Rockstar Games è stata svaligiata da una donna: non è la trama del nuovo GTA

Rockstar Games a Toronto è stata svaligiata da una donna che per un mese ha portato via 66mila dollari di materiale dagli uffici: non è la trama del nuovo GTA.

NOTIZIA di Luca Forte   —   31/01/2021
18

Gli uffici di Rockstar Games nei pressi di Toronto sono stati recentemente al centro di una vicenda che sembra presa di peso proprio dal nuovo GTA. Tra il 24 dicembre 2020 e il 23 gennaio 2021, infatti, una trentenne di Oakville, una città a sud della metropoli canadese, ha rubato circa 66mila dollari di materiale dagli uffici del celebre sviluppatore.

Rockstar Games Toronto ha come incarico principale quello di convertire i giochi sviluppati da altre divisioni dello studio. Questo ramo di Rockstar, però, ha anche partecipato allo sviluppo di The Warriors nel 2005, di Max Payne 3 nel 2011 e di Red Dead Redemption 2 nel 2018. Rockstar Toronto ha sviluppato anche il software di cattura e editing di video incluso all'interno delle versioni per Windows di Grand Theft Auto 4 e Grand Theft Auto 5.

La donna ha compiuto una serie di furti per circa un mese, prima di essere arrestata dalla polizia. Nel frattempo la trentenne non si è accontentata dei 66mila dollari di refurtiva presi da Rockstar, ma ha anche rubato una macchina, un paio di giacche e un iPhone. Dovrà rispondere di 18 imputazioni, incluso il furto di 5000 dollari da una carta di credito non sua e per la vendita di materiale rubato.

Chissà se nel frattempo la donna sia riuscita anche a rivendere il contenuto dei computer, forse persino più prezioso dell'hardware stesso.