I migliori giochi per PlayStation VR 96

Una carrellata dei migliori titoli fruibili indossando il visore PlayStation VR

SPECIALE di Davide Spotti —   05/07/2017

Indice

A quasi nove mesi dal lancio, la situazione di PlayStation VR appare ancora in evoluzione. Il superamento del primo milione di unità vendute è un piccolo traguardo, ma come è stato sottolineato dallo stesso Shawn Layden, presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment America, il cammino da intraprendere per affermare la nuova tecnologia presso il grande pubblico è ancora lungo e tutt'altro che scontato. In attesa di valutare la piega che assumerà il giovanissimo mercato della VR negli anni a venire, abbiamo deciso di selezionare per voi quelli che allo stato attuale possono considerarsi i migliori titoli disponibili per la piattaforma di Sony. Non perdiamo altro tempo e scopriamoli insieme!

Batman Arkham VR – Il nostro voto: 7.8

Incluso nella line-up di lancio di PlayStation VR, Batman Arkham VR è stato realizzato con l'obiettivo di porre il giocatore nei panni dell'uomo pipistrello. Un'esperienza senza precedenti, che mette da parte la componente action degli episodi tradizionali per dare spazio alle attività di indagine e all'esplorazione della villa Wayne, fianco a fianco con il fedelissimo maggiordomo Alfred. La missione prevede di individuare ulteriori dettagli sulla scomparsa di Robin e Nightwing ed è proprio attraverso l'osservazione di vari oggetti e la gestione dell'equipaggiamento che si dà il via a un viaggio inusuale. Ciò che stupisce è per l'appunto il grado di immedesimazione che si instaura una volta indossata la tuta di Batman, un'esperienza senz'altro consigliata agli appassionati della saga, seppur di breve durata.

EVE: Valkyrie – Il nostro voto: 7.5

Un altro titolo di lancio di PlayStation VR che ci sentiamo di consigliare è EVE: Valkyrie, spin off del celebre MMO ad ambientazione spaziale che ricrea l'adrenalina degli inseguimenti galattici con avvincenti sfide online. La modalità single-player è stata volutamente ridotta all'osso e suddivisa tra missioni di raccolta a d'assalto che evidentemente non rappresentano il piatto forte dell'esperienza. Peraltro CCP Games ha cercato di arricchire l'offerta con dei contenuti aggiuntivi come l'espansione Groundrush, che nel mese di aprile ha introdotto nuove mappe collocate sulla superficie dei pianeti. Stiamo parlando di un prodotto specificamente indirizzato a chi voglia affrontare altri utenti in rete, pertanto se siete alla ricerca di una campagna per giocatore singolo fareste meglio a dirigervi altrove. Se al contrario apprezzate le sfide multiplayer, e magari avete acquistato da poco PlayStation VR, fareste bene ad approfondire.

Resident Evil 7 – Il nostro voto: 9

Alla sua uscita Resident Evil 7 biohazard ha dovuto fare i conti con una buona dose di diffidenza. La nuova avventura di Capcom prometteva di allontanarsi in modo netto dal vituperato sesto capitolo, ma sembrava allo stesso tempo discostarsi dalla tradizione. Col senno di poi la casa giapponese ha colpito nel segno, mettendoci tra le mani un titolo innovativo e allo stesso rispettoso delle esigenze dei fan più affezionati. Anche se non stiamo parlando di un prodotto specificamente pensato per la realtà virtuale, l'opportunità di sfruttare PlayStation VR per vivere questa nuova storia è un'occasione che qualsiasi appassionato del genere survival horror non dovrebbe lasciarsi sfuggire. Gli sviluppatori hanno lavorato per far sì che l'esperienza in VR risulti confortevole e all'altezza delle aspettative, anche per merito di specifici settaggi grafici che migliorano la percezione dell'ambiente circostante.

