Black Widow: Scarlet Johansson aveva chiesto 100 milioni come pagamento, secondo un report

Scarlet Johansson aveva chiesto 100 milioni come pagamento minimo per Black Widow, secondo un report. Poi ha fatto causa a Disney.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   08/09/2021
68

Dopo che i piani per la pubblicazione di Black Widow sono cambiati, il team di Scarlett Johansson ha chiesto a Disney di negoziare un nuovo accordo che prevedeva un pagamento pari a 100 milioni di dollari. Disney non ha però portato avanti il dialogo e l'attrice ha infine fatto causa alla compagnia. Questo è quanto segnala un nuovo report del Wall Street Journal.

Secondo quanto segnalato, il calcolo del pagamento è stato fatto partendo da una cifra ipotetica di 1.2 miliardi di dollari di guadagno al botteghino, un valore calcolato sulla base delle pubblicazioni dei film Marvel pre-covid 19. Inoltre, a tale cifra sono stati sommati i 20 milioni di stipendio di partenza dell'attrice; arrivando infine al valore totale di 100 milioni di dollari.

Secondo il report, l'attrice avrebbe approcciato Disney con una "proposta di partenza" da 100 milioni di dollari dopo aver scoperto che Black Widow sarebbe stato pubblicato sia su Accesso VIP di Disney Plus che al cinema. Pare però che la negoziazione non sia nemmeno iniziata, in quanto Disney non ha fatto una controproposta.

A quel punto, Scarlett Johansson ha deciso di fare causa a Disney per aver presunta violazione del contratto, il quale pare includesse una rassicurazione sulla pubblicazione esclusiva al cinema di Black Widow. Secondo un'email alla quale Wall Street Journal ha avuto accesso, il Chief Counsel di Marvel - Dave Galluzzi - avrebbe detto ai rappresentati dell'attrice che ci sarebbe stato bisogno di ridiscutere i termini se i piani fossero cambiati "in quanto l'accordo si basa su una serie di (grandi) bonus basati sul botteghino".

Pare che non vi sia stata alcuna negoziazione poiché Marvel non era certa di chi dovesse occuparsi della cosa. Il CEO di Disney - Bob Chapek - era concentrato su problemi legati alla pandemia e ha passato il potere di stringere accordi ad altri, ma Bob Iger (presidente esecutivo del consiglio di amministrazione della The Walt Disney Company) e Alan Horn (direttore creativo dei Walt Disney Studios) sono rimasti lontani dalla disputa. Questo secondo quanto indicato dal report.

Disney ha poi risposto alla causa legale di Scarlett Johansson affermando di "aver rispettato pienamente il contratto di Ms Johansson" e che la pubblicazione su Disney Plus Accesso VIP ha "in realtà aumentato significativamente" la possibilità dell'attrice di ottenere una "compensazione aggiuntiva oltre ai 20 milioni di dollari" di partenza.

Similarmente, i Russo, registi di Avengers Endgame, potrebbero non tornare per colpa di Disney+, per un report.