Diritto all'aborto: Naughty Dog, Santa Monica, Sucker Punch e Ubisoft prendono posizione

Dopo Insomniac, Guerrilla e Bungie, anche il resto dei PlayStation Studios ha preso posizione contro l'abolizione del diritto all'aborto, così come Ubisoft.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   24/06/2022
139

Naughty Dog, Santa Monica, Sucker Punch e Ubisoft hanno preso posizione contro l'abolizione del diritto all'aborto, pubblicando messaggi fondamentalmente simili sui social che richiamano all'importanza della libertà riproduttiva e dell'autonomia corporea.

Dopo Insomniac, Guerrilla e Bungie, praticamente la totalità dei PlayStation Studios si è dunque espressa in maniera molto chiara in relazione alla decisione della Corte Suprema americana, che ha annullato la sentenza che garantiva questo diritto.

Come detto, il testo dei messaggi è simile ma alcuni team di sviluppo si sono spinti oltre, specificando che forniranno ai propri dipendenti tutto il supporto necessario qualora abbiano l'esigenza di spostarsi da uno stato all'altro per esercitare quello che finora era appunto un diritto garantito dalla legge.

La sensazione è che, dopo le polemiche relative alle parole di Jim Ryan, in casa Sony ci si sia confrontati sulla questione così da esprimere una posizione univoca laddove ce ne fosse stato bisogno.

Come si può vedere, il post pubblicato da Ubisoft è invece diverso e richiama anche altri valori che la casa francese ritiene rientrino fra i diritti umani che una società civile dovrebbe garantire.