Disney+: film, serie TV e documentari da vedere 29

I film, le serie tv e i documentari da vedere su Disney+: la classifica dei più belli da guardare secondo noi sulla nuova piattaforma streaming dell'omonimo colosso americano

SPECIALE di Mattia Pescitelli   —   24/03/2020

Indice

Disney Plus sta per arrivare anche in Italia. La nuova piattaforma streaming proporrà un gran numero di contenuti già dal lancio, il che renderà difficile scegliere con quale prodotto audiovisivo iniziare, specialmente se avete attivato la prova gratuita e non avete voglia di perdere tempo con film e serie tv che potrebbero non piacervi.

Per questo, abbiamo pensato di consigliarvi alcune delle produzioni disponibili, così da aiutarvi nella vostra scelta, nel caso in cui siate ancora incerti su cosa guardare. Dato che le produzioni originali saranno sicuramente il "traino" che porterà molti ad abbonarsi o provare il servizio, abbiamo deciso di lasciarle al di fuori di questa lista. Tuttavia, è ovvio che consigliamo calorosamente di provare prima le novità e poi le "vecchie glorie" di casa Disney. Inoltre, abbiamo scelto di consigliare produzioni (il più delle volte) non troppo conosciute . Quindi, non ve la prendete se nella lista non vedrete film commercialmente e socialmente rilevanti (tranne per i casi di Marvel e Star Wars, dove è difficile trovare qualcosa di "socialmente non rilevante"). Abbiamo preferito "scommettere" più che "puntare sul sicuro". Speriamo di aver fatto cosa gradita.

Ecco, quindi, i film, le serie tv e i documentari da vedere su Disney+, gli imperdibili secondo noi.

Grandi classici Disney

Bene o male, ogni classico Disney ha contribuito all'affermazione della casa produttrice come la più amata del mondo. Di conseguenza, non bisognerebbe lasciarsi scappare neanche una delle innumerevoli pellicole che hanno segnato intere epoche, anche solo per vedere come cambia la sensibilità del pubblico, dell'industria e degli autori con il passare degli anni.
Tuttavia, abbiamo deciso di fare per voi una scrematura (totalmente personale e non vincolante) di quelli che riteniamo essere non per forza i migliori film, ma senz'altro i più rilevanti dal punto di vista del periodo d'uscita e dell'impatto sociale che hanno suscitato.

Biancaneve e i sette nani

Non lasciatevi illudere dall'aspetto fiabesco. Biancaneve e i sette nani, oltre a essere il primo lungometraggio realizzato dalla Walt Disney Pictures, è anche il primo lungometraggio d'animazione prodotto negli Stati Uniti, nonché il primo a essere stato realizzato interamente a colori. Questo lo rende a tutti gli effetti uno dei capisaldi della storia del cinema.
Una pellicola che ogni appassionato di cinematografia dovrebbe recuperare, anche se l'animazione non è "pane per i suoi denti".

Fantasia

Classe 1940, Fantasia è parente prossimo di Biancaneve, ma abbiamo comunque voluto inserirlo in questa lista perché è una vera opera d'arte.
Uscita durante la guerra, questa nuova pietra miliare Disney ha avuto qualche difficoltà agli inizi (principalmente a causa del conflitto in corso, che ha impedito l'esportazione della pellicola nei territori europei), ma si è poi subito affermata per il suo peculiare stile d'animazione, accompagnato dalle opere musicali di grandi autori del passato come Bach, Stravinskij e Schubert.

Robin Hood

Facciamo un piccolo salto in avanti con gli anni (con buona pace di tutti i grandi film che abbiamo saltato) per arrivare al 1973 di Robin Hood. Abbiamo scelto proprio questa pellicola perché è la prima a essere stata interamente realizzata dopo la morte di Walt Disney. Uno degli aspetti più interessanti risiede proprio nel fatto che, nonostante il basso budget (sono state riutilizzate e riadattate moltissime scene e intuizioni provenienti da precedenti film; ne sono una prova Little John e Sir Biss, due "riedizioni" di Baloo e Kaa, rispettivamente l'orso e il serpente de Il libro della giungla), gli autori siano riusciti a creare una pellicola così particolare da diventare quasi istantaneamente un classico dell'animazione cinematografica. Il che non è cosa da poco.

