I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

Vediamo insieme quali potrebbero essere i migliori personaggi dell'intera seria

SPECIALE di Emanuele Gregori   —   05/04/2017
36

Quando si pensa a Kingdom Hearts, automaticamente ciò che viene alla mente è il connubio tra Disney e Square Enix (al tempo ancora gloriosa Square). Per quanto questo possa essere valido, si rischia di non dare il giusto peso a tutti quei personaggi originali che rappresentano, in realtà, il vero potenziale narrativo della serie. Se è vero che il primo titolo della saga puntava molto sulle licenze alle quali si appoggiava, con gli anni e con l'andare avanti dell'intreccio le personalità create da Tetsuya Nomura sono diventate il vero fulcro del racconto. Sceglierne dieci è difficile, e ci ha portati ad escludere personaggi ai quali siamo molto legati, ma quelli che troverete qui di seguito - in rigoroso ordine alfabetico e non di preferenza - sono quelli che ci hanno lasciato più di tutti e che porteremo sempre con noi.

È il momento di scoprire i migliori personaggi della serie, almeno a nostro personalissimo parere!

Ansem

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Ho passato anni a studiare come funziona un cuore. Eppure non ho ancora imparato niente!"

Difficile da decifrare eppure prima scintilla da cui si sviluppa un intero universo narrativo. Ansem il Saggio, l'autentico, poi diventato DiZ, è l'artefice della conflagrazione del mondi, con relativa comparsa degli Heartless e di tutto ciò che conosciamo. Uomo mosso da ideali assolutamente condivisibili, finisce per rimanere schiavo della sua stessa voglia di scienza. Questo lo porterà a passare il resto dei suoi giorni a trovare un modo per rimediare ad un suo errore di molto tempo prima. Presente in questa classifica più per l'importanza intrinseca che per altro, meriterebbe una candidatura anche solo per la risata di cuore che lo distingue agli inizi di Kingdom Hearts II. In quell'occasione, ascoltando la proclamazione di "qualcuno" che dice di essere Ansem, non si può non ridere di gusto insieme a lui, sapendo chi si nasconde dietro quelle bende e quella veste.

Aqua

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Sono qui da molto tempo... Incapace di fuggire, vagabonda in un tempo che non scorre mai"

Aqua rappresenta tutto ciò che Kingdom Hearts è diventato con gli anni. La maturità narrativa della serie vede in lei il punto più alto. Non è solo uno dei tre personaggi giocabili di Birth by Sleep, ne è certamente la protagonista assoluta, scelta poi per introdurre Kingdom Hearts III attraverso il prologo 0.2. Maestra del Keyblade e legata in maniera indissolubile ai compagni Terra e Ventus, è arrivata a relegarsi nel mondo dell'Oscurità per il primo e a generare il Castello dell'Oblio per il secondo. Ha conosciuto Kairi, suo corrispettivo nella cosmologia originale, destinandola all'utilizzo del Keyblade; così come ha avuto modo di incontrare Sora e Riku ancora molto piccoli sulle Isole del Destino. Alleata di Ansem e fedele servitrice della Luce, si è schierata con Topolino durante la battaglia per sigillare Kingdom Hearts per sempre. Troppe sono le cose da dire su Aqua e ancora tante altre ce ne sarebbero. Senza dubbio è lo spartiacque definitivo di una saga che è destinata a raggiungere il suo culmine. Farà di tutto per salvare i suoi amici, anche andare ben oltre il cadere nell'oscurità!

Axel

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Il mio nome è Axel, l'hai memorizzato?"

Per tanti il personaggio migliore della saga, Axel è il migliore amico di Roxas e anche una persona estremamente più buona di quanto non vorrebbe far credere. Nonostante la sua indole lo porti a continuare sulla sua strada, modifica sempre più la propria visione, fino a sacrificarsi per qualcuno, in nome di un qualcosa al quale non potrà mai ambire. Axel è il classico comprimario destinato alla morte perché macchiato dei suoi stessi peccati. Tornato in gioco una quantità di volte probabilmente superiore a Crilin, cerca disperatamente di far tornare la memoria a Roxas. È fiero in battaglia, ma ironico al punto giusto. È anche uno dei pochi elementi dell'Organizzazione XIII veramente approfondito e questo ne fa un personaggio principale a tutti gli effetti. Con il tempo è stato in grado di ritagliare la sua grande fetta di fan, ed è probabilmente per questo che Nomura ha deciso di lasciargli sempre più spazio, trasformandolo nell'amico-nemico che ogni serie del genere dovrebbe possedere. Ha praticamente preso il posto di Riku, per alcuni versi. E poi, diciamocelo, combatte con due dischi che ricordano Xena! Questa cosa non può passare certo inosservata.

