Crash Bandicoot 4: It's About Time, guida alle Maschere Quantiche

Tutti i segreti delle Maschere Quantiche di Crash 4: cosa sono e come si usano?

SPECIALE di Simone Pettine   —   04/10/2020
8

Le Maschere Quantiche rappresentano la principale novità di Crash Bandicoot 4: It's About Time. Abbiamo già avuto modo di raccontarvi per bene che cosa ne pensiamo del ritorno del marsupiale più famoso di sempre nel mondo dei videogiochi: se avete la nostra recensione di Crash Bandicoot 4: It's About Time, probabilmente lo saprete. E saprete anche bene come, appunto, Crash Bandicoot 4: It's About Time sia una produzione così ricca di contenuti da meritare singoli approfondimenti su determinati aspetti... per esempio sulle Maschere Quantiche. Che cosa sono? Dove si trovano? E come si usano al meglio? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande, e ad altre che forse vi siete già posti.

Cosa sono le Maschere Quantiche?

Le Maschere Quantiche rappresentano la novità più importante di Crash Bandicoot 4: It's About Time, perché arricchiscono il gameplay di potenzialità inedite e "svecchiano" il più possibile una formula di gioco ormai sì ben consolidata, ma che risale anche a più di dieci anni fa. Le maschere in sé c'erano già in Crash Bandicoot: Aku Aku (quella del Budega!) è la più nota, e ha sempre protetto Crash dai colpi dei nemici. Uka Uka, gemello malvagio, è invece uno dei nemici più pericolosi della serie: entrambe tornano anche in Crash Bandicoot 4: It's About Time.

Crash Bandicoot 4 Its About Time 2

Cosa sono allora le Maschere Quantiche? Si tratta di quattro membri della famiglia eccezionalmente potenti, e che normalmente non vivono sull'isola di Crash Bandicoot. Il loro compito è quello di tenere unito il tessuto spazio-temporale della realtà stessa, evitando fratture dimensionali; o almeno, era questo prima che Uka Uka non utilizzasse i suoi poteri proprio per squarciare il velo tra i mondi. In questo modo l'equilibrio è stato distrutto, e le Maschere Quantiche sono ora disperse: solo rimettendole tutte insieme è possibile ristabilire la situazione originale.

A cosa servono?

Se dal punto di vista narrativo lo scopo della Maschere Quantiche è più che chiaro, lo stesso inizialmente non si può dire per il gameplay: questo è un bene, perché garantisce il senso della scoperta da parte del giocatore. Chi non abbia seguito il reveal e i video commerciali di Crash Bandicoot 4: It's About Time non sa assolutamente nulla delle maschere, e quando incontra Lani-Loli per la prima volta nel tempio sull'isola si aspetta solo che sia un nuovo compagno di viaggio.

Crash Bandicoot 4 Its About Time 8

Ma le Maschere Quantiche, all'interno del gioco, servono eccome: garantiscono poteri speciali, benché momentanei, al protagonista (Crash o Coco che sia); tutti gli altri personaggi secondari non possono invece utilizzarle, perché hanno già i propri poteri e gadget a disposizione probabilmente. Crash Bandicoot 4: It's About Time fornisce al giocatore le Maschere Quantiche solo e soltanto in determinate occasioni, e solo in presenza di precisi ostacoli all'interno dei livelli.

Il giocatore, quindi, non può liberamente equipaggiare le maschere da un inventario, come farebbe in qualsiasi RPG, ma limitarsi ad utilizzarle quando possibile e quando dovuto. È bene notare che nei momenti in cui Crash Bandicoot 4: It's About Time fornisce una maschera, quest'ultima si rivela indispensabile per proseguire: non esistono trucchi o altre strade. Bisogna imparare ad usarle e basta, altrimenti non si va avanti.

Lani-Loli: modificare la realtà

Lani-Loli è la prima Maschera Quantica che Crash incontrerà nel corso della sua avventura, già nel secondo livello di gioco. Si tratta di una maschera azzurra e particolarmente fifona, ma è anche quella che ha preso in mano la situazione dopo la frattura dello spazio-tempo: è lei a spiegare al protagonista che bisogna ritrovare gli altri tre membri della famiglia prima che N Tropy e Cortex facciano troppi danni tra le dimensioni.

Crash 4 1

Lani-Loli permette al giocatore di modificare la realtà: nei livelli in cui è possibile utilizzarla, si noteranno subito degli oggetti trasparenti e altre semplicemente scintillanti di una luce azzurra. Il potere di Lani-Loli fa sì che sia possibile invertire la presenza di questi oggetti a schermo: nello stesso momento quelli trasparenti "compaiono" e diventano solidi, mentre quelli brillanti spariscono dal livello. Gli elementi del livello, insomma, si danno il cambio, ma non possono essere presenti tutti nello stesso momento.

