziate.

Il sistema di progressione ci porta ad avanzare rapidamente all'interno della mappa, scandendo con l'aumentare del livello di esperienza la capacità di accedere a location che in precedenza ci erano precluse e che a loro volta ci regalano nuovi, suggestivi paesaggi. Quale modo migliore di ricordarli se non il semplice e immediato Photo Mode attivabile con un singolo tocco?

Santorini: Pocket Game, alcuni degli edifici sbloccabili con le monete.
Santorini: Pocket Game, alcuni degli edifici sbloccabili con le monete.

L'interesse nei confronti della crescita del nostro impresario virtuale va dunque di pari passo con la bellezza dei posti che avremo modo di scoprire, nell'ambito di una riproduzione che non vuole rappresentare in maniera fedele le caratteristiche di Santorini bensì catturarne lo spirito e le atmosfere. Peccato che il gameplay di per sé risulti fin da subito piuttosto limitato.

Alla fine dei conti le situazioni sono le stesse con cui vi sarete certamente confrontati più e più volte: edifici da costruire e migliorare, zone da sbloccare, soldi e risorse da raccogliere con una serie di tocchi sullo schermo, ma soprattutto tempi di attesa che diventano man mano più lunghi e ovviamente microtransazioni e trailer pubblicitari per abbreviarli.

Struttura e tecnica

Come già detto, la grafica di Santorini: Pocket Game può contare su di uno stile piacevole, colorato, pulito ed essenziale, in una sorta di diorama che scorre fluidamente sullo schermo mentre passiamo da una struttura all'altra, raccogliendo compulsivamente le monete prodotte col passare del tempo. È chiaro che a svolgere un ruolo fondamentale è l'interfaccia, ben implementata e leggibile in qualsiasi frangente.

Insomma, l'atmosfera c'è tutta e anche i numeri a supporto del gioco, con oltre duecento edifici disponibili e svariati paesaggi differenti che aumentano la varietà visiva dell'esperienza. Peccato per la struttura freemium e le sue tante limitazioni, che danno vita ai tradizionali tempi morti fra una costruzione e l'altra, mentre il tema musicale continua a ripetersi.

Commento

Versione testata
iPhone
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

6.0

Lettori (1)

1.1

Il tuo voto

Santorini: Pocket Game si pone senza dubbio come un titolo peculiare, una simulazione in stile Farmville pensata però per dar vita a un'esperienza di turismo virtuale. Forte di una grafica che ricorda dei piccoli, graziosi diorama, il gioco sviluppato da Nanoo Company vanta un gameplay molto semplice e derivativo, che purtroppo inciampa nelle storture del modello freemium fra timer, microtransazioni e, in generale, un'interazione piuttosto limitata. Il classico passatempo da tirare fuori in maniera estemporanea, insomma, in attesa di poter visitare davvero Santorini e le sue meraviglie.

PRO

  • Stile grafico gradevolissimo
  • Tanti edifici, tante zone da sbloccare
  • Semplice e immediato...
CONTRO
  • ...ma anche derivativo e pieno di limitazioni
  • Microtransazioni e tempi di attesa
  • Musiche carine ma ripetitive