Asus ROG Strix Scope, la recensione

La nostra recensione della Asus ROG Strix Scope, tastiera meccanica da gaming con caratteristiche molto interessanti, pensata in particolare per gli sparatutto

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   18/08/2019
20

Asus ROG Strix Scope, che abbiamo testato per questa recensione, è una tastiera da gaming dotata di caratteristiche molto interessanti: interruttori Cherry MX Red per un feeling preciso e consistente, tasti modificati per adattarsi in particolare agli sparatutto, piastra in alluminio che comunica la particolare solidità del dispositivo, funzionalità macro, illuminazione con tecnologia Aura Sync e tutta una serie di simpatiche feature extra, come ad esempio il tasto Stealth che consente di nascondere in un attimo tutto quello che c'è sullo schermo. Dotata di dimensioni compatte (440 x 137 x 39 millimetri) e di un buon peso (1070 grammi), la tastiera non include purtroppo un poggia polsi ma offre la qualità e la concretezza di un prodotto di questa fascia di prezzo (circa 140 euro).

Design e caratteristiche

Racchiusa nella tradizionale confezione Republic of Gamers, dallo stile moderno e impattante, la Asus ROG Strix Scope cerca come detto di offrire un design compatto pur mantenendo un'impostazione full size, e lo fa andando a ridurre al minimo i bordi. Il pannello superiore in alluminio, in combinazione con le plastiche robuste utilizzate per il fondo, comunicano una grande robustezza e la sensazione che difficilmente un apparecchio del genere potrà rompersi con l'uso normale. La presenza del tasto CTRL di dimensioni doppie salta all'occhio: si tratta di una soluzione che Asus ha denominato Xccurate Design e che, insieme ad altri ritocchi, punta a offrire un'esperienza priva di ostacoli per il gaming. Va vista in tal senso l'integrazione dei comandi multimediali sui tasti funzione (da attivare tramite una semplice combinazione di input) e il già citato pulsante Stealth, vero e proprio salvavita se siete videogiocatori pieni di vigore adolescenziale: premendolo l'audio del PC viene silenziato e tutte le applicazioni nascoste istantaneamente.

Asus Rog Strix Scope 2

Per la recensione ci è stata fornita una confezione di keycap alternativi per i tasti WASD, con finitura metallica e forma concava in particolare sui lati, a sottolineare un preciso adattamento alle funzioni di movimento del personaggio negli sparatutto in prima persona e non solo; tuttavia esistono anche set alternativi molto carini: un modo interessante per personalizzare l'estetica della tastiera. Parlando di estetica, non si può ovviamente prescindere dall'illuminazione Aura Sync, che tramite il solito software Armoury II permette di regolare le luci in tantissimi modi diversi o di ricorrere ai dieci preset preconfezionati: Static, Breathing, Ciclo di colori, Onda, Ondulazione, Reattività, Notte stellata, Sabbie mobili, Corrente e Goccia di pioggia. L'applicazione può ovviamente essere utilizzata anche per la gestione delle macro e la creazione di profili.

Asus Rog Strix Scope 1

Prova su strada

Il peso consistente e l'attenzione riposta da Asus nei confronti della parte inferiore della ROG Strix Scope creano una situazione di grande stabilità: la tastiera rimane salda al suo posto e alcune scalanature sul fondo consentono una disposizione ordinata dei cavi. Non si tratta di un dispositivo versatile bensì focalizzato sul gaming, per questo motivo lo abbiamo provato con DOOM, Apex Legends, Wolfenstein: Youngblood, RAGE 2 e Warhammer: Vermintide 2. Tutti titoli molto frenetici e generalmente poco tattici, in cui dunque il valore della tastiera viene enfatizzato nel momento in cui si riesce a muovere rapidamente il personaggio senza incorrere in problemi di sorta.

Asus Rog Strix Scope 3

La corsa fluida degli interruttori Cherry MX Red, silenziosi e reattivi, supporta in maniera molto piacevole le varie manovre, e così il gameplay in stile run & gun dei titoli prodotti da Bethesda viene particolarmente valorizzato: si corre verso i nemici, si evita il loro fuoco con rapidi scarti, si salta da una piattaforma all'altra in una danza furiosa e spettacolare condita da violente finisher e armi molto ben caratterizzate. Le atmosfere di Warhammer: Vermintide 2 risultano in parte più riflessive, ci sono fasi esplorative che preludono a caotiche ondate e anche in quel frangente la ROG Strix Scope si comporta bene, restando sempre affidabile. Un discorso che può naturalmente essere esteso all'esperienza battle royale di Apex Legends, con l'ampia mappa da percorrere correndo e scivolando, nonché la permanente esigenza di restare sempre in movimento per evitare di essere centrati da qualche avversario appostato nei dintorni.

Commento

Versione testata
PC Windows
Prezzo
139,99 €
Multiplayer.it

8.0

Asus ROG Strix Scope è una tastiera meccanica solida e robusta, dotata di caratteristiche interessanti e di soluzioni che si adattano molto bene all'uso principale a cui il dispositivo è dedicato, ovverosia il gaming, con particolare riferimento agli sparatutto in prima persona. Gli interruttori Cherry MX Red si confermano reattivi e affidabili, e la possibilità di sostituire i tasti WASD con keycap alternativi rappresenta un piacevole extra per un prodotto che, in definitiva, abbiamo trovato parecchio valido.

PRO

  • Solida e ben costruita
  • Tasti reattivi e precisi
  • Tante funzioni interessanti
CONTRO
  • Manca un poggia polsi