PlayStation: Jim Ryan chiarisce il suo pensiero sulla retrocompatibilità, nel 2017 si espresse male

Il boss di PlayStation, Jim Ryan, ha voluto chiarire il suo pensiero sulla retrocompatibilità, dato che una frase del 2017 aveva creato delle perplessità.

NOTIZIA di Luca Forte —   12/06/2021
213

In una recente intervista il boss di PlayStation, Jim Ryan, ha voluto chiarire il suo pensiero sulla retrocompatibilità. Lo ha dovuto fare perchè si è detto un po' stufo del fatto che una frase del 2017 gli venga ancora rinfacciata a distanza di anni. Quella frase, per Ryan, è stata male interpretata, e dato che non voleva "mancare di rispetto ai giochi PS1 e PS2!, che aveva chiamato "antichi".

Ryan ha fatto un mea culpa, dicendo che buona parte dei problemi sono dipesi dal fatto che si è espresso male, non pensando a come avrebbero potuto essere interpretate quelle frasi fuori contesto.

"Chi vorrebbe giocare a questi giochi" disse al Time Ryan parlando di Gran Turismo e Gran Turismo 2. "Sembrano antichi". Si tratta di una frase forte, che il presidente di PlayStation ha detto per sottolineare solamente "quanto fosse incredibilmente più bella la versione PS4. Sicuramente non volevo essere irrispettoso della nostra eredità".

In tutti questi anni, oltretutto, la compagnia ha dimostrato di aver cambiato idea sulla retrocompatibilità e con PlayStation 5 ha modificato in corsa la sua politica, prima rendendo il catalogo PS4 quasi completamente retrocompatibile e in seguito cercando di semplificare il passaggio tra una generazione e l'altra. Anche decidendo di non abbandonare la generazione PS4 in favore di quella PlayStation 5 con giochi come God of War 2 e GT7.