Hitman 3, l'anteprima 20

Annunciato nel corso dell'evento di presentazione di PS5, Hitman 3 è il capitolo conclusivo della nuova trilogia dedicata all'Agente 47: la nostra anteprima.

ANTEPRIMA di Tommaso Pugliese   —   22/06/2020

Indice

Hitman 3 si prepara a chiudere nel migliore dei modi la nuova trilogia che IO Interactive ha deciso di dedicare all'Agente 47, iniziata nel 2016 con una prima stagione a episodi e proseguita nel 2018 con un pacchetto completo fin dal lancio: la stessa formula che con ogni probabilità verrà utilizzata per il terzo capitolo.

Annunciato per PS5 durante l'evento organizzato da Sony per la presentazione della console, il gioco arriverà nei negozi con uscita fissata a gennaio 2021 e manterrà la propria vocazione multipiattaforma, approfittando ovviamente delle capacità tecniche dei sistemi next-gen per fare un ulteriore salto di qualità e consegnarci ambientazioni ancora più dettagliate, ricche di elementi interattivi in grado di influenzare il corso delle missioni.

Storia

La storia di Hitman 3 si svolge ovviamente dopo gli eventi dei precedenti episodi, con l'infallibile Agente 47 che torna sulla scena per concludere la serie di incarichi più impegnativi della sua carriera di sicario. Anche stavolta potrà contare sul supporto di Diana Burnwood, nonché sulla collaborazione dell'amico d'infanzia Lucas Grey, il misterioso Cliente Ombra che sembrava svolgere il ruolo di antagonista in Hitman 2.

I due uniranno le forze per distruggere Providence, la potentissima organizzazione segreta che nel corso degli anni ha mosso i fili di svariati conflitti internazionali e colpi di stato. Un obiettivo decisamente complesso, che avremo il compito di portare a termine nell'ambito di sei differenti missioni che puntano a eliminare i vertici del gruppo all'interno di altrettante location sparse intorno al mondo. La prima, rivelata nel trailer d'esordio del gioco, è l'affascinante città di Dubai.

Hitman 3 01

Ambientazioni

Gli sviluppatori di Hitman 3 presenteranno le ambientazioni del gioco nelle prossime settimane, ma la prima è già stata rivelata nel trailer mostrato durante l'evento dedicato a PlayStation 5: si tratta di Dubai, una delle più note capitali degli Emirati Arabi Uniti. Caratterizzata da un profilo inconfondibile, dominato dal Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo con i suoi 828 metri, questa location ci vedrà impegnati all'interno di architetture moderne e di grande impatto visivo, dotate di uno sviluppo verticale inedito.

Nel corso della missione, che verrà presentata con una demo di gameplay a breve, ci troveremo spesso a contemplare panorami incredibili, immersi fra le nuvole, e dovremo accettare i rischi che ciò comporta passeggiando sui bordi di strutture poste ad altezze vertiginose, arrampicandoci sulle pareti esterne e guadagnando così l'accesso alle sale che contano. Mimetizzati come da tradizione nel mezzo di affollati eventi mondani, dovremo individuare il nostro bersaglio ed eliminarlo nella maniera più silenziosa ed efficace possibile.

Hitman 3 02

Hitman come piattaforma

Riprendendo il discorso introdotto con il secondo episodio, anche Hitman 3 si porrà come una vera e propria piattaforma, consentendo agli utenti di importare le missioni delle due stagioni precedenti nel nuovo pacchetto e di giocarle in una versione rimasterizzata, con una serie di miglioramenti grafici ma anche di novità strutturali in grado di mischiare le carte sul fronte del gameplay e offrire dunque situazioni inedite, rese possibili in particolare dalla trasportabilità degli oggetti.

Questa feature risulta particolarmente interessante per via dell'avvento di PS5 e Xbox Series X, che con le loro caratteristiche tecniche consentiranno un boost grafico non indifferente, andando ad aumentare la risoluzione e/o il frame rate rispetto a quanto visto in Hitman e Hitman 2. Per capire esattamente come funzionerà l'importazione, tuttavia, dovremo attendere ancora un po'.

Hitman 3 03

Impressioni preliminari

Al primo progetto autoprodotto, IO Interactive difficilmente sbaglierà mira con Hitman 3, e i due video presentati nel corso del reveal di PS5 forniscono ampie garanzie in tal senso. Il gioco non ha infatti bisogno di rivoluzionare alcunché sul fronte delle meccaniche e della struttura, ponendosi come la conclusione di una trilogia che implica un certo grado di continuità ma che tuttavia, già nel passaggio dalla prima alla seconda stagione, ha introdotto alcune interessanti novità.

Il Glacier Engine creato dal team danese ha dimostrato di saper gestire con grande disinvoltura ambientazioni di grandi dimensioni ma soprattutto piene di dettagli, personaggi ed elementi interattivi, il tutto con una qualità visiva eccellente. Per questo nuovo capitolo ci aspettiamo dunque un ulteriore passo avanti in tal senso, ma soprattutto la capacità di impreziosire la grafica grazie ai 4K reali, a un frame rate che raggiunge i 60 fps con tranquillità e all'uso di un'effettistica avanzata. Il ray tracing, magari?

Hitman 3 si pone l'obiettivo di concludere la nuova trilogia dedicata all'Agente 47 con sei missioni di ampio respiro, ambientate all'interno degli scenari più ampi, dettagliati e ambiziosi che il franchise di IO Interactive abbia mai visto. La necessaria continuità con le due stagioni precedenti in termini di gameplay e struttura mette sul tavolo unicamente l'esigenza di arricchire l'esperienza con qualche novità e un comparto tecnico d'eccellenza, in grado di sfruttare al meglio le caratteristiche delle console di nuova generazione. Con ogni probabilità sarà un nuovo centro per l'infallibile assassino.

CERTEZZE

  • Ambientazioni promettenti
  • Tecnicamente indiscutibile
  • Impianto solidissimo...

DUBBI

  • ...che non verrà rivoluzionato
  • Cinque scenari ancora avvolti dal mistero
  • Come funzionerà la retrocompatibilità?