Giocatore professionista di Fortnite cacciato dalla sua squadra per aver sfidato degli aspiranti suicidi ad andare fino in fondo 48

La scena professionistica degli eSport ancora immatura

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   09/02/2018

Il giocatore professionista di Fortnite Jordan "Scubby" Selleck è stato cacciato dalla sua squadra, gli HavoK Esports, per alcune frasi dette durante uno streaming su Twitch. Quali? Nel corso della trasmissione, una telespettatrice gli ha detto di aver avuto istinti suicidi in passato. Lui, con grande tatto, ha dichiarato di considerare falsa l'ansia manifestata da alcuni e ha sfidato tutti gli aspiranti suicidi ad uccidersi davvero. La frase esatta è "I would dare them to do it".

Stupisce come spesso questi personaggi, pur avendo ottenuto una certa notorietà, dimostrino pochissimo tatto verso argomenti così delicati (saranno tutti dei narcisisti patologici, probabilmente). Lo stupore però aumenta se si considera il fatto che proprio in questi giorni è in corso su Twitch una campagna di sensibilizzazione contro i contenuti che possano stimolare i suicidi.

Dal momento della cacciata, confermata da HavoK Esports, Scrubby non ha fatto dichiarazioni sull'argomento.