Outriders: "ha ancora molte cose da raccontare, con storie autonome e grandi espansioni"

Il creative director di People Can Fly ha detto che il team di Outriders "ha ancora molte cose da raccontare, con storie autonome e grandi espansioni".

NOTIZIA di Luca Forte   —   04/04/2021
33

In una recente intervista con Forbes, il creative director di People Can Fly ha parlato del futuro di Outriders. Un futuro che, visto il successo di queste ore, sembra sempre più roseo. i fan, quindi, non hanno di che preoccuparsi: People Can Fly "ha ancora molte cose da raccontare." Il problema è capire come distribuire questi contenuti, visto che il gioco non ha una struttura da game as a service. Ma anche a questo c'è una soluzione, il team pensa già "a con storie autonome e grandi espansioni".

Avete letto le nostre prime impressioni sulla versione finale di Outriders?

Bartek Kmita, infatti, ha detto chiaramente che il futuro del gioco dipenderà, però, dal suo successo. Un successo che al momento sta portando a diversi problemi tecnici, come i server che sono stati irraggiungibili anche ieri. Ma vuol dire anche che tanti si stanno appassionando al gioco e lo stanno rendendo un progetto di valore.

"Non abbiamo mai detto che avremmo abbandonato il gioco. È vero che il gioco non è un game as a service, ma se alla gente piace, creeremo sicuramente più cose nell'universo di Outriders. Abbiamo tante altre storie da raccontare e molte idee che vogliamo sperimentare, ma queste non si adattano al gioco originale. Ma saremo felici di creare più contenuti in futuro. Tutto ciò che faremo, però, sarà sotto forma di espansioni di dimensioni significative con storie autonome".

Questa dichiarazione si sposa con quello che il team aveva detto anche in passato, ovvero che Outriders è un gioco completo e i DLC non si baseranno su contenuti tagliati.

Cosa ne pensate?