Pikmin 3 Deluxe: tutti i pikmin

Analizziamo tutti i tipi di pikmin che hanno popolato la serie, con un'attenzione particolare per quelli presenti in Pikmin 3 Deluxe.

SPECIALE di Alessandro Bacchetta   —   22/10/2020
10

Nella serie principale di Pikmin, il giocatore non ha il diretto controllo delle piccole creature che danno il nome al gioco, bensì comanda il capitano che, a sua volta, è in grado di guidare i pikmin. Attraverso il proprio carisma e, soprattutto, un fischietto molto convincente. In questo articolo abbiamo pensato di mettere assieme ogni tipologia di pikmin apparsa nella saga, dal primo all'ultimo episodio, e cioè Pikmin 3 Deluxe, che arriverà su Nintendo Switch il 30 ottobre 2020.

I pikmin sono esseri molto piccoli, di pochi centimetri; non è noto il nome del pianeta sul quale abitano (su Koppai è conosciuto come PNF-404), ma è palese si tratti della Terra, o di un mondo molto simile. In Pikmin 2 del resto le aree sono colme di manufatti umani; un'umanità che, come abbiamo approfonditamente trattato in questo articolo, in Pikmin è ormai estinta.

Pikmin 3 Deluxe 14

Non sappiamo a quale "regno" appartengano i pikmin. Gli abitanti di Koppai, protagonisti di Pikmin 3 (e Pikmin 3 Deluxe, naturalmente) sottolineano nei loro rapporti quanto somiglino a dei vegetali. Allo stesso tempo, tuttavia, sono animati; non solo, ognuno di loro ha due occhi, due zampette, due braccia e... tre dita. In più, sulla sommità della testa, esibiscono una foglia o, in base allo stato dell'evoluzione, un germoglio o un fiore (il grado massimo). I pikmin seguono i capitani alieni attraverso la loro "astronave biologica" (non sapremmo come definirla altrimenti), chiamata cipolla; attraverso di essa, portando oggetti o cadaveri, riescono addirittura a moltiplicarsi.

Quando nascono dalla cipolla, i pikmin sono sempre nello stato di foglia, e vengono piantati a terra. Sono i capitani a doverli cogliere, in una maniera, stando in tema Nintendo, che ricorda da vicino i personaggi di Super Mario Bros. 2 - che estirpavano rape dal suolo. Se questi tratti appena narrati sono comuni a tutti i pikmin, adesso andiamo ad analizzare le differenze tra le varie razze.

I Pikmin

PIKMIN ROSSO

Formalmente non è scritto da nessuna parte, ma in sostanza il pikmin rosso è quello principale: è il primo che si incontra all'interno della serie, e in assoluto quello più versatile. Se non si ha ben chiaro l'obbiettivo giornaliero, è impossibile andare in missione senza portarsi dietro una numerosa schiera di pikmin rossi. Questo perché sono quelli più forti a combattere; se attaccano in massa, sono in grado di eliminare molti avversari in pochi secondi, consentendo di non subire perdite. Oltre a ciò hanno un pinocchiesco naso appuntito, e sono gli unici in grado di resistere ai danni da fuoco, essendone immuni.

PIKMIN GIALLO

Se il pikmin rosso è quello principale, usando lo stesso criterio potremmo definire il trio rosso-giallo-blu come "classico"; sono gli unici pikmin presenti nella prima avventura, e hanno presenziato in ogni episodio successivo. I pikmin gialli non hanno un naso minaccioso come i rossi, ma compensano ampiamente con delle orecchie elefantesche, che gli consentono di essere lanciati molto più in alto degli altri. Come specificato in precedenza, sono meno forti dei rossi, ma - in Pikmin 3 - sono utili anche per condurre l'elettricità, in caso ci si imbatta in un cavo reciso. Inizialmente erano anche i pikmin artificieri, caratteristica poi abbandonata perché resa accessibile - nel terzo capitolo - a ogni razza.

Pikmin 3 Deluxe 13

PIKMIN BLU

Se il pikmin rosso è in grado di resistere al fuoco, immaginate un po' a cosa serviranno quelli blu? Esattamente, a esplorare sott'acqua. Sono quelli che diversificano maggiormente il gameplay, proprio grazie a questa caratteristica (e, prevedibilmente, gli unici dotati di branchie). Bisogna stare attenti a dosare bene il proprio esercito in caso di missione subacquea: nonostante le tante abilità, su terra i pikmin blu non sono minimamente forti quanto i rossi. Eppure vi serviranno eccome, quindi è bene "non sprecarli" quando non è necessario.

