Square Enix consentirà agli sviluppatori di lavorare da casa in maniera permanente

Square Enix ha varato un nuovo regolamento interno che consentirà agli sviluppatori e dipendenti, qualora il ruolo lo consenta, di lavorare da casa in maniera permanente.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   25/11/2020
34

Square Enix si prepara a grossi cambiamenti organizzativi all'interno del proprio organico, con un nuovo regolamento interno che consentirà a sviluppatori e dipendenti di lavorare da casa in maniera permanente a partire dal mese prossimo.

Si tratta di un passo avanti importante nell'organizzazione del lavoro, che va incontro alle esigenze di distanziamento sociale e maggiore sicurezza in un momento in cui il mondo sta ancora affrontando la pandemia da Covid-19, nonché un'evoluzione sostanziale anche per il modo di vivere il lavoro quotidiano.

Non è ancora chiaro come questa transizione del lavoro a casa verrà gestita da Square Enix, che comunque ha precisato come questa decisione debba essere comunque valutata in base alla compatibilità con gli effettivi ruoli e impegni lavorativi dei vari dipendenti, ma il cambiamento avverrà presto, visto che si parla già di effetto a partire dal primo dicembre 2020.

In ogni caso, è prevista una flessibilità notevole, consentendo ai dipendenti di decidere volta per volta come organizzarsi e da dove lavorare. La decisione segue le necessità di ordine sanitario in corso ma, secondo il publisher, dovrebbe portare anche a un aumento di produttività, migliorando nelle intenzioni di Square Enix il rapporto tra vita lavorativa e privata dei propri dipendenti.

Non sono molti gli esempi in linea con l'iniziativa di Square Enix in ambito videoludico, tra questi troviamo Microsoft che ha consentito ai dipendenti di lavorare per il 50% delle proprie ore lavorative settimanali da casa, ma è probabile che con il perdurare della pandemia in molti debbano organizzarsi in maniera simile.

Square Enix