Naminè

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Roxas! Ci incontreremo di nuovo. E dopo potremo parlare di tutto. Forse io non riconoscerò te, e tu non riconoscerai me. Ma ci incontreremo di nuovo. Un giorno. Presto. Te lo prometto!"

Non nascondiamo di avere avuto un serio problema a scegliere tra Naminè e Kairi. Solo un posto in questa decina era disponibile, e alla fine ha vinto la strega Nessuno. Nata con la generazione dell'Heartless di Sora, Naminè è speciale, in quanto Nessuno di un cuore di pura luce, cosa tecnicamente impossibile. Manovrata e tenuta prigioniera dall'Organizzazione XIII all'interno del Castello dell'Oblio, è colei che manipolerà, cancellerà ed infine ripristinerà i ricordi di Sora. Sempre lontana dalle battaglie, possiede un animo sostanzialmente puro, vogliosa solo di dare un mano a chi crede stia facendo del bene. La incontriamo per la prima volta durante Chain of Memories, quando fa in modo di far credere a Sora di essere lei la ragazza che sta cercando e non Kairi. Tutti da giovanissimi sono rimasti ammaliati dalla sua dolcezza e per qualcuno è addirittura il personaggio più riuscito dell'intera saga. Nello stile e in quanto reclusa nella villa della finta Crepuscoli, ricorda un po' il personaggio di Mizuki di Ultimi Raggi di Luna. Avrà sicuramente un ruolo importante nella conclusione del racconto, chissà che non entri nel mezzo dell'azione.

Riku

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Ti arrendi di già? Forza Sora, credevo fossi più forte di così"

Personaggio schivo, dall'indole piuttosto volubile, Riku è il migliore amico del protagonista Sora e anche colui che sarebbe dovuto essere, in un certo qual modo, il vero prescelto del Keyblade. Legato ad un altro personaggio di questa lista, Terra, è anche uno dei più forti combattenti che la saga abbia mai conosciuto. Talmente importante da meritare in più di un'occasione una campagna a lui dedicata, rappresenta tutto quello che Sora in quanto protagonista assoluto non può essere. È un antieroe attratto dall'oscurità ma sostenitore della luce, e per questo anche un fedele alleato di Topolino nelle sue battaglie parallele a quelle del trio classico. Parlare di Riku significa parlare dell'essenza stessa di Kingdom Hearts, della sua lotta interna contro l'oscurità sopita nel suo cuore, talmente potente da riuscire a girarla a suo favore tramutandola in un'arma. Il suo mutamento come personaggio è tra i più articolati, profondi e a volte confusi dell'intera saga. Lo abbiamo lasciato alle porte di Kingdom Hearts III come nuovo maestro del Keyblade, dopo aver salvato nuovamente Sora. Sarà chiaramente uno dei guardiani della luce, e chissà, magari la chiave finale di tutto con possibile lacrima gettata per il suo sacrificio?

Roxas

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Quante volte dovrò ancora sconfiggerti?!"

In una lista nella quale mancherà il protagonista della serie, non poteva mancare il suo Nessuno. Siamo stati chiamati ad impersonare Roxas durante le prime ore di Kingdom Hearts II e, nonostante la voce di Jesse McCartney, non possiamo negare che l'affetto nei suoi confronti e le gesta compiute sono uno degli elementi già toccanti dell'intera saga. Divide questo fardello con un altro importantissimo personaggio, anch'essa presente in questa lista e insieme rappresentano due delle più grandi motivazioni per le quali Sora è indubbiamente il giusto protagonista di questa storia. Come in una riuscitissima scatola cinese, i frammenti del protagonista, che ne rappresentano le varie facce, sono sicuramente migliori del tutto troppo approssimativo. L'amicizia con Axel e Xion, la ricerca della proprie essenza e la vicinanza quasi maniacale a Naminè, ne fanno un personaggio pazzesco, che merita di essere in questa lista e di prosperare per sempre. Inoltre è anche uno dei combattenti migliori della serie quando si tratta di affrontarlo, e questo non fa che aumentare i punti a suo favore.

Terra

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Devi essere forte. La forza del Cuore ti porterà attraverso la più difficile delle sfide"

Terra è inconsciamente e suo malgrado la causa di tutto. Scelto come involucro da Xehanort per rigenerare il suo corpo, l'Oscurità nel suo cuore è l'arma con la quale viene manipolato dal maestro. Il legame fortissimo che lo lega ai suoi amici Aqua e Ventus rappresenta la sua stessa maledizione. In questo è molto vicino a Riku, e ne è senza dubbio il corrispettivo nel trio originale. Nonostante i risvolti è un fervido sostenitore della Luce, ma come il migliore amico di Sora, quel barlume di Oscurità lo sovrasta, lo acceca, fino a sconfiggere il proprio maestro Eraqus. Riesce a sue spese a compiere esattamente il progetto del maestro Xehanort e a regalargli un corpo, attraverso il quale perpetrare la sua malvagità per più di un decennio. Caduto nel regno dell'Oscurità, viene salvato da Aqua che lo riporta in superficie, con l'unico risultato di essere trovato da Ansem e dai suoi allievi. Con Riku spartisce anche il gravoso ruolo di personaggio più sfruttato della saga, dai fortissimi sentimenti, talmente forti da ritorcersi contro il suo stesso cuore.

