Star Wars: Battlefront 3 ancora lontano, non se ne sente il bisogno 48

Il design director di Star Wars: Battlefront 2 ha spiegato come sia cambiata la filosofia degli sviluppatori, che ora tendono a migliorare il gioco già presente piuttosto che passare direttamente al capitolo successivo.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   02/09/2019

Dopo le batoste prese, in termini di comunicazione e immagine, con la questione iniziale sulle micro-transazioni, EA e DICE stanno supportando in maniera lodevole Star Wars: Battlefront 2, continuando a rilasciare patch e contenuti e senza ancora avere in mente il lancio di Star Wars: Battlefront 3 che sembra ancora molto lontano, contrariamente a quanto ci ha abituato il modus operandi di Electronic Arts e l'industria videoludica in generale.

Dennis Brännvall, design director di Star Wars: Battlefront 2, ha spiegato a PCGamesN, nel corso della recente Gamescom 2019, che Star Wars: Battlefront 3 è ancora lontano, sempre che sia destinato ad arrivare. "I seguiti sono ancora proficui, altrimenti non se ne farebbero più", ha affermato Brännvall, "ma non c'è più la stessa fame che c'era prima", ha spiegato.

"Eravamo così abituati alla catena di seguiti, quando sviluppavamo il seguito e poi il Season Pass per un anno mentre ci spostavamo sul capitolo successivo", ha riferito ancora il director di DICE, "Ma penso che l'industria sia cambiata sotto questo aspetto", nel senso di uno spostamento verso il supporto continuativo. "Prima facevamo un gioco, avevamo un accordo per quattro DLC e poi era finita, ci si concentrava sul valore da offrire ai giocatori in base a quanto avevano pagato e se c'erano elementi che non funzionavano allora ce li segnavamo e puntavamo a risolverli nel capitolo successivo", ha spiegato, "ma adesso non facciamo più così".

"Potete vedere come ci impegniamo regolarmente nel miglioramento di elementi che non funzionano senza aver paura di cambiare le cose, cosa che rende la community più felice perché il gioco diventa migliore".