What the Golf?, la recensione su Nintendo Switch 6

Follia e divertimento arrivano anche su Nintendo Switch

RECENSIONE di Simone Pettine   —   15/05/2020

Indice

La nostra recensione di What the Golf? su Nintendo Switch comincia con la speranza che abbiate già avuto modo di provare il titolo di Triband su Apple Arcade o PC (tramite Epic Games Store). Anche perché finora avreste potuto provarlo soltanto lì: è solo nei prossimi giorni che debutterà ufficialmente anche Nintendo Switch. Ma se questa possibilità vi è stata reclusa, forse è anche meglio in fondo: sulla console ibrida della Casa di Kyoto, infatti, sbarca pazzo come non mai, e con l'aggiunta della modalità multigiocatore locale - vera e propria novità. Vediamo quindi perché potreste apprezzare particolarmente questo gioco basato sul golf, e pensato proprio per chi odia il golf.

La conversione su Nintendo Switch

Un gioco di golf per chi odia il golf? Ma non è un controsenso? No, che non lo è. La produzione di Triband è stata pensata come vera e propria follia in forma di videogioco, un'esperienza da vivere solo tenendo parzialmente come punto di riferimento lo sport di partenza. In realtà consiste in una serie di minigiochi e puzzle irriverenti e originali, divertentissimi e adatti a tutte le età.

What The Golf 08

Abbiamo avuto modo di provare What the Golf? su Nintendo Switch, nella sua prima conversione ufficiale su console. Non che si tratti di chissà qualche gioco complesso o dal comparto grafico notevolissimo: ma spesso anche i porting di produzioni minute possono andare storti. Dipende da come si lavora alla conversione. Quella di Triband è riuscita perfettamente, e dunque vi ritroverete tra le mani (giocando in modalità portatile) lo stesso gioco colorato dello scorso autunno, senza alcun tentennamento, velocissimo nei caricamenti, nel passare da una modalità di gioco all'altra, nel caricare i vari livelli. Stabile anche il framerate a 30FPS, che non ha mai dato segni di cedimento neppure in quei livelli (pochi) in cui gli oggetti a schermo sono tantissimi o potenzialmente esplosivi.

What The Golf 07

Apprezzabile il tentativo di sfruttare le potenzialità di Nintendo Switch, ma è riuscito solo fino ad un certo punto. L'HD Rumble, ad esempio, è stato adeguatamente implementato per restituire il feedback tattile più fedele possibile, ma il giroscopio lascia un po' il tempo che trova; nessun motion control, infine, per lanciare le palline. Quest'ultimo caso va considerato a parte perché, come forse saprete, le palline non sono l'unico strumento di gioco di What the Golf? Anzi, il più delle volte si lancia in buca tutto il resto: sassi, mazze, macchine, sedie da gaming, scrivanie, e il giocatore compreso.

I contenuti: la Modalità Party e il multigiocatore

What the Golf? arriva su Nintendo Switch ricco di tutti i contenuti già presenti su Apple Arcade e analizzati a suo tempo in sede di recensione, più una preziosa novità: il multiplayer locale per due giocatori (o più, volendo). E funziona esattamente come impone l'anima della console Nintendo: si staccano i due JoyCon, e si gioca impugnandone uno ciascuno, orizzontalmente. Con lo stick sinistro si mira, con il comando A (o comunque il tasto destro) si lancia la pallina; maggiore è la pressione, più lontano andrà a finire.

What The Golf Modalita Party 2

La Modalità Party è stata studiata in modo intelligente, adattando la follia del gioco alla sana competizione, senza renderla troppo frustrante o eccessivamente basata sulla fortuna. Occorre quindi un certo grado di abilità, e naturalmente controllare la confusione che regna a schermo non è semplice. Una volta assegnati due avatar improbabili ai contendenti, questi ultimi affrontano uno dopo l'altro una serie di livelli nello stesso momento: si vince un punto per livello, quando si riesce ad arrivare per primi alla bandierina. L'ultimo livello però cambia tutte le carte in tavola: è un'arena gigantesca dove si gioca a palla avvelenata.

