Ratchet & Clank: Rift Apart: le opzioni di accessibilità stanno facendo felici i giocatori disabili

Durante la presentazione dello State of Play Insomniac Games ha presentato anche le opzioni di accessibilità, che stanno facendo felici i giocatori disabili.

NOTIZIA di Luca Forte   —   03/05/2021
13

Durante la presentazione dello State of Play Insomniac Games non ha solo presentato il gameplay e l'eccezionale comparto tecnico di Ratchet & Clank: Rift Apart. Lo sviluppatore americano, infatti, ha descritto anche le opzioni di accessibilità che ha intenzione di inserire nel gioco finale. Tutte informazione che non potevano che far felici i giocatori con disabilità e non.

Sony si sta dimostrando sempre più sensibile all'inclusività dei suoi giochi. Inclusività razziale, di genere, ma anche fisica. The Last of Us 2 è un gioco eccezionale, ma lo è ancora di più grazie alle tante opzioni che Naughty Dog ha inserito nel gioco. Opzioni che hanno consentito a tanti appassionati con qualche disabilità di apprezzare pienamente il gioco, senza aiuti esterni.

Per questo siamo contenti che Insomniac Game abbia deciso di seguire le orme dei colleghi californiani. Per esempio ci sono opzioni di auto-mira e altre per agganciare i bersagli che vengono incontro alle persone con problemi alle mani o alle articolazioni.

Non mancano le correzioni cromatiche o la possibilità di regolare la dimensione dei sottotitoli, o la lettura automatica dei testi per chi ha problemi alla vista.

Ma non è solo l'introdurre questo genere di opzioni a rendere felici questi giocatori. Lo è anche l'impressione che finalmente l'industria stia diventando sensibile a questo genere di problematiche e faccia sempre più sforzi per consentire a tutti di giocare senza problemi e di adattare il gioco a quelle che sono le proprie esigenze.

Una scena di Ratchet & Clank: Rift Apart.
Una scena di Ratchet & Clank: Rift Apart.

Un valore in più a quello che sembra già essere uno dei giochi più interessanti della lineup di Playstation 5.