I migliori videogiochi di supereroi

Abbiamo scelto per voi i 10 videogiochi di supereroi che dovreste assolutamente provare almeno una volta nella vita!

SPECIALE di Christian Colli   —   14/05/2015
89

Indice

Siete andati al cinema, di recente? Ma sì che ci siete andati. In fondo, per ora Avengers: Age of Ultron è sulla bocca di tutti. Il nuovo film ispirato ai Vendicatori della Marvel, diretto dallo stesso Joss Whedon (Buffy l'Ammazzavampiri, Dollhouse, Firefly) che aveva preso le redini del primo Avengers qualche anno fa, ha riscosso un ottimo successo e risvegliato ancora una volta l'interesse nei confronti dei supereroi. Categoria, quest'ultima, che in ambito videoludico non latita certo, ma che raramente ha raggiunto le vette dell'eccellenza. Abbiamo quindi deciso di stilare una breve lista di videogiochi con protagonisti alcuni tra i supereroi più amati dell'universo Marvel e di quello DC Comics: è importante sottolineare che questo elenco non è una top ten in ordine di qualità, e che abbiamo dovuto rinunciare a parlare di altri titoli validissimi (Marvel: La Grande Alleanza e LEGO Batman 3: Gotham e oltre, ad esempio) per questioni di spazio, e che la nostra lista è dedicata ai personaggi delle suddette case editrici, nonostante esistano giochi supereroistici, peraltro recenti, di grande qualità, come inFAMOUS: Second Son. Inutile dire che se avete qualche altro titolo da consigliare, lo spazio dei commenti in fondo alla pagina è fatto apposta per questo.

Ecco i 10 videogiochi di supereroi che non ci dimenticheremo mai, e che dovreste giocare anche voi!

Curiosità

Sapevate che Wolverine è morto? Nei comics nessuno muore mai per sempre, ma Logan è sempre stato uno dei personaggi di spicco della Marvel, membro non solo degli X-Men ma anche dei Vendicatori, e la sua recente dipartita ha sconvolto lo status quo di molte testate. La serie Wolverine & the X-Men, per esempio, è diventata... Spider-Man & the X-Men!

X-Men Origins: Wolverine

X-Men - Le Origini: Wolverine è indubbiamente uno dei peggiori film col mutante canadese per protagonista, eppure il tie-in sviluppato da Raven Software è uno dei più convincenti. Incredibile, vero? Bisogna fare una piccola distinzione, tuttavia. Esistono varie versioni di X-Men Origins, e noi ci riferiamo alla cosiddetta Uncaged Edition per PC, PlayStation 3 e Xbox 360, ovvero quella PEGI 18 col sangue, le viscere e gli smembramenti. Potrà sembrare un po' strano, ma Wolverine affetta e viene regolarmente affettato da decenni, perciò le edizioni edulcorate per PlayStation 2 o Wii sono quelle fuori luogo. X-Men Origins è solo vagamente ispirato al film omonimo, riproponendo tematiche e situazioni viste, più che altro, nei fumetti. È un action adventure in terza persona sulla falsariga di Devil May Cry, in cui il giocatore controlla direttamente Wolverine, ovviamente, e affronta orde di nemici, tra i quali nemesi storiche come Sabretooth o il colonnello Stryker. Ai fan di James "Logan" Howlett piacque un bel po', e resta uno degli action in terza persona più validi di quel periodo.

Curiosità

Uno dei padri fondatori dell'universo Marvel, il mitico Stan Lee, fa una comparsata in praticamente ogni film legato ai personaggi della nota casa editrice... e anche in LEGO Marvel Super Heroes, con una minifig addirittura giocabile. Per sbloccarla, bisogna salvarlo cinquanta volte nelle situazioni più disparate: Stan possiede vari poteri appartenenti ai personaggi da lui creati, come la super forza di Hulk.

LEGO Marvel Super Heroes

I giochi marchiati LEGO o si amano o si odiano, ma un fan dei fumetti Marvel non può non innamorarsi perdutamente del titolo sviluppato da TT Games. Culmine di una lunga storia cominciata tanti anni fa con LEGO Star Wars, LEGO Marvel Super Heroes è diventato la nuova pietra angolare dei videogiochi basati sui famosissimi mattoncini colorati: una New York da esplorare in free roaming, livelli lunghi e complessi che obbligano i giocatori a ragionare per superare i vari rompicapi, tanti collezionabili e un'infinità di personaggi da sbloccare e controllare. LEGO Marvel Super Heroes è stato anche uno dei primi titoli TT Games a proporre una trama tutta sua attraverso una serie di intermezzi cinematici che strappano più di un sorriso. Vedere Hulk che spazza i detriti con una scopetta non ha prezzo. Il gioco, poi, trae ispirazione non solo dai fumetti, ma anche dai film del Marvel Cinematic Universe, proponendo personaggi e contesti diversi in un minestrone divertentissimo e pieno di citazioni. I fan della DC Comics potrebbero ripiegare su LEGO Batman 3: Gotham e oltre, il quale ci è sembrato, però, un po' meno ispirato.

