Capcom vuole puntare sul PC come piattaforma principale

Capcom ha intenzione di puntare sul PC, che sarà considerata la piattaforma principale, per i prossimi giochi nel futuro.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   01/10/2021
98

Capcom ha intenzione di puntare sempre di più sul PC come piattaforma principale per le proprie produzioni, questo è quanto il COO della compagnia, Haruhiro Tsujimoto, avrebbe riferito di recente in una conferenza finanziaria.

Secondo quanto riportato dalla pubblicazione finanziaria nipponica Nikkei, a firma di Takashi Mochizuki, l'intenzione di Capcom sarebbe potenziare le uscite su PC e considerare quest'ultimo come la piattaforma principale per le prossime produzioni, confermando la crescita di questa nella considerazione di molti sviluppatori giapponesi.

Per il 2022 o 2023, secondo i programmi annunciati da Haruhiro Tsujimoto, COO di Capcom, la speranza è di raggiungere un rapporto paritario tra PC e console, ovvero un 50:50 tra la piattaforma basata su Windows e tutte le console dall'altra parte, cosa che garantirebbe una posizione prominente per il PC, considerando invece la quantità totale di piattaforme.

Sebbene i risultati di questo progetto siano tutti ancora da vedere, si tratta comunque di un cambiamento importante nella visione del PC da parte degli sviluppatori giapponesi in particolare, considerando che il mercato nipponico è sempre stato largamente centrato sulle console, e ovviamente su quelle giapponesi nello specifico.

Il nuovo corso di Capcom sembra dunque puntare sui multipiattaforma e in particolare sulla presenza costante del PC come piattaforma di riferimento per i giochi dei prossimi anni: è probabile che la grande diffusione di questo e i costi di produzione più bassi possano aver spinto a una decisione del genere.

D'altra parte, la presenza della versione PC comincia ad essere la normalità anche su produzioni prima meno inclini a finire su tale piattaforma, come abbiamo visto di recente per Monster Hunter Rise e il nuovo Monster Hunter Rise: Sunbreak.