iPhone 6 esplode in mano a una ragazza in USA, Apple indaga 29

In California, una ragazza di 11 anni assiste all'esplosione del proprio iPhone 6, a quanto pare senza spiegazione precisa, in attesa degli approfondimenti da parte di Apple.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   15/07/2019

A quanto pare, nemmeno gli smartphone Apple sono immuni alle esplosioni accidentali, in base a quanto emerso con questo nuovo caso su un iPhone 6 a quanto pare esploso nelle mani di una ragazza in California, su cui Apple sta indagando.

Kayla Ramos, questo il nome della ragazzina di 11 anni, stava usando un iPhone 6 quando questo ha iniziato ad emettere delle scintille: la ragazza ha quindi lanciato lo smartphone sul letto, senza che questo abbia poi causato ulteriori danni al di là delle bruciature sulle lenzuola. Il problema è probabilmente derivato dalla batteria di iPhone 6, anche se le cause precise sono attualmente al vaglio della compagnia e degli organi preposti alle indagini.

Il telefono è stato quasi completamente distrutto dall'evento, come dimostrato dalla foto qua sotto. Parlando con l'assistenza Apple, la madre di Kayla ha inviato foto e documentazioni varie per testimoniare l'accaduto, in attesa di sapere come si evolverà la questione, ottenendo comunque un nuovo iPhone sostitutivo, ma mancano ancora dichiarazioni ufficiale di Apple sull'accaduto. Altri casi sospetti sono stati spesso legati all'utilizzo di caricabatterie non ufficiali, ma a quanto pare in questo caso i coinvolti hanno riferito di non averne o comunque di non averli utilizzati in questo caso.

#Periferiche iPhone

Periferiche iPhone