Outriders Worldslayer, il provato della prima vera espansione del gioco di People Can Fly

Con largo anticipo abbiamo potuto provare un paio d'ore della campagna di Outriders Worldslayer e siamo pronti a dirvi tutto

PROVATO di Emanuele Gregori   —   21/04/2022
31

Sono già trascorsi diversi mesi da quando abbiamo avuto modo di giocare e giudicare New Horizon, il maxi aggiornamento dello scorso novembre che aggiungeva contenuto all'endgame di Outriders. Fin da allora eravamo già a conoscenza dei progetti di People Can Fly e della volontà d'immettere sul mercato una vera e propria espansione per il loro looter shooter NON Gaas.

Avrete avuto modo di seguire proprio in questi minuti il nuovo Outriders Broadcast. Noi da buoni privilegiati lo avevamo già spulciato a dovere e addirittura una mese fa abbiamo avuto modo di provare Outriders Worldslayer per un paio l'ore, ovvero la nuova campagna in uscita il prossimo 30 giugno su tutte le piattaforme già interessate. Vediamo di fare chiarezza su tutti i nuovi elementi e sulle nostre considerazioni dopo la prova.

Le minacce non finiscono

Outriders Worldslayer: le nuovi armi Apocalypse possono lasciare davvero il segno
Outriders Worldslayer: le nuovi armi Apocalypse possono lasciare davvero il segno

Diciamocelo: la vita su Enoch non è mai stata rose e fiori. La campagna di Outriders ci ha raccontato di una Terra Promessa tutt'altro che accogliente, lacerata da un'anomalia che tutto può e che, come se non bastasse, ha reso anche diversi esseri umani alterati e in grado di sfruttare gli elementi come fossero provetti supereroi. Dopo essere riusciti ad arginare la minaccia nel corso della storia principale, la finta tranquillità su Enoch viene nuovamente rotta dall'impertinenza di Ereshkigal, la quale sembrerebbe anche poter gestire e sfruttare un nuovo potere tutt'ora sconosciuto a chiunque altro.

Ovviamente saremo noi a dover dichiarare guerra a questa nuova coinquilina, cercando di dar fondo a tutte le proprie conoscenze e alla voglia di continuare a esplorare un pianeta che si fa sempre più inospitale. Questa la breve premessa della nuova porzione di campagna, che si porterà in dote anche una manciata di nuove zone da esplorare - si va su per le montagne - e un approfondimento piuttosto interessante di cos'è Enoch e della storia non ancora raccontata del suo passato.

Nel corso della nostra chiacchiera con i ragazzi di People Can Fly ci è stato chiaro quanto la loro intenzione fosse di quella di tentare di ampliare e approfondire una lore nella quale forse, inizialmente, neanche loro credevano a dovere. Le due ore scarse che ci è stato permesso di testare non sono state utili a farsi un'idea chiara e decisa sulla qualità dell'intreccio e sulla durata effettiva - si parla di quattro o cinque ore -, ma allo stesso tempo ci hanno raccontato la solita grande capacità del team polacco di unire semplicità e assuefazione.

Teniamo quindi in standby il giudizio sulla parte narrativa, ripromettendoci di poter mettere un punto anche a questa nuova esperienza, giudicando invece maggiormente le novità di gameplay, in attesa di avere news sul nuovo sistema di endgame.

Worldslayer per tutti

Vista la natura fortemente cooperativa del gioco, i ragazzi di People Can Fly hanno visto bene di tentare di rendere più indolore possibile il rientro sul gioco e anche l'approccio verso l'utenza totalmente nuova. Per questo motivo una volta lanciato il nuovo pacchetto avrete modo di riprendere i mano i vostri personaggi, così come di crearne di nuovi e spingerli automaticamente al livello 30, in modo da poter affrontare fin da subito le sfide di Worldslayer. Ciò non vale solo per i vecchi giocatori ma anche per i nuovi, che potranno decidere di iniziare direttamente dai contenuti dell'espansione, tornando poi in un secondo momento sui propri passi tramite la timeline degli eventi che già conosciamo.

Pax e Ascensione

Outriders Worldslayer: la progressione regalerà anche nuovi approcci alle classi
Outriders Worldslayer: la progressione regalerà anche nuovi approcci alle classi

Per chi non avesse idea del sistema dietro al gioco vi invitiamo ad andare a recuperare la recensione di Outriders dello scorso anno. Una volta apprese le basi del sistema è il caso di parlare dei nuovi sistemi di progressione aggiunti in Worldslayer. Le quattro classi presenti fin dal dayone acquisiscono ora due nuovi metodi di avanzamento: i punti PAX e i livelli ascensione. I primi verranno assegnati in numero prestabilito e in momenti nodali della campagna, andando ad ampliare le opportunità delle varie classi con due nuove sottoclassi per ognuno degli archetipi base.

