Godfall, nuova anteprima per l'action looter per PS5 e PC 43

Con nuove informazioni emerse, torniamo a parlare di Godfall un po' più nel dettaglio

ANTEPRIMA di Giorgio Melani   —   26/07/2020

Indice

Godfall è riuscito a catturare l'attenzione fin da subito anche grazie a un tempismo decisamente azzeccato: è stato praticamente il primo gioco in assoluto ad essere stato annunciato specificamente per PS5 quando ancora della console non si sapeva praticamente nulla, cosa che ovviamente l'ha posto subito sotto i riflettori. Ben più di quanto un action game "looter slasher" di questo tipo avrebbe potuto sperare fin dalla sua prima apparizione, non essendo propriamente un blockbuster in termini di produzione e target di riferimento. Tuttavia, dietro il geniale opportunismo degli sviluppatori Counterplay e soprattutto del publisher Gearbox c'è anche della bella sostanza, perché Godfall sembra essere un gioco comunque interessante, al di là del fascino dato dal sapore di next gen che l'ha accompagnato fin dal primo annuncio. Ambientazione, struttura e atmosfere non sono delle più originali a prima vista, ma approfondendo un attimo la conoscenza del gioco emergono delle caratteristiche di notevole livello, che possono attrarre diverse tipologie di pubblico.

Godfall 2020 06 11 20 010

Come abbiamo riportato nella nostra prima anteprima dell'action RPG per PS5 in questione, al di là dell'aspetto un po' trash del gioco ci sono fonti d'ispirazione di tutto rispetto a costruire quello che potrebbe essere un lore interessante, partendo dal Ciclo delle Fondazioni di Isaac Asimov e dalle Cronache della Folgoluce di Brandon Sanderson, due opere piuttosto distanti come atmosfere e scenari ma vicine sotto alcuni aspetti, come le catastrofi all'orizzonte, il declino di grandi civiltà e la necessità di far fronte al caos incombente attraverso azioni anche di forza. Tutto questo spiega la presenza dei possenti Valorian Knights, combattenti appartenenti a un antico e mitologico ordine di cavalieri che hanno la caratteristica di poter utilizzare le Valorplate, armature leggendarie in grado di donare enormi poteri ai combattenti, trasformandoli in semi-divinità. Proprio le armature e l'equipaggiamento hanno enorme importanza nella dinamiche del gioco, sia per quanto riguarda il sistema di combattimento che la progressione.

Combinazione di generi

Il mondo di Aperion è in rovina, minacciato dal malvagio e folle dio Macros e i suoi regni suddivisi in base agli elementi di Terra, Acqua, Fuoco e Spirito sono ormai dimora di creature malvagie e combattenti corrotti. È il combattimento e il senso di sfida a portare avanti i giocatori da un'ambientazione all'altra ma non solo: anche il loot e la ricerca di nuovi elementi di progressione per il proprio combattente rappresenta un motore importante per l'azione in Godfall, che trova proprio nell'inedita combinazione di generi la sua caratteristica principale. Counterplay la definisce "looter-slasher", con un termine piuttosto bizzarro ma esplicito: di fatto si tratta di un action RPG molto veloce e incentrato sui combattimento come uno slasher, ma anche fortemente incentrato sulla ricerca del loot, delle ricompense sempre più ricche al termine di combattimenti sempre più impegnativi. Il problema, nel mettere insieme queste due caratteristiche, è cercare di trovare un equilibrio tra l'abilità del giocatore e l'aumento progressivo della potenza dato dall'evoluzione dell'equipaggiamento.

Godfall 2020 06 11 20 009

È in effetti su questo punto che gli sviluppatori vogliono puntare particolarmente: un soulslike, solitamente, punta molto sull'abilità del giocatore nella costruzione del gameplay e del sistema di combattimento, mentre un "looter", se così possiamo definire giochi che si incentrano sulla ricerca di ricompense come Diablo o anche Destiny, spostano l'attenzione anche sul livello di esperienza accumulato dal giocatore e sulla potenza del suo equipaggiamento. Non è facile trovare un equilibrio tra i due aspetti perché, soprattutto raggiunto un certo livello, la crescita progressiva di armi e armature può sopravanzare qualsiasi livello di sfida in termini di combattimento puro ma Counterplay è convinta di essere riuscita a trovare una buona amalgama di caratteristiche per Godfall.

