Spider-Man, l'artista dei capezzoli di Peter Parker li voleva belli, ma che non distraessero 49

Lo Spider-Man di Insomniac è stato il primo videogioco in cui Peter Parker aveva i capezzoli scolpiti, l'artista che li ha realizzati li voleva belli, ma che non distraessero.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   25/02/2020

In Spider-Man di Insomniac Games per PS4 Peter Parker aveva per la prima volta dei capezzoli scolpiti. A realizzarli è stato l'artista Xavier Coelho-Kostolny, che li voleva belli, ma che non distraessero.

Nel gioco Peter Parker si può vedere senza maglietta grazie a un costume bonus risalente al 2018, che lo lascia letteralmente in mutande, come del resto la missione che serve svolgere per sbloccarlo. Visto il dettaglio dei personaggi dei giochi tripla A moderni, è sorta la necessità di scolpire tutte le parti del corpo del giovane, capezzoli compresi. A parlare dell'argomento, affermando di essere il primo artista ad aver scolpito i capezzoli di Peter Parker in un videogioco è stato Coelho-Kostolny stesso, in risposta ad alcuni commenti a un suo retweet.

Tutto è partito da un tweet di Ryan Benno, ex-Insomiac anch'egli, in cui scriveva: "I videogiochi sono grandi perché da qualche parte ci sono sicuramente degli artisti chiusi in una sala riunioni che discutono se fare o no i capezzoli a un personaggio e come devono sembrare." Coelho-Kostolny lo ha ripreso e commentato simpaticamente: "Essendo io l'uomo che ha scolpito i capezzoli di Spider-Man non so come concludere questo periodo, ma volevo solo iniziare un tweet scrivendo Essendo io l'uomo che ha scolpito i capezzoli di Spider-Man."

Al che le domande degli altri utenti si sono moltiplicate, portando Coelho-Kostolny ad affermare di essere stato l'unico artista ad aver scolpito i capezzoli di Spider-Man in un videogioco. Destata la curiosità generale del perché un dettaglio simile possa addirittura diventare oggetto di riunioni, Kotaku ha scritto un'email a Coelho-Kostolny per avere ulteriori spiegazioni.

Dalle sue risposte sono emersi dei dettagli interessanti quanto impensabili sullo sviluppo dei moderni videogiochi tripla A. Ad esempio Xavier ha spiegato che solitamente gli artisti evitano di inserire capezzoli perché possono creare problemi con la simulazione degli abiti, oppure che non si tratta di un dettaglio banale come sembra, ma va studiato a dovere per non renderlo un elemento di disturbo per il giocatore, che potrebbe esserne distratto.

Per un personaggio come Spider-Man, inoltre, i capezzoli hanno richiesto uno studio specifico, perché stiamo parlando di un personaggio conosciuto in tutto il mondo che va in giro dal 1962 e non basta disegnare due cerchietti con i giusti colori per svolgere il lavoro. I capezzoli vanno armonizzati con il resto del corpo e bisogna renderli belli senza farli risaltare troppo,

Traduciamo: quella che sembra la semplice aggiunta di un dettaglio anatomico di poco conto fa crescere i costi di produzione. Magari non di moltissimo, ma li fa crescere. Quindi è per questo che si passa il tempo a discuterne tra grafici.