Resident Evil Village fa meno paura perché Resident Evil 7 era troppo spaventoso

Capcom ha abbassato i toni di Resident Evil Village dopo aver ricevuto feedback su Resident Evil 7 considerato da molti troppo spaventoso e poco giocabile per questo.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   05/05/2021
141

Resident Evil Village è sicuramente uno dei giochi più attesi di questa prima parte del 2021 e le demo messe a disposizione del pubblico hanno già confermato molte delle aspettative di questi mesi, ma c'è un elemento su cui in molti concordano, ovvero il fatto che faccia meno paura del capitolo precedente e a quanto pare questo è un effetto voluto, perché Resident Evil 7 era troppo spaventoso.

Intervistato da VGC, il producer Capcom Tsuyoshi Kanda ha riferito che il team ha scelto di abbassare i toni horror in Resident Evil Village sulla base dei feedback ricevuti dagli utenti su Resident Evil 7. "Alcuni dei feedback che abbiamo ricevuto sul capitolo precedente riguardavano il fatto che fosse troppo spaventoso da giocare", ha affermato Kanda, "Da una parte, questo rappresentava proprio quello che volevamo raggiungere, dunque si tratta di un complimento per noi", ha spiegato.

Le fasi all'aperto in Resident Evil Village funzionano anche per variare la tensione
Le fasi all'aperto in Resident Evil Village funzionano anche per variare la tensione

Tuttavia, "Allo stesso tempo, è sempre il nostro obiettivo creare qualcosa che tutti possano giocare in maniera confortevole, dunque abbiamo un po' allentato la tensione in Resident Evil Village rispetto al settimo capitolo, così i giocatori non dovrebbero trovarsi in uno stato di paura costante".

A questa sensazione concorre anche il frequente ricorso agli spazi aperti di Resident Evil Village, che abbassano un po' i toni, ma si tratta anche di un tipo di tensione diverso: "Con Resident Evil Village, abbiamo utilizzato un approccio diverso attraverso l'apertura del villaggio, con i giocatori che non sanno cosa può celarsi al di là degli alberi", ha spiegato Kanda.

L'idea è anche offrire delle variazioni, in modo da non abituare troppo il giocatore su un tono costante: "Abbiamo tenuto in considerazione la curva della tensione. Abbiamo notato che i giocatori possono abituarsi a un senso di pericolo costante fino a che non diventano immuni alla paura all'interno di un ambiente che mantiene sempre lo stesso livello di tensione", cosa che in Resident Evil Village è stata evitata ricorrendo ai passaggi dal chiuso all'aperto: "Quei momenti di relativa tranquillità funzionano come buffer per assicurarci che il giocatore non si desensibilizzi completamente di fronte all'horror. È praticamente lo stesso principio che guida dall'inizio le safe room in Resident Evil, dove i giocatori possono avere un sospiro di sollievo pensando di essere al sicuro".

Ricordiamo che nei giorni scorsi è stata messa a disposizione la demo di 60 minuti per tutti gli utenti, inoltre sono stati svelati dati su pre-caricamento su PS5, PS4 e Xbox con dimensioni del download.