Capcom, vendite su Xbox nettamente inferiori a PlayStation e Switch nel 2020

Le vendite su Xbox dichiarate da Capcom nell'anno fiscale 2021 risultano nettamente inferiori a quelle su PlayStation e Nintendo Switch: ecco i numeri.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   02/11/2021
136

Capcom ha riportato vendite retail su Xbox nel 2020 nettamente inferiori rispetto a quelle sulle piattaforme PlayStation e Nintendo Switch, tanto da destare preoccupazione.

Se infatti Resident Evil Village ha spinto le vendite a risultati record e anche diversi altri titoli hanno fatto molto bene, in termini distributivi fra le console Microsoft e quelle Sony e Nintendo sembra esserci un abisso.

Parliamo, nello specifico, di sole 400.000 copie distribuite su Xbox nell'anno fiscale 2021, conclusosi lo scorso marzo, contro 3,65 milioni di copie su Nintendo Switch e 2,75 milioni di copie fra PS5 e PS4. Come detto, una differenza enorme.

Il dato ha destato preoccupazione e le immancabili polemiche tra i fan dei vari schieramenti, che hanno cominciato a chiedersi se per Capcom abbia addirittura senso continuare a supportare Xbox. Tuttavia è bene ricordare che stiamo parlando di copie retail e non di digitale.

In questo senso è chiaro ed evidente che Xbox Game Pass sta avendo un'influenza sulle vendite dei giochi, in particolare quelli delle terze parti, e che l'utenza si sta in qualche modo polarizzando.

Esiste insomma la possibilità che chi oggi sceglie di acquistare una Xbox lo faccia esclusivamente per il catalogo del Game Pass e non prenda neppure in considerazione l'ipotesi di acquistare giochi alla vecchia maniera, specie su Xbox Series S che neppure dispone del lettore disco.