Rez Infinite – Il nostro voto: 8.5

Lo scorso inverno Rez si è rifatto il look ed è approdato su PlayStation 4 con una veste grafica rinnovata e qualche funzionalità inedita, a quasi quindici anni di distanza dall'uscita delle versioni per Dreamcast e PlayStation 2. Il capolavoro firmato da Tetsuya Mizuguchi era già stato riproposto in HD su Xbox Live Arcade nel 2008, ma in questa nuova versione la tradizionale fruizione in 2D è stata letteralmente scavalcata dal supporto della realtà virtuale. Dopo aver indossato PlayStation VR, Rez Infinite apre al giocatore le porte di una nuova dimensione, luci e suoni si fondono per creare un'esperienza unica. L'avventura psichedelica dei tempi andati raggiunge così nuovi picchi di coinvolgimento anche per merito di una grande fluidità e della completa assenza di motion sickness. I segmenti tradizionali sono stati impreziositi dalla presenza dell'Area X, un nuovo livello che a dispetto della sua durata limitata riesce regalare soddisfazioni. Per farla breve, Rez Infinite è una tappa pressoché imprescindibile per qualsiasi appassionato e a maggior ragione per chi non abbia mai avuto occasione di giocare alle precedenti edizioni.

RIGS: Mechanized Combat League – Il nostro voto: 8

Finora abbiamo parlato di titoli compatibili con PlayStation VR ma sfruttabili senza problemi anche davanti al proprio televisore. RIGS: Mechanized Combat League fa parte invece di quei prodotti specificamente creati per essere fruiti con addosso il visore. Sviluppato da Guerrilla Cambridge, è un interessante e frenetico shooter competitivo in prima persona che a fianco della tradizionale modalità Deathmatch offre due alternative dalle caratteristiche peculiari: la modalità Endzone, in cui l'obiettivo di ciascuna squadra prevede di segnare punti introducendo una sfera olografica nella porta avversaria e Power Slam, dove con un determinato numero di uccisioni o la raccolta di sfere è possibile accedere a un'area sopraelevata della mappa e portare a segno il punto. Stiamo quindi parlando di una soluzione particolarmente adatta a chi voglia sperimentare il brivido della competizione avendo l'impressione di mettere per davvero piede all'interno di un'arena. Consigliato, a patto che il motion sickness non sia un vostro tallone d'Achille.

Star Trek: Bridge Crew – Il nostro voto: 8

Star Trek: Bridge Crew è il titolo più recente tra quelli che abbiamo deciso di proporre in questa sede. Ideato da Ubisoft Redstorm per essere sfruttato unicamente con la realtà virtuale, propone una sequela di missioni da completare a piacimento in solitaria o in modalità cooperativa insieme ad un massimo di tre amici, che possono entrare in partita in qualsiasi momento sostituendosi ai personaggi guidati dall'intelligenza artificiale. La componente più interessante è legata proprio alle meccaniche di comunicazione con gli altri partecipanti alla partita, grazie alle quali è possibile coordinare al meglio i movimenti e le tattiche dell'intera squadra. Nonostante palesi evidenti limiti di carattere tecnico, Bridge Crew è l'ideale per gli appassionati dell'universo di Star Trek, specialmente se si ha la fortuna di poter condividere costruttivamente l'avventura con altri appassionati: un valore aggiunto di non poco conto.

Thumper – Il nostro voto: 8.8

Abbiamo tessuto le lodi di Rez e delle sue atmosfere psichedeliche, ma credeteci quando vi diciamo che in fatto di accostare colori e suoni ritmati Thumper non è affatto da meno. Il titolo creato da Drool - piccolo studio indipendente formato da ex dipendenti di Harmonix - è disponibile per PlayStation 4 dallo scorso autunno e per i più curiosi può essere fruito anche indossando PlayStation VR. In Thumper l'etichetta tradizionale di rhythm game è stata messa da parte per rendere il fruitore partecipe di un'esperienza unica e per condurlo in un mondo dove il ritmo martellante della musica stimola i riflessi. Come avrete intuito, l'utilizzo della VR non può che esaltare i punti di forza di questa particolarissima esperienza interattiva, donandole un fascino e un carisma davvero degni di essere ricordati.