RTX 3000: Nvidia potrebbe bloccare la produzione della serie per inserire tecnologie anti-crypto miner

Stando ad alcune voci, Nvidia potrebbe interrompere la produzione delle GPU della serie RTX 3000 per introdurre le nuove tecnologie anti minatori di cripto valute.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   19/02/2021
46

Stando ad alcune voci Nvidia potrebbe bloccare la produzione della serie di GPU RTX 3000 per introdurre le nuove tecnologie software anti minatori di cripto valute, come fatto con la nuova GeForce RTX 3060. In questo modo potrebbe garantire un ritorno alla normalità del mercato delle schede video, riuscendo a raggiungere quelli che sono i suoi veri clienti: i videogiocatori.

Purtroppo non esistono soluzioni praticabili per i modelli esistenti. Anche provare a forzare i driver non garantirebbe alcun successo, perché un'applicazione completa delle nuove misure richiederebbe un aggiornamento del BIOS. I minatori di criptovalute potrebbero semplicemente ignorarlo e continuare a operare come sempre. La soluzione più probabile è quindi quella del lancio di una nuova edizione della serie RTX 3000 con il blocco per il mining.

Naturalmente non parliamo di GPU con nuove specifiche hardware, anche perché paradossalmente la serie 3000 è richiestissima: è probabilmente la più venduta di sempre, ma è riuscita a raggiungere pochissimi videogiocatori. Basterebbe quindi aggiornare la produzione delle stesse, oppure lanciare dei modelli intermedi identici, per portare a casa il risultato e normalizzare il mercato.

Si tratterebbe di una soluzione ottimale, l'unica attualmente praticabile. Staremo a vedere se Nvidia perseguirà davvero questa strada. Intanto vediamo come andrà con la RTX 3060.