Warner Bros. Interactive Entertainment in vendita, AT&T vuole 4 miliardi di dollari 88

Stando a un nuovo resoconto, Warner Bros. Interactive Entertainment, la divisione videoludica del gruppo, sarebbe attualmente in vendita per 4 miliardi di dollari.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   13/06/2020

Stando a un articolo della CBNC, AT&T avrebbe messo in vendita Warner Bros. Interactive Entertainment, la divisione videoludica del gruppo. Il prezzo da pagare per i potenziali acquirenti sarebbe di 4 miliardi di dollari. L'informazione arriverebbe da diverse persone che hanno conoscenze dirette dell'argomento.

Stando alle fonti, ci sarebbero già tre compagnie interessate all'acquisto: Take-Two Interactive Software, Electronic Arts e Activision Blizzard. L'accordo sarebbe ancora lontano, ma qualcosa si starebbe muovendo, tanto da rendere la possibilità concretissima.

La vendita di Warner Bros. Interactive Entertainment frutterebbe agli acquirenti serie quali Harry Potter, Il Trono di Spade, LEGO e Mortal Kombat, tra le altre. Essendo tutte licenze o proprietà intellettuali di Warner Bros., quindi non comprese nella transazione, questa potrebbe comprendere una licenza per cui AT&T continuerebbe a prendere royalty dai vari giochi. Sostanzialmente guadagnerebbe senza fare nulla e non rischierebbe perdite. Si tratta della strategia applicata negli ultimi anni da Disney, che ha dismesso completamente la sua divisione videoludica. Inoltre gli acquirenti porterebbero a casa studi prestigiosi come Rocksteady, NetherRealm e Travellers Tales.

AT&T, Take-Two Interactive, Electronic Arts e Activision non hanno voluto commentare la fuga di notizie.

Joker Mk 11