League of Legends bloccato in Iran e Siria 17

I giocatori di Iran e Siria non hanno più accesso a League of Legends, uno dei titoli multiplayer più popolari al mondo, perché bloccato.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   25/06/2019

I giocatori di Iran e Siria non hanno più accesso a League of Legends, che come ben saprete è uno dei titoli multiplayer più popolari al mondo, perché bloccato. Il problema è ovviamente politico e nasce dai turbolenti rapporti tra i due paesi e gli Stati Uniti.

Stando a un messaggio apparso a schermo ai giocatori iraniani e siriani, il gioco è stato bloccato dal governo degli Stati Uniti d'America. Considerate che in Iran c'è una delle più grosse comunità EUW di League of Legends, quindi a essere stati esclusi dal gioco senza preavviso sono stati migliaia di giocatori che frequentano il titolo di Riot Games da anni.

La decisione dello sviluppatore di bloccare League of Legendsin Iran e Siria è arrivata dopo l'abbattimento di un drone americano da parte dell'esercito iraniano per violazione dello spazio aereo della nazione mediorientale. Ne è seguito un quasi attacco dell'esercito USA all'Iran, fermato dal presidente Donald Trump all'ultimo momento. Alla fine Trump ha accantonato l'opzione militare e ha optato per imporre nuove sanzioni contro l'Iran, sanzioni che sarebbero il motivo per il blocco di League of Legends, come spiegato da Riot Games stessa.

Alcuni giocatori hanno risolto collegandosi a League of Legends tramite VPN. Purtroppo si tratta di un servizio costosissimo in Iran che non tutti possono permettersi. Insomma, per ora i giocatori iraniani e siriani rimangano tagliati fuori.