Bravely Default 2 per Nintendo Switch, il producer parla dei motivi del rinvio

Come mai l'uscita di Bravely Default 2 è stata rinviata rispetto ai piani originali? Lo ha spiegato il producer del gioco, Masashi Takahashi, ai microfoni di Famitsu.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   16/01/2021
19

Come sappiamo, Bravely Default 2 ha subito un rinvio rispetto ai piani originali, che puntavano a un debutto del gioco nel corso del 2020. Ebbene, il producer Masashi Takahashi ha spiegato i motivi dietro tale decisione in un'intervista con Famitsu.

Annunciato ai Game Awards 2019, Bravely Default 2 ha sofferto, come tanti altri titoli, gli effetti della pandemia, ha spiegato Takahashi. "Abbiamo annunciato la data di uscita ai Game Awards 2019 e proseguito lo sviluppo con quell'obiettivo in mente, ma la concomitante diffusione del virus e il fatto di non sapere quanto sarebbe durata tale situazione hanno avuto un forte impatto sulla lavorazione."

"Ad esempio, il doppiaggio dei dialoghi nelle lingue straniere è proceduto a rilento. Dovevamo istruire gli attori da remoto, loro dovevano registrare nelle proprie abitazioni senza rumori di fondo, quindi mandarci i file audio. Ad ogni modo, tutte le persone coinvolte hanno dato il massimo e siamo riusciti a farcela."

"Detto questo, sia il personale di Square Enix che quello di Claytechworks è passato a lavorare da remoto e c'è voluto tempo per creare gli ambienti adatti. Anche dopo aver fatto il necessario perché lo sviluppo potesse continuare, abbiamo avuto alcune incomprensioni per via del fatto che era la prima volta che lavoravamo in quel modo."

"Non è stata una decisione facile da prendere, ma vista la situazione ci siamo trovati costretti a rinviare l'uscita di Bravely Default 2 a febbraio 2021."