Il gobbo di Notre Dame

Facciamo un altro salto in avanti e approdiamo agli anni '90, il decennio della rinascita disneyana. Tra tutti i magnifici titoli usciti in questo periodo di fermento, vogliamo proporvi Il gobbo di Notre Dame, un vero e proprio gioiello della corona Disney.
Solo la sequenza d'apertura dovrebbe fornirvi sufficienti giustificazioni per recuperare immediatamente questo classico d'animazione. Ma, nel caso in cui non foste ancora convinti, continuate la visione. Sarà un crescendo emozionale, esattamente come la suggestiva colonna sonora firmata da Alan Menken e (giustamente) candidata agli Oscar.

Koda, fratello Orso

I primi Duemila sono stati anni in cui Dreamworks ha fatto valere il suo nome sia dal punto di vista dell'animazione 2D (titoli come La strada per El Dorado e Spirit - Cavallo Selvaggio su tutti) che sul piano del 3D (chi non conosce Shrek?).
Durante questo periodo, Disney ha comunque dimostrato la sua forza con alcuni ottimi film, come gli straordinari Il pianeta del tesoro, Atlantis - L'impero perduto, Le follie dell'imperatore e il titolo che vogliamo proporvi oggi, ovvero Koda, fratello Orso. Possibilmente il film più sottovalutato dell'intera filmografia Disney, questo cartone animato non è solo uno degli ultimi pilastri dell'animazione 2D firmata Disney, ma anche un film estremamente toccante e d'impatto, valore incrementato dalla colonna sonora firmata da Phil Collins (autore anche del commento musicale di Tarzan, altro titolo che vi consigliamo caldamente di recuperare).

Rapunzel - L'intreccio della torre

Per finire, arriviamo all'era del 3D con un film d'animazione divertente e sagace. Stiamo parlando di Rapunzel - L'intreccio della torre, ovvero l'approdo definitivo delle principesse Disney alla computer grafica. Oltre a intrattenere i più piccoli, il film si dimostra rilevante anche a livello prettamente cinematografico, con alcune scene egregiamente realizzate, oltre a un utilizzo dell'illuminazione veramente oculato.

Film

Negli anni, Disney ha prodotto un'infinità di lungometraggi non animati. Sicuramente, i primi anni 2000 sono stati il momento di maggior fermento sotto questo punto di vista. Difficile non riconoscere il successo commerciale di saghe cinematografiche come quella dei Pirati dei Caraibi o de Le cronache di Narnia, anche se non è da sottovalutare l'importanza di film come Flubber, Chi ha incastrato Roger Rabbit o I tre moschettieri, più datati, ma altrettanto validi. Per questo, vogliamo consigliarvi alcune pellicole meno conosciute, ma ugualmente meritevoli.

Il mistero dei templari

Tra i tanti film disponibili, vi chiederete perché vi stiamo consigliando proprio questa pellicola con Nicolas Cage e Sean Bean. È difficile da credere, ma i due capitoli che compongono questa saga cinematografica sono stranamente sorprendenti, pur non essendo dei capolavori della cinematografia.
In parole povere, Il mistero dei templari è un "Indiana Jones wannabe" che punta molto sul lato storico della ricerca del tesoro. Nel primo film, la storia templare incontra quella americana e non solo, in un intreccio abbastanza complesso (sulla carta). Tuttavia, lo spettatore è portato a comprendere ogni singolo indizio presente pur non conoscendo le nozioni storiche che servirebbero per decifrarli. Questo grazie soprattutto a delle spiegazioni fulminee e ben implementate nella narrazione, che rendono il film non solo più apprezzabile da parte del grande pubblico, ma anche divertente nelle sue forme di messa in scena.

