Capcom lancerà molti titoli da qui alla fine dell'anno fiscale corrente 18

Capcom ha pianificato il lancio di molti titoli da qui alla fine dell'anno fiscale corrente, per arrivare a vendere almeno 28 milioni di giochi.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   12/05/2020

Capcom ha pianificato di lanciare molti titoli da qui alla fine dell'anno fiscale corrente, ossia al 31 marzo 2021. L'informazione è stata data durante la presentazione dei risultati dallo scorso anno fiscale. Il publisher giapponese mira a vendere 28 milioni di unità entro il periodo dato, grazie a una nuova strategia di vendita incentrata sul digitale, sull'utilizzo di prezzi più flessibili, sul lancio dei suddetti giochi (che dovrebbero essere 13) e sulla promozione dei suoi titoli maggiori usciti negli ultimi anni.

Per dire, nell'anno fiscale chiusosi a marzo 2018, quello di Monster Hunter: World e Marvel vs. Capcom: Infinite, Capcom riuscì a vendere 24,4 milioni di unità. Nell'anno fiscale 2019, quello di Resident Evil 2 e Devil May Cry 5, ha venduto 25,3 milioni di unità, mentre in quello chiusosi il 31 marzo 2020 ha venduto 25,5 milioni di unità.

Capcom ha anche svelato che Resident Evil 3 ha venduto 2,5 milioni di unità, mentre Monster Hunter World ha raggiunto quota 15,5 milioni di unità.

La crescita del colosso giapponese negli ultimi anni è continua e inesorabile, grazie alla rinnovata qualità dei suoi titoli. Speriamo soltanto che presto lanci qualche nuova proprietà intellettuale, visto che in questa generazione non ha sostanzialmente proposta nessuna (ormai Deep Down possiamo darlo per morto...).