Per quanto particolare sia la scelta di assegnare punti con l'avanzare della campagna, ci è sembrato comunque un modo simpatico e indolore di dare ulteriore scopo al proseguimento della trama di Outriders, senza per questo dimenticarsi della natura action RPG del gioco. Nonostante i nuovi alberi siano sostanzialmente più piccoli dei principali, si tratta di tutte abilità collegate a nodi principali, andando quindi a rappresentare degli upgrade importanti per ognuna delle quattro classi. I punti PAX non possono essere spesi per acquisire ulteriori abilità standard così come viceversa non è possibile sfruttare i punti precedenti per acquisire skill per le nuove sottoclassi. Non cambia poi la possibilità di effettuare un reset dei punti investiti in qualsiasi momento e senza alcun costo, così da rendere i propri personaggi sempre pronti a modificarsi in base alle esigenze.

Outriders Worldslayer: Enoch è sempre più inospitale
Outriders Worldslayer: Enoch è sempre più inospitale

Parlando invece dei Punti Ascensione, questi non sono altro che un ulteriore sistema di progressione tutto votato alla quantità. Esattamente come avviene in altri esponenti del genere come Borderlands, ora sarà possibile continuare ad acquisire esperienza anche dopo il livello trenta e a ogni completamente della barra si acquisirà un Punto Ascensione, da spendere su una delle cinque opzioni presenti per ognuna delle quattro specializzazioni disponibili: Brutality, Endurance, Prowess e Anomaly.

In tutto i punti assegnabili saranno duecento, cinquanta per ognuna delle caratteristiche, che porteranno il vostro personaggio a continuare a crescere costantemente e che richiederanno centinaia di ore - a detta degli sviluppatori - per essere portati al massimo. Tra le caratteristiche trovano spazio anche quelle legate all'aumento degli HP, dell'armatura, ma anche la percentuale di attacco critico e tutto quel che permette di aumentare potenza e resistenza del nostro alter ego.

Difficoltà e Apocalypse Tier e loot

Outriders Worldslayer: nuovi nemici e nuove minacce
Outriders Worldslayer: nuovi nemici e nuove minacce

In Outriders la difficoltà è sempre stata basata su sistemi capaci di riportare alla mente giochi come Diablo. Mentre i World Tier dettavano legge nella progressione della campagna, i Challenge Tier hanno dominato per un anno le regole dell'endgame, anche a seguito dell'uscita di New Horizon. Con l'avvento di Worldslayer le cose cambieranno, andando a eliminare totalmente i Challenge Tier e introducendo una serie di meccaniche legate agli Apocalypse Tier.

Iniziamo dalle notizie riguardo la longevità nuda e cruda: i precedenti quindici livelli di difficoltà verranno ora tramutati in quaranta, aggiungendo ore e ore di crescita. Mentre il livello massimo del personaggio non cambierà, diversa sarà la realtà del punteggio del proprio equipaggiamento, che potrà ora arrivare fino al livello 75. Ovviamente chi non avrà accesso all'espansione potrà comunque usufruire del nuovo sistema di difficoltà, ma potendo arrivare solo al livello 15 come era in precedenza.

Queste nuove meccaniche di scaling fanno il paio con la possibilità di recuperare sul campo di battaglia del loot totalmente nuovo, sempre denominato Apocalypse e che non potrà in nessun modo essere craftato, ma solo ritrovato in partita. Questo equipaggiamento non è altro che una variante di quello epico e leggendario già presente e che aggiungere un terzo slot mod immutabile.

Outriders Worldslayer: la coop sarà sempre al centro dell'azione
Outriders Worldslayer: la coop sarà sempre al centro dell'azione

Tanta carne al fuoco insomma anche da questo punto vista, alla quale va aggiunto anche un centinaio di nuovi pezzi totalmente originali e introdotti con l'espansione il prossimo 30 giugno.

E l'endgame?

Outriders Worldslayer non è solo nuova difficoltà e nuovi pezzi d'equipaggiamento, ma è anche e soprattutto l'opportunità per aggiungere al gioco una tipologia tutta nuova di endgame. A noi è stato dato solo un brevissimo assaggio, dal quale è impossibile estrapolare informazioni valide per dirvi la nostra. Se ne riparlerà nel corso dell'estate e non sappiamo neanche se verrà lanciato in concomitanza con l'uscita o se, più probabilmente, dovremo aspettare qualche settimana per vederlo in azione.

Outriders Worldslayer sembrerebbe essere l'espansione di cui il gioco aveva bisogno. L'ottima scelta di People Can Fly di non realizzare un vero e proprio gioco come servizio, porta con sé il rischio dell'abbandono da parte dei giocatori. Continuare quindi a puntare sulla pubblicazione di nuovi contenuti può aiutare a tenere alto l'interesse. Questo primo approccio con la nuova campagna ci ha divertiti e convinti, ma è stato davvero troppo breve per riuscire a mettere insieme un giudizio completo. Non resta che attendere il prossimo 30 giugno e lanciarsi alla conquista di Enoch.

CERTEZZE

  • Nuovi nemici, nuove armi, nuove armature, nuove zone e un nuovo endgame
  • Gli Apocalypse Tier sembrano davvero interessanti come gestione
  • L'aggiunta di Pax e Ascensione allungherà di decine e decine di ore il progresso
DUBBI
  • Non abbiamo ancora avuto modo di testare bene il bilanciamento
  • Non sappiamo nulla dell'endgame
  • Speriamo che questa volta i server reggano