Xbox Series X più potente di PS5: cambierebbe qualcosa sul mercato?

Da alcune voci di corridoio sembra emergere la possibilità che Xbox Series X possa essere più potente di PS5, ma la cosa potrebbe effettivamente cambiare gli equilibri?

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   30/12/2019
198

Secondo alcuni dati assolutamente non confermati, riportato in una recente analisi di Digital Foundry, potrebbe esserci la possibilità di una maggiore potenza per Xbox Series X rispetto a PS5, con un divario che potrebbe essere anche notevole, ma è lecito domandarsi se questo possa cambiare qualcosa negli equilibri del mercato. La generazione attuale è stata profondamente segnata da un notevole squilibrio emerso al lancio di PS4 e Xbox One, con la prima che si presentava generalmente più potente e con un prezzo anche notevolmente minore, cosa che ha inesorabilmente condannato la seconda a inseguire. Nella prima fase degli scontri tra console a imperversare era il reso-gate, ovvero il confronto fra le risoluzioni che vedevano solitamente PS4 sovrastare la concorrenza, in una console war inedita basata sul conteggio dei pixel sullo schermo che è andata avanti per alcuni anni, prima che si passasse generalmente a parlare di software. La questione è rimasta di traverso a Microsoft, con in particolare Phil Spencer che si è impegnato subito per riconquistare lo scettro tecnologico facendo uscire Xbox One X, ma a giochi ormai ampiamente fatti e rendendo impossibile un recupero.

È difficile capire quanto la potenza maggiore possa avere influito sul successo iniziale di PS4, considerando che la console in questione aveva anche il notevole vantaggio del prezzo inferiore, che potrebbe essere stato l'elemento più significativo. In tal caso, Microsoft potrebbe stare puntando sul cavallo sbagliato ancora una volta: spingere al massimo sulle specifiche hardware porta facilmente a un innalzamento del prezzo, che potrebbe risultare ancora una volta più alto della concorrenza e dunque riproporre la stessa situazione della generazione attuale. La strategia della casa di Redmond potrebbe allora comprendere il famoso modello economico della nuova Xbox, identificato con il nome in codice Lockhart e forse destinato a rappresentare una Xbox Series S dalle caratteristiche più limitate e un prezzo decisamente più accessibile, proponendo in questa maniera una duplice scelte simile all'attuale Xbox One S e Xbox One X. È chiaro che anche questa non è una formula magica per il successo, considerando che le versioni più potenti, così come mostra anche PS4 Pro, non sono affatto le più vendute, dunque tutto sta nel cercare di azzeccare una serie di fattori e strategie positive al lancio che possano evitare il gap visto tra PS4 e Xbox One.

Xbox Series X 5


Non è affatto semplice, anche perché il marchio PlayStation è talmente radicato da dare l'impressione di partire sempre con un vantaggio sostanziale. L'abbiamo visto in questa generazione anche semplicemente nel modo di discutere e di fare confronti fra le piattaforme: quando il parco titoli delle due console era sostanzialmente equivalente a vincere era la potenza e il prezzo di PS4, quando Xbox ha recuperato il primato tecnologico e proposto anche una soluzione a basso prezzo a contare sono diventate le esclusive, almeno per quanto riguarda il sentire comune nella community dei videogiocatori, di fatto tagliando fuori qualsiasi possibile contrattacco da parte di Microsoft. Ovviamente, la realtà di forum e siti specializzati è ben diversa da quella del pubblico di massa, ma la fedeltà al marchio PlayStation sembra comunque un carattere comune di tutto il panorama di utenti videoludici, almeno per quanto riguarda due dei tre mercati principali, dunque il lancio di Xbox Series X dovrà essere veramente perfetto per poter riuscire ad ottenere dei buoni risultati.

In ogni caso, la situazione sembra piuttosto interessante: il fatto di aver preso delle sonore batoste ha sicuramente dato una notevole spinta a Microsoft, che ha messo in piedi una struttura di team first party di grosso calibro da cui ci aspettiamo esclusive molto interessanti e questo può essere un elemento di grande rilevanza, a cui potrebbe dunque unirsi una superiorità tecnologica, almeno per quanto riguarda la soluzione console "enthusiast" come sembra essere Xbox Series X. Sarà interessante vedere se, anche a fronte di queste nette evoluzioni (alcune tangibili come la nuova realtà degli Xbox Game Studios, altre solo teoriche come la possibile superiorità tecnologica) il rapporto di vendite possa continuare a mostrare un distacco così ampio come quello visibile nell'attuale generazione, nel qual caso sarebbe chiaro che per Xbox ci sarebbe ben poco da fare per risolvere la situazione. Tuttavia, è anche palese che Microsoft abbia già deciso da tempo di intraprendere una strada diversa dal puntare tutto sulla vendita di hardware console: l'insistenza sui servizi a cui dobbiamo la nascita e il successo di Xbox Game Pass, l'allargamento dell'ecosistema a comprendere PC e Xbox in un tutt'uno e anche la concessione di esclusive ad altre piattaforme, correlate con l'espansione di Xbox Live, dimostrano come la vittoria della console war in senso classico sembri interessare poco, in fondo, alla stessa Microsoft.