Apple e Google: CMA indaga sul duopolio su browser mobile e restrizioni per cloud gaming

Il CMA ha avviato un'indagine per valutare i potenziali danni al mercato dei browser e del cloud gaming per mobile causati dal duopolio di Apple e Google

Apple e Google: CMA indaga sul duopolio su browser mobile e restrizioni per cloud gaming
NOTIZIA di Stefano Paglia   —   23/11/2022
11

Il CMA (Competition and Markets Authority) ha aperto un'indagine per analizzare i possibili danni per il mercato mobile causati dal duopolio di Google e Apple con le restrizioni su browser e cloud gaming. L'antitrust inglese teme che, senza nessun intervento, entrambe le compagnie continueranno a mantenere o persino rafforzare la loro posizione nel settore, limitando dunque ulteriormente la competizione e l'innovazione.

A giugno il CMA ha annunciato di voler scavare più a fondo sulla questione dopo aver accertato il dominio di Google e Apple nel mercato mobile, dando il via alle consultazioni. Dopo aver ricevuto il supporto da parte di sviluppatori Web e fornitori di browser e servizi di cloud gaming, si è infine deciso di avviare un'indagine ufficiale vera e propria.

"I browser sono tra le app più importanti e utilizzate sui dispositivi mobile", recita il comunicato del CMA. "Molte persone usano i loro browser quotidianamente per accedere a contenuti online per accedere a informazioni, notizie, video e shopping. Il 97% della navigazione su mobile nel Regno Unito nel 2021 è stato fatto con browser che utilizzano il browser engine di Google o di Apple, quindi qualsiasi restrizione su questi engine potrebbe avere degli impatti importanti sull'esperienza degli utenti".

In particolare il CMA punta il dito contro Apple, che su iOS e iPadOS impone ai fornitori l'utilizzo del suo browser engine, WebKit. Per l'ente ciò potrebbe limitare la concorrenza nel riuscire a differenziare i propri browser da Safari o come scusante per Apple per non investire più del dovuto per migliorare WebKit.

"Gli sviluppatori Web si sono lamentati del fatto che le restrizioni di Apple, combinate con investimenti insufficienti nella sua tecnologia per browser, portano a costi aggiuntivi e frustrazione poiché devono affrontare bug e problemi tecnici durante la creazione di pagine Web e non hanno altra scelta che creare app mobile su misura quando un sito Web potrebbe essere sufficiente", recita il comunicato.

xCloud su iPhone e iPad è disponibile solo tramite browser, a causa delle imposizioni di Apple
xCloud su iPhone e iPad è disponibile solo tramite browser, a causa delle imposizioni di Apple

La casa di Cupertino è al centro delle attenzioni del CMA anche per quanto riguarda le restrizioni sul cloud gaming tramite l'App Store, rallentando la crescita di questo settore. Ad esempio, ricordiamo che Xbox Cloud Gaming su iOS è disponibile solo tramite browser e non tramite un'app dedicata.

"I giochi per computer rappresentano un'industria multimiliardaria nel Regno Unito e sono giocati da milioni di persone. Ci sono già più di 800.000 utenti di servizi di cloud gaming nel Regno Unito, ma le restrizioni sulla loro distribuzione sui dispositivi mobili potrebbero ostacolare la crescita in questo settore", si legge nel comunicato.

Il timore del CMA è che "queste restrizioni possano limitare la scelta e rendere più difficile creare delle nuove app innovative" e di conseguenza valuterà "se sono necessarie nuove regole per ottenere risultati migliori".

L'antitrust inglese sta investigando anche sull'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft, sulla quale ha espresso più di un dubbio, come ad esempio il fatto che il Game Pass potrebbe crescere troppo e creare una sorta di monopolio nel mercato dei servizi ad abbonamento.