Arene futuristiche per Half-Life 2 27

Ispirato a Ghost in the Shell, Neotokyo sposa la filosofia dell'FPS senza compromessi per proporre un'esperienza profonda come poche altre

SPECIALE di Valerio De Vittorio —   28/02/2013

Come tutti i pcisti convinti possono confermare, l'aspetto più entusiasmante di giocare con un computer piuttosto che con una console è l'incredibile ricchezza del mondo delle modification, per gli amici mod. Gli esempi di eccellenza sono talmente tanti che non sapremmo da dove cominciare, per non parlare poi di quei progetti che da piccolo sogno nel cassetto si sono trasformati in successi di pubblico fino ad aggiudicarsi la promozione a prodotto commerciale. E qui ci viene in mente Counter Strike, ma la scena costruitasi attorno alla serie per eccellenza di Valve (si parliamo di Half-Life), è vastissima. In questo panorama ormai davvero affollato, un ambizioso progetto si è ritagliato un proprio, purtroppo piccolo spazio. Parliamo di Neotokyo, creatura di Radi-8 ispirata nello stile alla saga di Masamune Shirow Ghost in the Shell e più in generale alla fantascienza giapponese.

Half-Life 2 incontra Ghost in the Shell

Neotokyo è una mod per Half-Life 2 (basta scaricare l'SDK del Source gratuitamente da Steam e l'installer della mod dal sito ufficiale per iniziare a giocare), ma nacque in realtà ben prima in una versione preliminare dedicata ad Unreal Tournament. Per darvi subito un'idea di cosa stiamo parlando, provate a pensare a Counter Strike 1.6 con un'ambientazione futuristica, anche se le somiglianze tra le due sono solo apparenti. Il setting ci getta in un futuro non troppo lontano, proiettandoci a trentanni da oggi quando l'umanità sarà sempre più fusa con la tecnologia. La corruzione ha trasformato la nuova Tokyo in un incubo dove le forze militari della NSF, al servizio del primo ministro, si occupano senza sosta di identificare ed eliminare potenziali minacce per il Giappone. Parallelamente la classe d'elite della Jinrai, un altro corpo miliare, ha messo in atto un colpo di stato, posizionandosi come forza dominante nel governo e generando così un conflitto con il resto delle forze speciali.

Ecco così che le due fazioni in campo saranno NSF e Jinrai, entrambe dotate di equipaggiamento super tecnologico, impegnate in una guerra nell'ombra, lontana dagli occhi dell'opinione pubblica, nell'intento di restaurare un governo stabile e che salvi il Giappone dalla rovina. I ragazzi di Radi-8 hanno creato un background narrativo ancora più evoluto, anche se non traspare dall'esperienza di gioco, concentrata esclusivamente sugli scontri tra i due team di giocatori. Le modalità di gioco presenti in Netokyo sono due, un classico Deathmatch a squadre e Capture the Ghost. La prima, invero molto meno frequentata e supportata, non necessita certamente di spiegazioni, mentre la seconda è una sorta di evoluzione della tipica Cattura la Bandiera. Ogni partita, suddivisa in round, vedrà il torso di un cyborg comparire in un punto della mappa (diverso ogni volta anche se scelto tra spot predefiniti) e le due squadre dovranno cercare di recuperarlo e trasportalo nella zona di estrazione del proprio team. Non pensate sia però una semplice corsa, visto che imbracciare l'oggetto conteso significa perdere l'arma primaria, rimanendo con in pugno solo la pistola e ritrovandosi coi movimenti sensibilmente rallentati. Di contro entrando in simbiosi col Ghost si acquisisce la capacità di vedere gli avversari anche attraverso i muri, ma attenzione perché sarete segnalati a tutti, quindi facilmente individuabili. La sfida non è per nulla semplice, e per finire con successo il round bisognerà approntare un solido gioco di squadra, senza abbandonare mai i compagni. È possibile vincere anche semplicemente eliminando gli avversari, ma la vera soddisfazione deriva dal creare strategie vincenti, organizzandosi per coprire gli spazi, mettendosi in postazioni per coprire i compagni e tutto il repertorio tipico degli FPS più elaborati.

