Facebook, YouTube e Netflix: in arrivo le app Tobii basate sull'eye-tracking 0

Finalmente la tecnologia eye-tracking approda sulle app più utilizzate al mondo, come Facebook, YouTube e Netflix: ecco cosa cambia.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   20/05/2020

Le potenzialità dell'eye-tracking sono notevoli, eppure ad oggi sono tantissime le app più utilizzate al mondo che non possono ancora sfruttare anche questa tecnologia, che andrebbe a tutto vantaggio soprattutto degli utenti in difficoltà. Per fortuna molto presto Facebook, YouTube e Netflix (tra gli altri) cominceranno a supportarla.

La notizia è arrivata nelle ultime ore: Tobii, società svedese ad alta tecnologia, si occuperà di pacchettizzare una serie di app basate sull'eye-tracking, che verranno poi implementate su tutta una serie di piattaforme che di certo non hanno bisogno di presentazioni. Attualmente quelle confermate sono Facebook, Facebook Messenger, WhatsApp, Instagram, Google, Google Calendar, Google Translate, Netflix, Spotify, YouTube, MSN e Messaggi Android. Chiaramente l'eye-tracking ha un suo utilizzo anche nel mondo dei videogiochi, basti considerare che Oculus VR acquistò Eye Tribe.

Le app di Tobii potranno essere sfruttare sui tablet I-Series e sui PC Windows che possiedano periferiche e software sviluppati dalla società in questione; in precedenza gli utenti dovevano accontentarsi dell'utilizzo di servizi simili da web browser, quindi chiaramente implementare la tecnologia all'interno di app, con una serie di comandi sviluppati appositamente, costituirà un notevolissimo passo in avanti. L'immagine qui di seguito riportata vi mostra il menù che verrà visualizzato da un utente mentre utilizza l'eye-tracking sulla piattaforma di streaming video Netflix.

Netflix Eye Tracking 1