Curiosità

La serie animata di Batman è un'eredità così potente che due attori, in particolare, hanno prestato le loro voci agli stessi personaggi per tantissimi anni, passando attraverso serie e videogiochi diversi. Sono Kevin Conroy per Batman e Mark Hamill per il Joker, doppiati in Italia rispettivamente da Marco Balzarotti e Riccardo Peroni.

The Adventures of Batman & Robin

La serie a cartoni animati di Batman datata 1992 è ancora oggi considerata come una delle migliori di tutti i tempi, a prescindere dalla sua natura "supereroistica": un termine che gli sta stretto, considerata la complessità e la profondità dei temi trattati in quello che potremmo considerare come un vero e proprio cartone "per adulti". Pluripremiata, la serie TV creata da Eric Radomsky e Bruce Timm ha ridefinito e modernizzato il Cavaliere Oscuro... e ovviamente ha figliato vari videogiochi per le console a 8 e 16-bit dell'epoca. The Adventures of Batman & Robin per SNES ci è rimasto particolarmente nel cuore. Sviluppato da Konami, il gioco era un po' platform e un po' picchiaduro a scorrimento, e si ispirava fortemente ad alcuni episodi della serie animata, riproponendone ambientazioni e scontri, con dei boss di fine livello davvero spettacolari e una grafica e delle animazioni da urlo. Merita una menzione d'onore anche la controparte per Game Boy, sempre di Konami, uno dei platform più tosti e appaganti dell'epoca. Dei veri gioiellini d'altri tempi.

Curiosità

Il cabinato si ispira fortemente all'episodio pilota di una serie a cartoni animati del 1989, intitolato X-Men: Pryde of the X-Men. Non riscosse molto successo, e la Marvel, che stava cominciando a navigare in cattive acque, staccò subito la spina alla serie. Dalle sue ceneri, però, sorse la leggendaria serie animata sugli X-Men del 1992, perciò siamo contenti lo stesso!

X-Men

Restando in tema vintage, negli anni '90 i videogiochi sui mutanti Marvel spopolavano, ma se ce n'è uno veramente rappresentativo è proprio questo: un arcade del 1992 ispirato a una serie che non avrebbe mai visto la luce. Lo abbiamo scelto anche perché è uno dei pochi picchiaduro a scorrimento sugli X-Men in cui è possibile controllare Nightcrawler e Dazzler, nonostante sia possibile scegliere Ciclope, Colosso, Tempesta e l'immancabile Wolverine, nelle loro indimenticabili calzamaglie dell'epoca. Il gioco era un beat'em-up classicissimo, in cui ci si spostava da una parte all'altra dello schermo pestando nemici su nemici e gli eventuali boss di fine livello. Con una buona varietà di ambientazioni e alcuni nemici storici - tra i quali, ovviamente, il solito Magneto - il cabinato della Konami poteva essere giocato anche in sei contemporaneamente. Nel 2010 la Backbone Entertainment lo ha convertito per PSN e Xbox Live Arcade, registrando un accompagnamento sonoro inedito e aggiustando qualche dettaglio, ma alla fine del 2013 il gioco è scomparso dagli store digitali.

Curiosità

Se vi piace l'idea di vari Spider-Man diversi che si incontrano e interagiscono tra loro, allora dovreste recuperare la maxi-saga scritta dal fumettista Dan Slott e intitolata Ragnoverso: in questo lungo arco narrativo, pieno di spin-off, l'Uomo Ragno deve collaborare con i suoi tantissimi alter ego del multiverso Marvel allo scopo di sconfiggere il vampiro psichico Morlun.

