Bayonetta 3 non teme il coronavirus: Hideki Kamiya e Inaba parlano dello sviluppo 24

Hideki Kamiya e Atsushi Inaba tornano a parlare dello sviluppo di Bayonetta 3 e dei lavori in corso: la strega non teme il coronavirus.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   02/08/2020

Bayonetta 3, a quanto pare, non teme il coronavirus. D'accordo, ne è passata di acqua sotto i ponti da quel primo annuncio dell'esclusiva su Nintendo Switch (oltre due anni e mezzo, ad essere precisi); ma Bayonetta 3 è ancora in sviluppo. E questo sviluppo, salvo imprevisti, non dovrebbe subire alcun rallentamento, nonostante la situazione legata all'emergenza sanitaria.

Nelle scorse ore Hideki Kamiya (game designer) e Atsushi Inaba (produttore) hanno rilasciato una breve intervista ai microfoni di GameXplain, anche con l'intento di tranquillizzare chi attende da tempo Bayonetta 3. Niente data di uscito o nessun nuovo dettaglio fondamentale, sia chiaro, ma è almeno arrivata la conferma che non ci saranno ulteriori ritardi dovuti al Covid-19.

"Lo sviluppo procede bene" ha commentato in modo stringato e conciso Hideki Kamiya; lo stesso Kamiya che lo scorso maggio 2020 aveva invitato a gettare le preoccupazioni dalla finestra (probabilmente per lui è più facile che per i giocatori).

Qualche parola in più è stata invece spesa da Atsushi Inaba: quando gli è stato chiesto se il Coronavirus abbia o meno rallentato i lavori, ha risposto con "Onestamente, credo che sia qualcosa che capiremo in seguito. Abbiamo lavorato da casa, provando a fare ciò che potevamo con questa nuova metodologia". Non una risposta precisa, dunque; ma neppure una dichiarazione sconfortante.

Non che ci si potesse aspettare chiarezza e luce su un gioco pieno zeppo di streghe e demoni: a quanto pare Bayonetta 3 resterà un bel punto interrogativo ancora per un po' di tempo. E tuttavia, almeno apparentemente, il coronavirus non dovrebbe aver influito sul suo sviluppo. I lavori procedono: e voi cosa ne pensate, di tutto ciò?