Microsoft, Google Stadia ha la struttura ma gli mancano i contenuti 36

Per il Chief Marketing Officer di Xbox, Mike Nichols, l'esperienza del game streaming non andrà a sostituire quella tradizionale.

NOTIZIA di Davide Spotti —   11/04/2019

Microsoft ritiene che il vero tallone d'Achille di Google Stadia sia legato alla carenza di contenuti, nonostante un'infrastruttura di indiscutibile livello. A dichiararlo è stato il Chief Marketing Officer della divisione Xbox, Mike Nichols, nel corso di un'intervista rilasciata al Telegraph.

In buona sostanza, secondo il dirigente della casa di Redmond, il vero limite di Stadia risiederebbe nella mancanza di legami forti con i principali publisher e sviluppatori dell'industria.

"I competitor emergenti come Google dispongono di un'infrastruttura cloud, una community grazie a YouTube, ma non hanno contenuti", ha dichiarato Nichols, aggiungendo che indipendentemente dalla disponibilità di Project xCloud, l'esperienza in locale che gli utenti possono avere su una console Xbox o su PC rimarrà superiore in termini di qualità: "Andando avanti non ci sarà necessariamente bisogno di un dispositivo, ma si otterrà una migliore esperienza con una potenza di elaborazione locale".

Vi ricordiamo che il lancio di Google Stadia è previsto nel corso del 2019, ma per il momento non è stata ancora rivelata una data precisa. In questo speciale abbiamo analizzato come cambierà il modo di fruire i videogiochi da spettatori, mentre in questo altro articolo descriviamo cosa cambia nell'ottica degli sviluppatori.

#Microsoft

Microsoft