Sister Act - Una svitata in abito da suora

Speriamo con tutto il cuore che abbiate già visto Sister Act. Chi non lo avesse ancora fatto, dovrebbe farlo immediatamente, perché è un film estremamente divertente, con una Whoopi Goldberg scatenata e una storia che riesce a essere (a suo modo) anche avvincente. C'è il crime, c'è la commedia, c'è la musica. Cos'altro chiedere? Qualcuno dirà: "Un bel film!", ma a volte anche le pellicole meno affascinanti possono regalare dei bei momenti, spesso migliori di quelli offerti da molti capolavori o sedicenti tali.

Steamboat Willie

Torniamo un attimo sul fronte animato per consigliarvi questo piccolo, grande corto animato. Datato 1928, Steamboat Willie è stato uno dei primi cartoni animati con il comparto sonoro sincronizzato alle immagini. Dal 2007, una scena tratta dal film è diventata il logo animato della Walt Disney Animation Studios. Con una durata di poco meno di dieci minuti, è quasi d'obbligo recuperarlo.

Serie tv

Disney+ propone diverse serie tv. Oltre agli originali già presenti al lancio e quelli che arriveranno nei prossimi mesi, vi consigliamo alcuni serial e serie da non perdere.

I Simpson

Avere a disposizione 500 episodi in streaming da guardare quando e dove si vuole sembrerà un sogno per tutti i fan della serie di Matt Groening, eppure è realtà. Grazie all'acquisizione della 20th Century Fox, ora la famiglia dei Simpson si è unita a quella della casa di Topolino. Per tutti coloro che non hanno mai avuto modo di guardare le puntate in modo sequenziale, è un'occasione da non farsi assolutamente scappare.

Gargoyles - Il risveglio degli eroi

I più "attempati" tra di voi conosceranno sicuramente questa serie animata firmata Disney. Se volete vedere quali cartoni guardavano i "ragazzi degli anni '90", questo è un buon punto di partenza (ma, ovviamente, è solo la punta dell'iceberg di quello che passava quegli anni in tv).

Gravity Falls

Seguendo un po' il flusso delle serie animate degli ultimi anni, Gravity Falls è uno di quei prodotti che riesce a intrattenerti anche se non si ha mai visto una puntata della serie. Se state cercando qualcosa di "simile" (tra mille virgolette) ad Adventure Time, questa serie potrebbe fare al caso vostro.

Documentari

Disney+ vuole alzare l'asticella anche a livello documentaristico, proponendo una vasta selezione di produzioni firmate National Geographic e non solo. Vediamo cosa vale la pena recuperare.

One Strange Rock: Pianeta Terra

Prodotta da un regista estremamente controverso nel panorama cinematografico attuale, Darren Aronofsky, e condotta dall'attore Will Smith, One Strange Rock: Pianeta Terra è sicuramente una docu-serie da tenere in considerazione se siete amanti della natura. Le immagini vi lasceranno senz'altro a bocca aperta.

Il mondo secondo Jeff Goldblum

Sappiamo che è un originale Disney+, però abbiamo comunque voluto inserirlo in questa lista per dargli un po' di risalto in più. Questa docu-serie vede protagonista Jeff Goldblum (Jurassic Park, Independence Day, La mosca), viaggiatore in cerca di conoscenza e comprensione di un mondo in continua evoluzione. Oltretutto, in quest'avventura se la vedrà con l'industria dei videogiochi, quindi può essere interessante da recuperare anche per noi giocatori.

Free Solo - Sfida estrema

Da aggiungere alla watchlist anche un documentario premio Oscar: Free Solo - Sfida estrema. In questa pellicola seguiamo la preparazione del climber Alex Honnold fino alla folle scalata di El Capitan, avvenuta a giugno 2017. Se cercate un bel po' di tensione, questo documentario farà sicuramente al caso vostro.

Pixar

Partiamo dal presupposto che vale la pena guardare ogni film della Pixar. Ovviamente, ci sono le "cadute di stile" (chi non le ha nella sua filmografia), come Cars 2 e 3 o il primo Planes (il secondo, per chi scrive, non è poi così male, ma è evidente che il resto del mondo abbia un altro parere). Tuttavia, sono talmente poche che risulta difficile decidere cosa consigliare e cosa, invece, lasciare in disparte. Quindi, dato che non sono così tanti e, bene o male, sono tutti dei grandissimi film, facciamo prima a consigliarveli tutti. Il prossimo!