PIKMIN ROCCIOSO

Il pikmin roccioso è stato introdotto nel terzo episodio della serie, e con la suo corporatura spigolosa, nonché col fiore viola (al posto che bianco) in testa, risulta caratteristico e piuttosto diverso dal trio appena descritto. Il pikmin roccioso è molto pesante, e conseguentemente lento, ma focalizziamoci solamente sulla prima parte: la sua pesantezza, quando lanciato, gli permette di essere talmente devastante da spaccare vetri (e diamanti, e nemici corazzati con materiali simili). Essendo di roccia, non può essere schiacciato dagli avversari, una caratteristica, ve lo assicuriamo, non da poco. Quando lanciato, ha un impatto superiore a quello di qualsiasi altro pikmin. Perché, quindi, quelli rossi rimangono genericamente preferibili in battaglia? Perché sono in grado di arrampicarsi (come tutti, rocciosi a parte) e quindi colpiscono più frequentemente il nemico.

Pikmin 3 Deluxe 10

PIKMIN ALATI

Anche i pikmin alati, e rosei, sono stati introdotti in Pikmin 3: sono più piccoli degli altri, hanno gli occhi azzurri senza pupille, e sfoggiano delle graziose alette sulla schiena. Sono davvero belli, e soprattutto ben congegnati: a livello estetico arricchiscono il gruppo, perché planano a un livello superiore agli altri. A livello strutturale, non solo - come gli altri - hanno capacità uniche (possono sollevare delle barriere di bambù, ad esempio) ma consentono anche di avere dei compagni ai pikmin blu. Volando, sono in grado di non entrare a contatto con laghi e fiumi, stando un pelo sopra la superficie: hanno aggiunto un altro livello di profondità agli obbiettivi acquatici, precedentemente relegati ai pikmin blu.

PIKMIN VIOLA E BIANCHI

I pikmin viola e bianchi sono stati entrambi inseriti in Pikmin 2, per poi essere rimossi, modalità Sfida esclusa, dal terzo episodio. A differenza di quelli rocciosi e alati, hanno funzionalità più specifiche, meno armonizzate con la struttura del gioco. Anche nel processo di creazione differiscono dagli altri: al posto che utilizzare la cipolla, bisogna lanciare dei pikmin all'interno di una Cromanvillea bianca o viola. Si tratta di una pianta che assorbe i pikmin, e li risputa di un altro colore.

A posteriori, i pikmin viola possono essere considerati un prototipo di quelli rocciosi: a differenza di questi ultimi possono essere schiacciati, e non hanno la possibilità di rompere vetri, tuttavia sono altrettanto lenti e pesanti e forti. Sono i pikmin più grassi e tondeggianti apparsi nella serie.

I pikmin bianchi sono l'esatto opposto di quelli viola: piccoli, veloci e deboli, con dei malsani occhi rossi (senza pupille). In effetti, i pikmin bianchi proprio sani non sono: oltre ad essere immuni a sostanze nocive/nauseanti, se mangiati dagli avversari ne causano l'avvelenamento. Sono in grado di percepire anche i tesori nascosti sottoterra.

Pikmin 3 Deluxe 6

COLMIN, PIKMIN FUNGO E... PIKMAR

Queste ultime non sono vere e proprie tipologie di pikmin, ma delle curiose varianti presenti solo in qualche episodio. I coleti sono i nemici più emblematici della serie, una sorta di coccinella mannara, o un ibrido tra fungo e insetto; qualunque cosa siano, in Pikmin 2 ne esiste una versione "corrotta" biologicamente dai pikmin (i colmin, appunto), con una foglia in testa. Uccidendo la madre, si possono controllare i figli, che sono molto potenti e resistenti ad ogni elemento (fuoco, acqua, ecc...), ma non possono essere portati fuori dal dungeon in cui si sono incontrati.

Il pikmin fungo compare solo nel primo gioco, quando questi esseri vengono intossicati dalle spore di un Puffstoll, un temibile micete velenoso. Al posto della foglia - o del fiore - appare un fungo sulla testa dei pikmin corrotti, che improvvisamente si ritorcono contro Olimar. Possono esserci uccisi, e spesso è necessario farlo per evitare maggiori danni, ma quando il Puffstoll viene eliminato scompare anche la corruzione dei pikmin avvelenati, che tornano normali.

Pikmar non è un nome ufficiale, e probabilmente nemmeno dovrebbe essere presente in questa lista; la faccenda tuttavia è curiosa, per cui abbiamo deciso di citarlo. In uno dei possibili finali di Pikmin (il primo), Olimar fallisce miseramente la ripartenza con l'astronave Dolphin, franando di nuovo a terra; a quel punto viene "sepolto" come se fosse un pikmin, con la capocchia nera. Alquanto lugubre, in effetti.