Ladykiller in a Bind arriverà su Steam senza censure dei contenuti sessuali espliciti 48

Il porno viene sdoganato su Steam?

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   04/01/2017

Valve ha sempre attuato una politica molto restrittiva riguardo la pubblicazione di giochi con contenuti a sfondo sessuale su Steam. In passato ne hanno fatto le spese titoli come Seduce Me, che fu al centro di una feroce polemica proprio per l'impossibilità di accedere al negozio di Valve, mentre è risaputo che a moltissime visual novel viene concessa la pubblicazione solo se opportunamente purgate di tutti i contenuti di natura sessuale.

A quanto pare non sarà questo il caso di Ladykiller in a Bind, la visual novel erotica di Love Conquers All games, team di sviluppo formato da Christine Love (Analogue: A Hate Story) e Raide, che dopo essere approdata sull'Humble Store, potrà infine essere venduta anche tramite Steam, a partire dal 9 gennaio. L'annuncio è stato dato da Christine Love tramite Twitter, dove non ha mancato di fare polemica con i giornalisti videoludici per non aver trattato con attenzione l'argomento. Chi ha acquistato il gioco sull'Humble Store sarà felice di sapere che riceverà gratuitamente una chiave per sbloccarlo su Steam.

Per la Love la sfida più grande di portare Ladykiller in a Bind su Steam è stata di riuscire a comunicare con Valve per far capire quanto la censura dei contenuti sessuali avrebbero impoverito l'esperienza di gioco, facendogli perdere senso. Non si tratta di un titolo in cui c'è del sesso, ma di uno che parla di sessualità affrontandola da diversi punti di vista.

Insomma, chissà che non rappresenti una svolta per il genere o che quantomeno non riapra la discussione sulla presenza di contenuti espliciti nei giochi pubblicabili su Steam in seno a Valve. Nessuno vuole vedere Steam diventare un negozio di titoli pornografici, ma non si possono nemmeno escludere contenuti di questo tipo a prescindere, senza valutarli nel contesto dell'opera che li propone.

#Indie

Indie