Da tenere d'occhio anche la presenza di tutti i film degli X-Men, dall'originale a X-Men - Apocalisse. Al momento manca all'appello Dark Phoenix, ma non c'è dubbio che approderà anche quest'ultimo sul servizio streaming Disney.

Universo Cinematografico Marvel

Ormai solo chi non è interessato al MCU non ha ancora recuperato la filmografia Marvel degli ultimi dieci anni. Tuttavia, se qualcuno volesse cogliere l'avvento di Disney+ per comprendere cosa renda questo vasto universo cinematografico tanto speciale per il pubblico, vi consigliamo qualche film che funziona anche in modo indipendente, senza dover per forza iniziare un'epopea nella quale, magari, non ci si vuole immischiare.

Black Panther

Partiamo con uno dei pochi film Marvel che ha riscosso grande successo anche a livello di critica, ovvero Black Panther. Il film si lascia guardare, intrattiene e, tutto sommato, riesce anche a emozionare. A livello visivo (soprattutto per quanto riguarda i costumi) si distacca parecchio dagli standard Marvel, quindi è interessante recuperarlo anche solo per vedere l'MCU sotto una "nuova veste".

Iron Man

È difficile che qualcuno ancora non lo abbia recuperato, però vogliamo comunque consigliarvi il film che ha dato il via a tutto, in quanto è forse l'unico che rimane "ben saldo a terra", in un certo senso sempre plausibile, raramente alla ricerca di lidi eccessivamente fantascientifici. È abbastanza surreale il fatto che Robert Downey Jr. sia ormai mondialmente riconosciuto come Tony Stark, ma anche questa è la magia del cinema: illuderti, allontanarti dalla realtà e portarti dinanzi a personaggi che non esistono, ma ai quali ti affezioni così tanto da diventare parte del mondo che ti circonda.

Guardiani della Galassia Vol. 2

Vi chiederete perché vi stiamo consigliando il secondo capitolo della serie di film con protagonisti i Guardiani. Semplicemente perché a livello visivo è un gradino sopra il suo predecessore. Il primo film, come quasi sempre accade, è quello di rodaggio, dove (soprattutto quando si hanno molti personaggi principali) vengono creati i legami e le dinamiche che li porteranno poi ad affrontare se stessi e i loro avversari.

Guardiani della Galassia Vol. 2 magari non eccelle a livello di scrittura, ma è sicuramente un'esperienza visiva che, se piace il genere, vale la pena recuperare. Inoltre, funziona molto bene anche come film a sé stante, quindi, se non vi interessa creare un legame profondo con i personaggi, potete direttamente iniziare con questo capitolo (anche se, ovviamente, vi consigliamo di iniziare dal primo volume).

Star Wars

Qui ci stiamo spingendo su territori insidiosi. Ovviamente, non possiamo consigliarvi di vedere solo uno dei film della saga di Star Wars. Sarebbe come vedere Le due torri senza guardare La compagnia dell'anello e Il ritorno del re. Quindi, se volete guardare, per esempio, Il ritorno dello Jedi, dovete per forza recuperare anche Una nuova speranza e L'impero colpisce ancora. Potete evitare Episodio I-III, questo sì, e anche VII-IX, se il vostro intento è vedere gli originali. Però, in definitiva, se vi interessa un particolare Episodio di una trilogia, sarebbe bene "spararsela" tutta.

Detto ciò, è cosa buona e giusta guardare tutta la saga che, tra i suoi alti e bassi, ha comunque fatto la storia del cinema, nonché i suoi due spin-off cinematografici, ovvero Rogue One: A Star Wars Story e Solo: A Star Wars Story, che (a modo loro) sono abbastanza interessanti.

Questi sono i nostri personali consigli riguardo cosa recuperare per primo dal catalogo di Disney+. Sentitevi liberi di condividere con gli altri lettori le vostre preferenze e quali produzioni, secondo voi, dovrebbero avere la precedenza nell'ordine di visione.