Xemnas

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Se Luce e Oscurità sono eterne allora di certo anche noi Nessuno dobbiamo esserlo... Eterni..."

Xemnas, Xehanort o come diavolo vogliate chiamarlo. Ognuno è una forma diversa derivante dalla stessa malvagità. Il cattivo per antonomasia della serie, in barba a Malefica e compagnia bella, rappresenta tutta la follia insita nel progetto dell'Organizzazione XIII. Il Nessuno di Xehanort non ha molto da spartire con i suoi compagni, ma non per questo è meno motivato a raggiungere i suoi scopi. Derivante dal vecchio maestro Xehanort, rinato tramite il corpo di terra, Xemnas è il personaggio che più di tutti genera odio incondizionato durante l'intera durata di Kingdom Hearts II. Questo fino ad una delle sequenze finali, quando diventa chiaro che la sua cattiveria non è altro che follia. L'assurdità di un mondo in pace, passa dalla distruzione tramite l'Oscurità. La sua spasmodica ricerca del Kingdom Hearts lo porterà alla rovina, durante uno degli scontri più lunghi e più belli dell'intera saga. Xemnas merita il rispetto di tutti per il livello altissimo al quale tiene tutta la sua narrazione e per un carisma davvero difficile da ottenere, considerato che si tratta del solito cattivo a capo della squadra di altrettanti cattivi!

Xigbar

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Non sono grandiosi i cuori? Ci guidano in modo sbagliato ogni volta"

Xigbar è il numero due dell'Organizzazione XIII e anche uno dei pochi, probabilmente, a conoscenza di tutti i piani di Xehanort. Personaggio particolare, tiratore scelto e sempre in bilico tra l'alleato e il supercattivo, l'unica certezza sul suo conto è che si tratti di uno dei sei apprendisti di Ansem il Saggio. Ha sposato il progetto di Xemnas una volta divenuti Nessuno anche se sembra avere i suoi personali scopi. Sarà facile ritrovarlo nel terzo capitolo come uno degli elementi più enigmatici e importanti della cosmologia di Kingdom Hearts. La sua forma umana, Braig, ha una grossa importanza all'interno di Kingdom Hearts Birth by Sleep, durante il quale prende il colpo che lo porterà ad indossare l'iconica benda sull'occhio. È anche uno dei pochissimi, insieme ad Axel e Saix ad aver affrontato sia Roxas che Sora. Ossessionato dal cuore e dalla sua capacità di manipolare le azioni delle persone, la sua voglia di sperimentare l'ha probabilmente reso più cattivo di quanto non sia. Oppure è il più cattivo di tutti, la confusione non è mai troppa quando si parla di Kingdom Hearts!

Xion

I dieci migliori personaggi di Kingdom Hearts

"Il mio posto è con Sora e ora devo tornare indietro da lui"

Xion rappresenta quella tipologia di personaggio nascosto, disconosciuto ai più, che però lascia un vuoto nel cuore talmente grande da tramutarsi facilmente in quello al quale più ci si sente legati. È l'inesistente quattordicesimo membro dell'Organizzazione XIII e a lei/lui è dedicata la quasi totalità della narrazione di Kingdom Hearts 358/2 Days. Migliore amica di Roxas e Axel, convive con la condanna di essere una copia imperfetta di Roxas, basata sui ricordi di Sora. La sua creazione è opera delle volontà di Xemnas, che vuole tenerla come garanzia in caso di fallimento del suo progetto riguardo Roxas. L'amicizia che stringe con quest'ultimo è talmente potente da portarla in uno stato di semi follia, fino all'incontro con Naminè, che la mette al corrente della sua stessa realtà e della necessità di ricongiungersi a Sora e sparire per sempre. Dopo uno lungo e straziante scontro con Roxas, Xion abbandona questo mondo, sparendo per sempre dalla memoria di chiunque e diventando il personaggio più triste e malinconico della saga. La potenza della sua storyline è incontestabile, ma il suo dislocamento in un titolo non conosciutissimo dal grande pubblico, genera a volte dei grandi punti interrogativi. Nonostante abbia un aspetto femminile è a tutti gli effetti un'emanazione di Sora, la quale prende i tratti somatici di Kairi, avendo quest'ultima condiviso il cuore di pura luce con Sora stesso.