Dying Light 2: personaggi, eventi e open world discussi dagli sviluppatori

Gli sviluppatori di Dying Light 2 hanno parlato di personaggi, eventi e open world in un recente AMA dedicato al gioco d'azione horror.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   14/05/2021
7

Techland ha rilasciato un nuovo AMA (Ask Me Anything) dedicato a Dying Light 2, l'atteso gioco d'azione horror. Tramite quanto svelato, abbiamo avuto modo di scoprire nuovi dettagli sui personaggi, sulle fazioni, sugli eventi e sull'open world. Ecco quanto è stato detto.

Prima di tutto, Tymon Smektała - lead game designer - ha affermato: "Dying Light 2 avrà luogo in un posto diverso e svariati anni dopo gli eventi del primo capitolo. Per questo motivo, non incontrerete alcun personaggio del primo gioco." Questo non significa, in ogni caso, che personaggi e fazioni del primo gioco vengano completamente ignorati. Ad esempio, Kyle Crane - protagonista del primo gioco - sarà citato. Inoltre, la Global Relief Effort del primo gioco tornerà, ma sotto forma di eventi free-roam all'interno della mappa.

Dying Light 2
Dying Light 2

Julia Szynkaruk - associate producer - ha poi affermato: "Ci saranno molti più eventi open-world in Dying Light 2. Non solo ci sarà un mondo vivo con incontri sparsi ovunque, ma sarà anche possibile esplorare nuovi luoghi, come le zone di quarantena del Global Relief Effort o i 'Dark Places'."

È stato poi detto che in Dying Light 2 ci saranno due fazioni principali: i Pacificatori e i Sopravvissuti. I primi sono un gruppo militarizzato che vuole uccidere ogni infetto e viene descritto dagli sviluppatori come "un regime militare". I Sopravvissuti, invece, puntano sulla comunità e sull'adattarsi in un mondo post-apocalittico. Aiutandoli, il giocatore otterrà nuovi equipaggiamenti per muoversi attraverso l'open world. Si sarà poi una terza fazione, i Renegades, ovvero i cattivi che dovranno essere sconfitti. Ci sarà però comunque la possibilità di trattare con loro. Sappiamo anche che in Dying Light 2 non ci saranno armi da fuoco moderne o mezzi, ecco perché.