Spider-Man: Shattered Dimensions

Di avventure con protagonista l'amichevole ragno di quartiere ce ne sono a bizzeffe, e purtroppo nessuna che splenda per davvero, anche se la maggior parte è comunque molto divertente. The Amazing Spider-Man, per esempio, ci è piaciuto molto di più della tremenda pellicola cinematografica. Se dovessimo consigliare un gioco ai fan dell'Uomo Ragno, però, non potremmo non suggerire Shattered Dimensions, solo solo per il fatto che di Spider-Man, in questo gioco, ce ne sono ben quattro. L'avventura, infatti, ci cala nei panni del solito Peter Parker, ma anche delle sue versioni 2099, Noir e Ultimate, provenienti dalle omonime realtà parallele: i quattro eroi dovranno unire le forze per strappare alle grinfie di Mysterio un potente manufatto che rischia di lacerare il tessuto stesso della realtà. Pur con i suoi problemucci, Shattered Dimensions è un action game in terza persona ricco di citazioni e dettagli che delizieranno i fan. Ogni Spider-Man, ad esempio, combatte impiegando poteri e mosse diverse, e può indossare vari costumi che permettono di personalizzare l'esperienza.

Curiosità

La trama di Marvel Heroes è stata scritta da Brian Michael Bendis, uno dei più importanti fumettisti della Marvel. Bendis ha sfondato nel 2000 con Ultimate Spider-Man, serie che ha continuato a scrivere per quindici anni, diventando nel frattempo uno dei cardini della famosissima casa editrice: fra i tanti progetti importanti affidatigli, spicca anche il rilancio dei Guardiani della Galassia.

Marvel Heroes

La storia di questo clone di Diablo è lunga e travagliata, ma ci sono due dettagli molto importanti da ricordare. Primo: è stato sviluppato da Secret Identity Studios, che fa capo a Gazillion Entertainment, e l'amministratore delegato di Gazillion Entertainment è David Brevik, uno dei cofondatori di Blizzard North e, quindi, uno dei creatori di Diablo II. In altre parole, Marvel Heroes è un clone di Diablo in tutti i sensi. La seconda cosa da ricordare è che alcuni mesi fa il gioco ha cambiato titolo in Marvel Heroes 2015, per riflettere i miglioramenti apportati al software dopo un inizio poco esaltante. Oggi, Marvel Heroes è un validissimo divertissement per gli amanti del loot e del dungeon crawling, che permette di calarsi nei panni di decine e decine di eroi diversi sia nell'aspetto sia nelle abilità. Strutturato un po' come un MMO, Marvel Heroes fa particolarmente leva sul multiplayer ed è ricco di contenuti, personaggi e costumi da sbloccare, boss da affrontare e oggetti da raccogliere. Inoltre, è completamente gratis: se siete fan della Marvel, dovete provarlo almeno una volta.

Curiosità

I fan di DC Universe Online possono approfondire la storia del gioco con la miniserie in ventisei episodi, sottotitolata Legends, che è stata pubblicata tra il febbraio 2011 e il maggio 2012. La storia racconta la battaglia di Metropolis mostrata all'inizio del gioco, ma è rimasta in sospeso quando la DC ha "riavviato" il suo universo editoriale con l'evento Flashpoint.

DC Universe Online

Uscito inizialmente nel 2011 per PC e PlayStation 3, l'esperimento di Sony Computer Entertainment, sviluppato da Daybreak Company, ha riscosso un discreto successo, tanto da essere stato convertito per PlayStation 4 nel 2013. Si tratta, essenzialmente, di un MMORPG dalla forte componente action, ambientato nell'universo DC prima del "reboot" New 52: il giocatore crea un eroe o un criminale completamente personalizzato, scegliendo uno stile di poteri e un mentore che decreteranno il suo allineamento e la sua città di partenza. La storia si dipana attraverso tantissime missioni principali e secondarie che ci faranno collaborare con i super eroi o i super criminali storici dell'universo DC come Superman, Batman, il Joker, Wonder Woman, Lex Luthor e via dicendo. I personaggi che appaiono nel gioco sono tantissimi, e la maggior parte si deve picchiare selvaggiamente, dato che il sistema di combattimento è molto action oriented e rappresenta efficacemente la spettacolarità dei coloratissimi combattimenti in costume dell'universo DC. Per i fan di quest'ultimo, insomma, è un gioco assolutamente da provare.

Curiosità

Uno dei primi picchiaduro Capcom a precedere i crossover è stato Marvel Super Heroes, nel 1995, ed era incentrato completamente sugli Avengers e sulla saga delle Gemme dell'Infinito, le stesse nominate finalmente anche in Age of Ultron. I combattenti potevano raccoglierle per guadagnare dei bonus, e uno dei personaggi selezionabili, neanche a dirlo, era proprio Thanos!