Godfall 2020 06 11 20 007

Il combattimento

Sono previsti diversi stili di combattimento in base anche alla scelta delle varie armi, ma la meccanica è comunque sempre quella della battaglia melee, ovvero corpo a corpo e con armi bianche. Questo determina già una particolare attenzione al sistema di scontro, che non può essere più di tanto approssimativo, visto il contatto diretto con i nemici e il sistema di parate, schivate, attacchi e contrattacchi che richiede un sistema complesso. Il director Keith Lee, in particolare, tende a prendere come esempi giochi come Devil May Cry 5 e God of War, anche per prendere un po' le distanze dall'ingombrate paragone con i Dark Souls e simili. Il sistema di combattimento di Godfall è meno ragionato e più veloce, meno attendista e tattico e più basato sull'attacco fulmineo, pur richiedendo comunque una notevole abilità nella lettura dei pattern d'attacco degli oltre 90 tipi di nemici presenti nel mondo di Aperion.

Godfall 2020 06 11 20 004

Il combattimento in Godfall è più arrogante, più veloce anche se non meno impegnativo di quanto è possibile trovare in un soulslike: si tratta di spingere in avanti e attaccare prima di tutto. Questo determina un dinamismo decisamente maggiore di quanto ci si potrebbe aspettare da un gioco che ci pone al controllo di possenti guerrieri in armatura, con la possibilità di portare avanti il combattimento contro più nemici contemporaneamente in maniera anche molto spettacolare e coreografica. Ci sono comunque situazioni diverse: le missioni pongono di fronte a boss di metà e fine livello che impongono cambi di ritmo e approcci tattici per poter sopravvivere, ma la velocità e il dinamismo restano aspetti fondamentali dello stile di combattimento del gioco.

Godfall 2020 06 11 20 001

La progressione e il loot

Ci sono 12 Valorplate da sbloccare in Godfall, ognuna con proprie caratteristiche, un'abilità passiva e una "Archon Ability" da applicare alle capacità del combattente, una sorta di Ultimate che richiede il caricamento di una barra per poter essere sprigionata in combattimento, dunque si potrebbe pensare che la scelta dell'armatura determina in un certo senso la classe del personaggio, il quale ha a sua volta un sistema di progressione proprio. Il livello di esperienza del combattente aumenta all'avanzare nel gioco e superando i combattimenti, sbloccando punti abilità che possono essere applicati a uno skill tree, che a sua volta sblocca ulteriori abilità speciali da aggiungere alle possibilità di attacco del giocatore. Il loot riguarda soprattutto la scoperta di nuove armi e di materiali per il crafting che consentono di ampliare la potenza di queste.

Godfall 2020 06 11 20 005

Le armi si dividono in cinque classi che determinano anche lo stile di combattimento, ma all'interno di queste categorie se ne trovano molte avanzando nel gioco, come loot principale insieme ai materiali da crafting per il potenziamento di queste. Per ognuna è richiesto un certo livello di esperienza in modo da essere utilizzata, ma gli sviluppatori assicurano che questa continua ricerca del loot non si limita semplicemente alla scoperta di una miriade di armi che propongono semplici incrementi numerici sulle caratteristiche di base. Si tratta soprattutto di trovare un proprio stile di combattimento e concentrarsi su quello, dunque scegliendo una determinata tipologia di arma e applicandovi i potenziamenti migliori. Come questo non si traduca in un costante incremento numerico e come tale sistema non introduca un problema di bilanciamento a lungo andare, in un gioco fortemente basato sul combattimento melee, è uno dei punti dubbi di Godfall, ma siamo veramente curiosi di vedere le soluzioni adottate da Counterplay per questo interessante titolo.

Profile 4K Wallpaper

Partito come una curiosità piuttosto esotica, Godfall si sta confermando sempre più un gioco da tenere d'occhio, anche a prescindere dall'appeal che deriva dal suo essere un titolo squisitamente next gen. Il sistema di combattimento dinamico e spettacolare ma anche piuttosto tattico e basato sull'abilità è l'elemento di maggiore interesse, insieme alla componente della progressione e del loot. Proprio il difficile equilibrio tra questi due elementi, riassunti nella nuova definizione di "looter slasher", è ciò che caratterizza maggiormente Godfall, cosa che può essere un punto di forza ma anche un rischio nel caso in cui la formula non risulti stabile. L'idea resta comunque estremamente interessante e non vediamo l'ora di vederla sviluppata in maniera completa.

CERTEZZE

  • Il sistema di combattimento sembra divertente
  • La fusione tra gli elementi costitutivi del looter slasher desta curiosità
  • La grafica mostra evidenti spiragli di next gen

DUBBI

  • L'equilibrio tra il combattimento basato su abilità e la ricerca del loot costante non è facile
  • Non molto carismatico tra ambientazione e caratterizzazione generale