Crash 4 2

L'utilizzo lato gameplay di questo potere è piuttosto evidente: Crash fa comparire (cioè proietta nella sua realtà) oggetti prima inesistenti, e ne fa sparire di conseguenza degli altri. Immaginate di saltare tra una serie di piattaforme ora trasparenti ora solide, dovendole far apparire e sparire con una certa sincronia: non è un compito sempre facile. La stessa meccanica ovviamente viene sfruttata anche durante le corse su foni o travi di ferro, con la differenza che qui il tempismo deve venire a patti con la velocità.

‘Akano: potenza pura

La seconda maschera incontrata da Crash nel suo viaggio è 'Akano: di colore viola, estremamente silenziosa e dall'aspetto che oscilla tra il burbero e il minaccioso. In realtà si rivelerà anche lei un'alleata imprescindibile, questa volta anche durante il combattimento contro i nemici.

Crash 4 3

'Akano rappresenta la potenza pura, ed è alimentata dalla materia oscura. Tanto per cominciare, permette di respingere gli attacchi magici (di colore verde): rende dunque Crash invulnerabile a tali minacce, fintanto che quest'ultimo sta eseguendo una piroetta. Ovviamente c'è sempre il rovescio della medaglia: l'urto contro il nemico non si rivela fatale, ma spinge comunque Crash lontano, e questo può rivelarsi problematico su piattaforme molto piccole o in presenza di casse pericolose come quelle TNT e Nitro.

Crash 4 N Verted 1

La Maschera Quantica in questione permette anche di eseguire una giravolta infinita ed inarrestabile: ciò consente di distruggere qualsiasi oggetto presente a schermo, anche le casse di ferro, nonché di coprire lunghissime distanze in volo grazie al doppio salto. Vi sono interi livelli che richiedono di saltare tra due piattaforme lontanissime, sfruttando il salto con piroetta di 'Akano. Bisogna però fare moltissima attenzione alle casse TNT e alle Nitro: entrambe esplodono immediatamente al contatto con la maschera durante la giravolta, e lì la morte è assicurata.

Kapuna-Wa: fermare il tempo

Kapuna-Wa è la terza maschera incontrata da Crash, una simpatica nonnina che conosce ciò che è stato e ciò che deve ancora accadere; tanto che ovviamente nessuno vuole sentirla parlare troppo, perché conoscere il futuro può essere angosciante o pericoloso. È comunque molto gentile e disponibile, e fornisce subito a Crash i suoi poteri per avanzare nei livelli ghiacciati, altrimenti inaccessibili.

Crash Bandicoot 4 Its About Time 1

La terza Maschera Quantica permette di fermare il tempo, anche se in realtà ciò è solo apparente: più semplicemente il giocatore rallenta lo scorrere dei secondi fino quasi ad immobilizzarlo. In questo frangente, qualsiasi cosa sia presente a schermo ovviamente rallenta di conseguenza: un nemico, così come una piattaforma che stava cadendo davvero troppo rapidamente, e sulla quale sembrava impossibile salire.

Crash 4 4

Nelle sessioni in cui è possibile utilizzare Kapuna-Wa gli sviluppatori hanno anche collocato delle nuove casse che, una volta attivate da un interruttore, spariscono dopo pochi istanti. A quel punto bisogna ovviamente fermare il tempo e correre a colpirle tutte di seguito prima che sia troppo tardi.

Ika-Ika e la gravità

Cerco un centro di gravità permanente, recitava la canzone. Ma in Crash Bandicoot 4: It's About Time di permanente non c'è quasi nulla, a parte il divertimento: ecco allora che la quarta Maschera Quantica, Ika-Ika, consente di modificare la gravità dei livelli. In realtà bisogna essere più precisi: a variare è il centro di gravità del Bandicoot, e non anche degli oggetti di gioco o dei nemici, che restano tutti ai propri posti.

Crash Bandicoot 4 Its About Time 4

L'utilizzo della maschera è intuitivo: serve per avanzare lungo strade che all'improvviso terminano con un pericolo inaggirabile e proseguono al sicuro sul soffitto; solo il cambio della gravità permette di passare da una parte all'altra. Sopra e sotto, sotto e sopra, di continuo: esattamente come Lani-Loni chiedeva di cambiare costantemente la presenza degli oggetti a schermo, o Kapuna-Wa lo scorrere alterato o consueto del tempo.