Gran Turismo, il prossimo capitolo sarà completo e terrà conto di passato, presente e futuro 17

Kazunori Yamauchi ha riflettuto sul franchise di Gran Turismo e intende proporre un nuovo capitolo più completo rispetto a quello attualmente disponibile su PS4.

NOTIZIA di Davide Spotti —   03/07/2019

Il creatore di Gran Turismo, Kazunori Yamauchi, ha recentemente parlato del futuro della serie specificando che il prossimo capitolo sarà differente da Gran Turismo Sport: più completo e con un occhio rivolto alla tradizione. Nel corso di un'intervista rilasciata a GT Planet, il leader di Polyphony Digital ha raccontato di aver avuto modo di rigiocare Gran Turismo 2 e Gran Turismo 3 e di aver dimenticato molti dettagli di questi due titoli.

"Da quando ho iniziato a fare i tour mondiali i giocatori sono ragazzi giovani ma portano tutti con sé GT2 o GT3. Mi viene da chiedergli quanti anni avessero quando sono usciti questi giochi", osserva Yamauchi.

"Ho avuto l'opportunità di giocarli di recente, ed è sorprendente quante cose ho dimenticato! Partecipare ai World Tour mi ha dato l'opportunità di sentire la storia di Gran Turismo. Mi dà indicazioni e suggerimenti sulle cose che dovremmo assicurarci di fare nel futuro della serie", ha proseguito. "Penso che il prossimo titolo che andremo a realizzare sarà una combinazione di passato, presente e futuro: una forma completa di Gran Turismo".

Lo sviluppatore giapponese ha anche accennato a PlayStation 5, dicendo che la realtà virtuale sarà influenzata dalla potenza della nuova console. "La prima cosa che sarà influenzata dalla maggiore potenza è la realtà virtuale. Non penso ci sia qualcos'altro che richiede così tanta potenza di elaborazione. Mi piace molto la realtà virtuale; sono tra i suoi sostenitori ed è molto adatta per un gioco di guida".

"La VR è qualcosa che dipende davvero dall'evoluzione della potenza della GPU e dall'hardware, ma anche dai dispositivi di visualizzazione. Non si ha mai abbastanza potenza di calcolo. Ci sarà sempre il limite hardware, e quel limite non sarà mai abbastanza alto per noi! Ovviamente ciò migliorerà gradualmente nel tempo e faremo in modo di seguirlo".