Sword Art Online: Alicization Rising Steel, la recensione 3

Sword Art Online: Alicization Rising Steel è il nuovo videogioco mobile basato sulla serie di anime e questa è la sua recensione

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   02/12/2019

Quando si ha a che fare con un mobile RPG che è anche un adattamento da una serie anime di successo, nella maggior parte dei casi ormai sappiamo abbastanza precisamente cosa ci troveremo davanti, ma vediamo se ci sono degli elementi di particolare interesse in questa recensione di Sword Art Online: Alicization Rising Steel. È ormai chiaro che le serie anime e manga nipponiche abbiano trovato nell'RPG mobile la migliore (o più facile) espressione in termini di adattamenti videoludici applicati a questa tipologia di dispositivi e bisogna dire che, se non altro, gli sviluppatori giapponesi cercano quantomeno di aggiungere di volta in volta qualche nuova caratteristica al canone ormai granitico secondo il quale questi giochi vengono scolpiti. Lo stampo industriale è insomma sempre lo stesso, ma si scorge alcuni tentativi di personalizzare l'esperienza di gioco andando a variare qualche aspetto del gameplay, più o meno marginale ma comunque prova di un tentativo di donare una certa identità a queste produzioni. Sword Art Online: Alicization Rising Steel cerca di proporre qualcosa di diverso nelle fasi di "esplorazione" dei livelli, anche se il percorso è sempre estremamente predefinito e le possibilità di digressione sono veramente minime, oltre a qualche particolare caratteristica applicata al sistema di combattimento in modo da ricalcare un po' lo spirito tipico della lunga serie a cui il gioco si riferisce.


Non è abbastanza per far risaltare in maniera netta questo titolo in mezzo all'enorme massa di giochi praticamente uguali, ma rappresenta un buon supporto per dare qualche sostanza all'esperienza, che per il resto è sostenuta quasi esclusivamente dall'interesse generato dal mondo di Sword Art Online e dal sostrato narrativo qui decisamente più sviluppato che in molte altre produzioni similari. In ogni caso, tra la caratterizzazione di alto profilo, data dal fatto di appoggiarsi a una produzione nota come quella di ASCII Media Works e qualche idea interessante nella costruzione delle quest e del sistema di combattimento, c'è qualcosa che consente a questo gioco di rimanere quantomeno impresso, oltre ad attrarre molto probabilmente tutti i fan di Sword Art Online. Da notare, peraltro, che tutto il gioco è parlato in giapponese con sottotitoli e testi tradotti in varie lingue tra cui l'inglese ma non l'italiano.

RPG Mobile narrativo

L'elemento che tende a caratterizzare di più Sword Art Online: Alicization Rising Steel rispetto ad altri RPG mobile con elementi gacha è sicuramente la narrazione continua e pervasiva, che riesce a compattare l'esperienza in un gioco dalla struttura altrimenti un po' troppo schematica come quella tipica di questo genere. Anche in questo caso si tratta di effettuare quest poste in sequenza che sono sostanzialmente delle serie di scontri da portare a termine, solitamente con un boss alla fine, raccogliere il loot e far avanzare l'esperienza dei combattenti del party. Tuttavia, tutto è inserito all'interno di un racconto costante, che riprende l'arco narrativo di Alicization ma non disdegna digressioni anche in altri ambiti di Sword Art Online, facendo un buon lavoro per introdurre alla storia anche coloro che non conoscono la serie. Questo sostrato narrativo di ottimo livello è probabilmente il maggiore punto di forza del gioco, insieme all'enorme quantità di disegni e animazioni tratti direttamente dalla serie anime.


Il sistema di combattimento è tutto basato sull'utilizzo di tecniche speciali e delle Incarnate Skill, mosse particolarmente potenti e decisive che possono essere eseguite caricando una barra per ogni personaggio, cercando al contempo di evitare che anche il nemico riesca ad effettuarle. Questo innesca un certo approccio strategico nell'uso di abilità che fanno crescere la propria barra o calare quella dell'avversario, anche con la necessità di modificare l'ordine di attacco dei personaggi nel party in modo da inanellare la sequenza di mosse ideale a questo scopo. Le Incarnate possono peraltro essere eseguite in maniera coordinata tra i vari membri del gruppo con effetti diversi e particolarmente spettacolari, viste anche le animazioni tratte da quelle tipiche della serie. Ci sono delle buone idee nel combat system, insomma, ma il fatto di poter comunque passare all'autoplay tende ad azzerare questo aspetto positivo, anche perché la quantità e ripetitività dei combattimenti standard rende praticamente obbligatorio il ricorso al gioco automatico.


Per il resto, al di là di una bizzarra impostazione nelle fasi esplorative, nelle quali spostiamo il personaggio in una struttura 2D a bivi, il meccanismo è quello standard di questa tipologia di giochi, peraltro con un drop rate dei personaggi che sembra anche pericolosamente basso nella fase gacha (lo "scout" dei combattenti), spingendo in maniera piuttosto evidente verso le micro-transazioni per poter ottenere qualche possibilità di ricevere personaggi da quattro stelle in su, ovvero quelli nettamente più efficaci e potenti. È questo forse l'elemento più problematico di Sword Art Online: Alicization Rising Steel, che per il resto non presenta particolari fastidi nemmeno nel consumo di energia necessaria per effettuare le quest o nel ricevere valuta in-game, data l'abbondanza di loot.

Versione testata
Android, iPad 1.0.2
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

6.8

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Abbiamo visto come molte serie animate o videoludiche giapponesi abbiano trovato la loro espressione su smartphone grazie alla tipica struttura dell'RPG mobile con meccaniche gacha, riuscendo anche a inserire alcuni elementi identificativi nella forma ormai estremamente standardizzata di questo sotto-genere. Sword Art Online: Alicization Rising Steel non esce molto dal seminato se non per qualche particolare interpretazione del sistema di combattimento e della fase esplorativa, che tuttavia risultano elementi piuttosto marginali. Quello che tende a caratterizzare maggiormente l'esperienza è dunque il sostanzioso sostrato narrativo che emerge come elemento portante di tutto l'insieme, potendo contare su un materiale di partenza già ben consolidato tra storia, disegni e animazioni che pervadono ogni momento del gioco e riescono a infondere un po' di interesse in un meccanismo ormai a dir poco trito.

PRO

  • Storia e personaggi di Sword Art Online (per chi apprezza la serie)
  • Disegni e animazioni 2D di ottimo livello
  • Alcune caratteristiche del combattimento sono interessanti

CONTRO

  • La ripetitività porta all'autoplay e viceversa, nel solito circolo vizioso
  • Drop rate sospettosamente basso nella componente gacha
  • Tutto decisamente già visto