CD Project spiega la decisione di creare un motore proprietario invece di usarne uno su licenza

NOTIZIA di Mattia Armani   —   20/09/2013
58

In un'intervista, Greg Rdzany, Senior Technical Producer di CD Projekt RED, e Balazs Torok, Lead Programmer del REDEngine, hanno svelato che lo sviluppo del primo The Witcher ha reso evidente la necessità di una maggiore libertà creativa.

I motori su licenza sono strepitosi e sono supportati ottimamente ma un motore sviluppato appositamente per un genere si adatta meglio al progetto, sostiene lo sviluppo, consente di ottimizzare la forza lavoro. Tutti elementi fondamentali, secondo i due, quando si creano RPG complessi che mescolano ambienti enormi e narrativa di qualità. Ma anche se è stato sviluppato appositamente, ha voluto specificare Torok, il REDEngine è comunque un motore modulare che potrebbe essere usato per creare giochi differenti.

Fonte: DSOGaming