Xbox Game Studios aperti a nuove acquisizioni, dice Phil Spencer 113

Phil Spencer ha detto che gli Xbox Game Studios sono sempre aperti a nuove possibili acquisizioni, indicando il mercato asiatico come un'attuale carenza sul fronte first party.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   14/01/2020

Gli Xbox Game Studios sono aperti a nuove acquisizioni: lo ha dichiarato Phil Spencer ai microfoni di Stevivor, parlando dell'attuale situazione degli studi Microsoft.

"Siamo sempre aperti a questa possibilità", ha detto Spencer. "Mi piace la diversità geografica che abbiamo sviluppato all'interno di Xbox Game Studios. Se guardate all'Asia, tuttavia, non abbiamo un team first party e credo si tratti di un'opportunità che dovremmo cogliere."

"Ad ogni modo, siamo passati dalla modalità acquisizione alla modalità esecuzione", ha continuato Spencer. "Abbiamo attualmente oltre quindici team di sviluppo che lavorano su nuovi giochi. Non vorrei tuttavia che la questione si riducesse a una gara a chi acquista più studi, bensì ai contenuti che questi team andranno poi a creare."

"Penso che un settore first party forte e in crescita sia parte integrante della notra strategia. Vorrei tanto continuare a vedere l'arrivo di nuovi autori, con nuovi punti di vista, nel nostro portfolio di studi first party."

Parlando di Grounded e Bleeding Edge, due esclusive firmate rispettivamente da Obsidian e Ninja Theory, Spencer ha detto: "Entrambi i progetti erano già iniziati prima dell'acquisizione, quindi abbiamo potuto vederli quando abbiamo portato avanti l'operazione."

"È questo che in genere fanno gli studi creativi: trovano un piccolo gruppo che vuole provare a fare qualcosa di diverso. La cosa divertente con Ninja Theory è che il mio primo gioco con Nina Kristensen e Tameem Antoniades è stato Kung Fu Chaos per l'originale Xbox. Vedo delle somiglianze fra quello e Bleeding Edge."

"La capacità di offrire ai team una stabilità finanziaria, così da permettergli di sperimentare con nuove cose, è in assoluto una delle cose che Matt Booty e il team possono garantire. Avendo un buon numero di studi e di business attivi, non si presentano situazioni del tipo 'o la va o la spacca'. Possiamo prenderci dei rischi."