TikTok, Amazon ordina il ban ma poi ci ripensa 12

Amazon ha ordinato il ban di TikTok dagli smartphone dei suoi dipendenti, salvo poi ripensarci e ritrattare il tutto: che cosa sta succedendo?

NOTIZIA di Simone Pettine   —   12/07/2020

TikTok torna al centro di situazioni decisamente strane, nonché potenzialmente problematiche per il social network cinese, che nelle ultime settimane non sembra trovare un attimo di pace. Dapprima Amazon ha ordinato il ban ai propri dipendenti, poi ci ha ripensato ritrattando il tutto. Cerchiamo di capire cosa sta accadendo in queste ore, allora.

Amazon, il noto colosso dell'e-commerce, ha inviato una mail a tutti i suoi dipendenti obbligandoli alla rimozione dell'app TikTok dai propri smartphone: questo è accaduto durante la scorsa settimana, tanto che il termine ultimo per l'operazione era stato fissato al 10 luglio 2020; se ciò non fosse avvenuto, Amazon avrebbe interdetto i dipendenti in questione dall'accesso alla mail Amazon di lavoro. "A causa di rischi per la sicurezza, l'app TikTok non è più consentita sui dispositivi mobile che accedono alla mail Amazon. Se hai TikTok installato sul tuo dispositivo, devi rimuoverlo entro il 10 luglio per conservare l'accesso mobile alla mail Amazon".

Il messaggio sembrava chiaro, ma ecco che dopo alcune ore Jeff Bezos ci ha ripensato, spiegando che la mail in questione è stata inviata ai propri dipendenti per errore, e chiarendo che "non ci sono al momento modifiche alle nostre politiche per ciò che concerne TikTok". La situazione non è chiara, ma è chiaro invece che qualcosa si stia inesorabilmente muovendo: anche Amazon comincia a ritenere TikTok una minaccia per la sicurezza? Una forma di spionaggio da parte di potenziali malintenzionati?

Difficile pronunciarsi per il momento, e tuttavia Amazon non è il solo ad aver preso provvedimenti (o almeno ad averci provato senza convinzione) contro TikTok: il ban in India è già effettivo, stessa situazione ad Hong Kong, e Trump minaccia il ban anche negli Stati Uniti. Tempi bui all'orizzonte, per l'app di ByteDance, sulla quale torneremo certamente ad aggiornarvi.

Tiktok