Apple: anche le comunicazioni con Siri vengono registrate e ascoltate? 15

Secondo un presunto contractor assunto da Apple per lavorare al miglioramento di Siri, sembra che anche l'assistente vocale in questione registri le comunicazioni e le inoltri alla compagnia.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   26/07/2019

Secondo quanto riportato da The Guardian, sembra che Apple faccia registrare e ascoltare le comunicazioni con Siri ad alcuni dipendenti, per scopi che dovrebbero riguardare la ricerca tecnologica e il miglioramento del servizio, ma resta la fondamentale questione della privacy degli utenti.

Si tratta, insomma, di un caso analogo a quelli già emersi per gli assistenti vocali della concorrenza, ovvero Amazon Alexa e Google Assistant: in base a quanto riferito da una fonte anonima, che a quanto pare ha fatto parte di questa sezione speciale atta all'ascolto delle interazioni con Siri, capita che queste comunicazioni contengano elementi personali che ovviamente non dovrebbero essere ascoltati da altri.

La questione è piuttosto delicata, considerando anche quanto Apple si sia spesa per garantire la sicurezza totale dei propri utenti: tra i regolamenti legati alla privacy sul sistema Siri si trovano riferimenti alla possibilità che alcune informazioni relative a nome, contatti, musica ascoltata e ricerche possano essere inviate ai server di Apple utilizzando protocolli criptati, ma da nessuna parte si trova scritto che quanto detto dagli utenti possa essere ascoltato da individui terzi, seppure per scopi di ricerca.

La posizione ufficiale di Apple è che una piccola porzione delle richieste fatte a Siri vengono analizzate per migliorare il servizio e il riconoscimento vocale, ma tutte queste interazioni sono anonime e non associate ad alcun dato personale, analizzate all'interno di strutture di sicurezza con personale preparato. Tuttavia, data anche la diffusione dei prodotti Apple e il fatto che Siri si trovi all'interno di molti dispositivi, tra cui anche gli Apple Watch, i casi ovviamente si moltiplicano.

Secondo quanto riferito dalla fonte, il fatto che Siri si attivi con i gesti anche al di fuori della tipica frase "Hey, Siri" con Apple Watch porta a parecchie registrazioni "accidentali" con contenuti personali: capita che si tratti di discussioni private con questioni lavorative, mediche o addirittura scambi su questioni criminali o incontri sessuali. Secondo quanto riferito, "Queste registrazioni sono accompagnate da dati che riguardano la posizione, i dettagli sui contatti e le app dell'utente".