Google Maps consente di pagare il parcheggio con Google Pay, si parte da Austin

Google Maps consente di pagare il parcheggio con Google Pay: la nuova feature è già attiva ad Austin, in Texas, e verrà estesa gradualmente al resto degli USA e del mondo.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   03/09/2020
0

Google Maps consente di pagare il parcheggio utilizzando Google Play: il sistema è già attivo ad Austin, in Texas, e verrà esteso progressivamente al resto degli USA e del mondo.

In attesa delle nuove mappe più accurate, Google Maps inizia dunque la sperimentazione di una nuova, interessante feature a cui in realtà l'azienda pensava già da alcuni anni.

La localizzazione dei parcheggi è infatti presente da tempo nell'applicazione, che a partire dal 2017 ha cominciato a mostrare anche la disponibilità di posti auto al loro interno.

L'opzione per pagare con Google Pay va insomma a completare quel quadro di possibilità, avvalendosi della collaborazione di un'azienda specializzata in pagamenti telefonici, Passport, per utilizzare il suo sistema di parking consolidato.

La procedura è molto semplice: basta toccare l'apposito pulsante in Google Maps e inserire il numero della zona di parcheggio, indicato solitamente sui cartelli adiacenti, per far partire la sessione con la possibilità eventualmente di allungarla alla bisogna.