Fortnite, la madre di Jarvis: "mio figlio è distrutto" 184

Continua il caso Jarvis Kaye, bannato a vita da Fortnite Battaglia Reale per uso di cheat: interviene anche sua madre, dato che la decisione di Epic Games lo ha distrutto.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   07/11/2019

Nuovo aggiornamento sul caso Jarvis Kaye, il pro player di Fortnite Capitolo 2 recentemente bannato a vita dal titolo di Epic Games per uso di cheat. La madre, nelle scorse ore, ha dichiarato quanto segue: "mio figlio è distrutto".

Jarvis, pro player del FaZe Clan (o meglio, ex pro player del FaZe Clan) ha ricevuto un ban a vita da Epic Games, per aver utilizzato cheat e trucchi durante alcune partite amatoriali di Fortnite, poi pubblicate su YouTube (azione non propriamente geniale, da più punti di vista). Il ragazzo ha poi realizzato un video in cui, piangendo, ha detto di essersi pentito e di non aver avuto idea, al momento, di quali sarebbero state le conseguenze.

La madre di Jarvis, Barbara Khattri, è intervenuta nelle scorse ore sulla questione, dichiarando che il ban a vita di Epic Games ha distrutto il più giovane dei suoi figli. "Mio figlio ha commesso un errore, ma la community dovrebbe rivedere i suoi atteggiamenti nei confronti delle persone. Lui è distrutto, ama quel gioco. Dovrebbe esistere un modo per rimediare agli errori, nella vita". Chiaramente la donna si riferisce anche ad alcuni esponenti che hanno infierito circa la situazione del figlio; di certo non è il caso di Ninja, che piuttosto lo ha difeso.