Ultimate Marvel vs. Capcom 3

I picchiaduro della Capcom con i supereroi Marvel non sono solo degli spettacoli pirotecnici, ma dei veri e propri contenitori di chicche e citazioni. A parte il fatto che veder combattere Ryu contro Ciclope, in quel X-Men vs. Street Fighters 1996, era a dir poco incredibile. La serie col tempo si è evoluta e dopo più di dieci anni di pausa è tornata alla ribalta nel 2013 con Marvel vs. Capcom 3, poi migliorato nella sua versione Ultimate: un picchiaduro 2.5D con ben trentasei personaggi, di cui diciotto lato Marvel. È uno dei pochi giochi che consente di calarsi nei panni di She-Hulk o del Dottor Strange, oltre che in quelli di personaggi più classici come Iron Man, Thor o Captain America. Ciascuno di loro gode di un vasto repertorio di mosse, tra cui le spettacolari Hyper Combo: vedere Occhio di Falco che scocca una freccia con Ant-Man che la cavalca non ha davvero prezzo. Ultimate Marvel vs. Capcom 3 è quasi sempre tra i protagonisti dei tornei più famosi, nonostante sia stato criticato spesso per il bilanciamento superficiale: è semplicemente troppo popolare e divertente.

Curiosità

Come successo per DC Universe Online, anche per Injustice è stata realizzata una serie a fumetti che, però, si è rivelata essere ben più di un mero tie-in pubblicitario: anzi, è stata talmente apprezzata da essere sopravvissuta al gioco stesso, ed è ancora oggi tra gli albi DC comics più venduti, premiati e apprezzati dalla critica e dal pubblico.

Injustice: Gods Among Us

Sviluppato da NetherRealm Studios, la stessa software house che ha sfornato il recente Mortal Kombat X, Injustice nasce dalle ceneri di Mortal Kombat vs. DC Universe e si presenta come un picchiaduro tradizionale in cui gli eroi della famosa casa editrice se le danno di santa ragione. A caratterizzare quello che sembra un picchiaduro come tanti altri, però, ci sono una lunga e bellissima campagna che racconta le vicende di questo tragico universo parallelo in cui gli eroi sono diventati malvagi, e un sistema di combattimento curato, intuitivo e ricco di varietà, tra cambiamenti di scenari e punti d'interazione coi fondali. Tra i personaggi selezionabili spiccano volti celebri come Superman, Batman o Flash, ma anche super criminali come Doomsday, Darkseid o Black Adam. Per i fan dei picchiaduro e dei fumetti DC, insomma, Injustice è una vera e propria primizia che, a differenza di Ultimate Marvel vs. Capcom 3, si gioca che è un piacere anche da soli, grazie alla cura che NetherRealm, come al solito, ha riposto nella sua realizzazione.

Curiosità

Le trame di Arkham Asylum e di Arkham City sono state scritte da Paul Dini, lo storico sceneggiatore e fumettista che ha firmato tanti episodi di Batman: The Animated Series e altri cartoni animati. Dini, però, è famoso in questo contesto per aver creato il personaggio di Harley Quinn nella suddetta serie animata, immettendolo in seguito anche nell'universo a fumetti della DC.

Batman: Arkham City

Chiudiamo la nostra lista con l'immancabile serie dedicata a Batman, probabilmente tra le più convincenti nello sconfinato panorama dei videogiochi ispirati ai supereroi dei fumetti. Abbiamo scelto il secondo capitolo, Arkham City, perché ci sembra il più rappresentativo della tetralogia: dopo Arkham Asylum, lo sviluppatore Rocksteady ha adottato la formula free roaming con questo episodio e stabilito definitivamente i punti cardine del franchise, poi rispettati da Warner Bros. Games Montréal nel prequel Arkham Origins. Il giocatore prende il controllo dell'Uomo Pipistrello e deve esplorare la città in cerca dei suoi nemici, impiegando i gadget e le abilità apprese man mano per raggiungere zone precedentemente inaccessibili e sventare i piani del Joker. Il sistema di combattimento, fluido e spettacolare, si alterna a fasi stealth e complicati enigmi ambientali che nascondono collezionabili di ogni tipo. E in tutto questo, Batman deve affrontare le sue nemesi storiche, dal Dottor Freeze a Due Facce, passando per Solomon Grundy, il Pinguino e altri. Se il gameplay è spettacolare e la storia è avvincente in un titolo del 2011, pensate a come sarà Arkham Knight grazie alla next-gen!