What The Golf Modalita Party 1

Qui lo scopo è colpire più volte l'avversario fino a portare a zero la sua barra vitale: ed ecco il punto della questione, perché ogni barra della salute consiste in una delle vittorie nei livelli affrontati fino a questo punto. Dunque paradossalmente può vincere anche chi fino a quel momento abbia trionfato solo in due partite, purché sappia prendere a pallonate il suo amico con precisione.

What The Golf 06

Restano naturalmente a disposizione tutte le altre modalità di gioco standard: la campagna principale, che dura appena una manciata di ore ma è studiata in modo molto intelligente, presentando anche bivi e boss da battere (tutto all'insegna di uno spirito scanzonato e irriverente); la modalità Mostra a un amico, con cui è possibile appunto far conoscere in pochi minuti What the Golf? con la sua anima a chi non lo abbia mai visto prima; Sfide impossibili, per chi non teme di certo missioni che definirle ostiche sarebbe un eufemismo; la Sfida del Giorno, dove vengono calcolati anche le mosse totali del giocatore. In questo modo è possibile confrontarsi nelle classifiche online, per scoprire chi è il più bravo tra tutti questi golfisti che odiano il golf.

Il gameplay e l’originalità di What the Golf?

A distanza di diversi mesi dal suo lancio su Apple Arcade, è bene notare come What the Golf? non abbia perso neppure in parte il proprio smalto, soprattutto lato gameplay. Questo, naturalmente, a patto di considerare la produzione per quello che è: uno scherzo continuo, un tentativo di sorprendere il giocatore e di divertirlo strappandogli costantemente un sorriso, appagando il suo piacere della scoperta. Il golf è marginale: ciò che conta è inventarsi situazioni buffe, una dopo l'altra. Ecco allora che si lanciano delle macchine in corsa verso il traguardo, o che si modificano addirittura le meccaniche di gioco; ma tutto dura un secondo, quanto basta per passare oltre.

What The Golf 04

L'originalità, complessiva e particolare dei singoli livelli, non viene mai messa davvero in discussione: anche considerando quello che costa, What the Golf? è davvero un gioiellino. Certo, è pur vero che in fin dei conti le meccaniche di gioco risultano banalizzate e appiattite: ma questo, più che un difetto, è una precisa scelta di posizione da parte degli sviluppatori. Con un gameplay più profondo, What the Golf? non sarebbe più What the Golf?

Versione testata
Nintendo Switch
Digital Delivery
Nintendo eShop
Prezzo
19,99 €
Multiplayer.it

8.5

Lettori (5)

9.0

Il tuo voto

What the Golf? approda anche su Nintendo Switch, con una produzione ricca di palline, mazze, buche, ma anche di vetture, sedie da gaming, citazioni al mondo dei videogiochi, gatti e tacos. Un gioco di golf per chi odia il golf, uno scherzo (in senso positivo) che dura circa cinque ore, e in cui gli sviluppatori reinventano costantemente il proprio titolo. Il risultato è sorprendente, frizzante: e ora tutto questo durerà anche di più, perché si aggiunge la modalità multiplayer locale, che da sola giustificherebbe un secondo acquisto. La conversione è infine praticamente perfetta: si sarebbe al limite potuto fare di più nell'integrare le varie potenzialità peculiari della console Nintendo, con un HD Rumble ancora più rifinito e un giroscopio più sensato. Ma va bene anche così.

PRO

  • Modalità multigiocatore in locale
  • Sfide giornaliere, classifiche, tanti livelli
  • Originale e fuori di testa

CONTRO

  • Alla lunga ripetitivo
  • Potrebbe sfruttare meglio le caratteristiche di Nintendo Switch
  • Qualche altro contenuto inedito non avrebbe guastato