Microsoft pronta a lottare contro l'FTC per l'acquisizione di Activision, per Bloomberg

Stando a una fonte di Bloomberg, Microsoft è pronta a combattere l'FTC in tribunale, qualora tentasse di bloccare l'acquisizione di Activision Blizzard.

Microsoft pronta a lottare contro l'FTC per l'acquisizione di Activision, per Bloomberg
NOTIZIA di Stefano Paglia   —   04/12/2022
58

Microsoft sarebbe pronta a lottare in tribunale per assicurarsi che l'acquisizione di Activision Blizzard vada in porto qualora la Federal Trade Commision degli Stati Uniti (FTC) dovesse intentare una causa alla compagnia di Redmond per bloccare la manovra, perlomeno secondo una fonte di Bloomberg.

La gola profonda della testata, che per ovvie ragioni preferisce rimanere anonima, afferma che Microsoft non ha avuto dei colloqui con l'FTC riguardo a delle possibili concessioni con l'obiettivo di agevolare l'approvazione dell'acquisizione.

Secondo la fonte di Bloomberg l'FTC sta per concludere le sue investigazioni e successivamente i commissari dell'ente voteranno per decidere se creare o meno un caso da portare in tribunale, confermando le indiscrezioni riportate in un report del New York Times. E a quanto pare Microsoft si sta già preparando all'ipotesi peggiore ed è pronta a contestare la decisione dell'FTC in aula.

Jennifer Rie, analista di antitrust di Bloomberg, afferma che non sarebbe sorpresa se l'antitrust americano portasse l'acquisizione in tribunale, ma fa notare che in una disputa legale Microsoft potrebbe prevalere. In tal caso però potrebbero allungarsi le tempistiche necessarie per completare la manovra oltre la data ultima prevista dal colosso di Redmond, ovvero il 30 giugno 2023.

Un'altra opzione per Microsoft, per quanto poco realistica, sarebbe quella di rinunciare all'acquisizione di Activision Blizzard qualora l'FTC tentasse di bloccarla. È quello che è successo nel 1995 quando la compagnia di Redmond abbandono l'idea di acquisire Intuit Inc. per non trovarsi invischiata in una lunga disputa legale.

Le IP che entreranno in possesso di Microsoft se l'acquisizione di Activision Blizzard andrà in porto
Le IP che entreranno in possesso di Microsoft se l'acquisizione di Activision Blizzard andrà in porto

Per Bloomberg la migliore soluzione per Microsoft sarebbe quella di provare a ottenere l'approvazione dall'amministrazione Biden e accettare un accordo in cui si impegna a non negare i titoli di Activision Blizzard alla concorrenza. Una condizione che tra l'altro non dovrebbe creare problemi a Phil Spencer. Detto questo, secondo il portale potrebbe rivelarsi comunque di una strada tortuosa in quanto gli organi di antitrust americani sono poco propensi ad accordi simili.

Bloomberg afferma che la FTC sta adottando un approccio molto aggressivo contro le fusioni, soprattutto quando si tratta di tecnologia e mercati digitali. A luglio, ha citato in giudizio Meta per impedirle di acquistare l'app di fitness in realtà virtuale Within, sostenendo che ciò avrebbe potuto eliminare la concorrenza in alcuni mercati.