Il segreto sta nei movimenti

Se dalla descrizione vi sembra una mod complessa, sappiate che abbiamo per ora a mala pena scalfito la superficie di questo profondissimo titolo. Il gameplay di Neotokyo vuole essere complesso e realistico. Se pensate che già CounterStrike sia un gioco difficile, aspettate di provare il titolo Radi-8! Per morire basterà anche un solo proiettile ben assestato, per questo diventa cruciale la gestione ottimale dei movimenti e una conoscenza precisa delle mappe. Neotokyo implementa un sistema di controllo più elaborato del solito, permettendo diverse velocità di camminata, la possibilità di accucciarsi e sporgersi a destra e sinistra (la nuova patch ha sistemato in tal senso alcuni problemi della versione precedente).

Giocando abbiamo optato per un approccio il più ragionato e "silenzioso" possibile, muovendoci lentamente per evitare di fare rumore e permettere agli avversari di individuare la nostra posizione. Entra in gioco poi un'altra variabile, rappresentata dalla classe, da scegliere tra tre ovvero Recon, Assault e Support, riprese dai classici stilemi rispettivamente soldato generico e versatile, armatura più resistente e lenta nei movimenti e ruolo di supporto, preferibilmente dotandosi di fucile da cecchino. La dotazione di armi, infatti, non è standard ma all'inizio di ogni round si potrà scegliere la propria bocca da fuoco dal menu apposito nei pochi secondi che precedono l'inizio del match. Non tutti gli strumenti saranno da subito disponibili, ma quelli più avanzati vanno sbloccati acquisendo esperienza durante la partita (uccidendo, ma anche recuperando il Ghost) per sbloccare le armi più avanzate. Infine vi sono alcune abilità speciali dedicate alle diverse classi, quali la possibilità di diventare invisibili e visori particolari, che permettono di individuare il nemico rilevando il calore o i movimenti. Neotokyo è un titolo che fa del dettaglio la propria forza ed un esempio potrebbe essere proprio il "cloaking": questo, infatti, viene influenzato dai movimenti e dal contorno, così che se ci si accuccia vicino ad un elemento dello scenario sarà molto più difficile che gli altri ci notino, viceversa spostarsi, renderà la mimetizzazione meno efficace. Anche la balistica non è certamente stata lasciata al caso, così ogni arma ha un comportamento proprio, con un rinculo diverso per ogni strumento, calcolato con grande efficacia.

Esperienza per veri duri

Neotokyo è una mod per pochi, quindi, dedicata ai giocatori più esigenti che vogliono mettersi alla prova. Ma entrando sui server abbiamo notato, purtroppo, da un lato una certa latitanza di giocatori (quindi scaricatelo in massa e iniziate a giocarci non ve ne pentirete!) in secondo luogo una sorprendente benevolenza nei confronti dei nuovi arrivati.

La community intorno a questo titolo ci è parsa molto ben disposta nei confronti dei novizi, con utenti più esperti che hanno tranquillamente risposto alle nostre domande, mostrandoci le mappe e spiegandoci qualche trucco. Per potersi divertire seriamente, comunque, bisogna fare un po' di pratica, anche solo per l'unicità dell'esperienza. Facilita l'incontro col titolo l'aspetto accattivante, graziato da un comparto grafico davvero molto curato. Se siete appassionati di Ghost in the Shell noterete riferimenti di tutti i tipi, ma anche se non avete idea di cosa sia l'opera di Masamune Shirow è difficile che rimarrete indifferenti rispetto alla notevole resa del Giappone futuristico rappresentato nelle mappe di gioco. Lo stesso ottimo lavoro è stato fatto per il comparto sonoro, con effetti ricreati molto bene, sopratutto considerando che parliamo di un prodotto amatoriale. Il nostro consiglio è di raggiungere il progetto sul sito ufficiale e scaricare questa mod: superata la ripida curva di apprendimento, potreste scoprire un piccolo gioiello di profondità.